Astondoa 377 Coupé, l’open ispirato da una balenottera azzurra

X47, l’ammiraglia misteriosa di Yanmar per i VIP della Coppa America
22 Luglio 2019
Evo R6 pronto per il Cannes Yachting Festival
Evo R6, quando gli yacht di 18 metri fanno i “Transformers”
24 Luglio 2019

Originale e audace l’Astondoa 377 Coupé, secondo modello, dopo il 655, della gamma Coupé, definita Savage Ocean. Le sua estetica è ispirata alla balenottera azzurra, l’enorme mammifero marino che nonostante le dimensioni riesce a muoversi velocemente e in maniera elegante nel suo ambiente.

L’Astondoa 377 Coupé visto da poppa, dove si apre un’enorme spiaggetta.

L’Astondoa 377 Coupé visto da poppa, dove si apre un’enorme spiaggetta.

Proprio seguendo la silhouette del grande cetaceo, Astondoa ha creato una barca moderna insolita e affascinante, con la prua rovesciata a ridosso della tuga e il baglio massimo molto avanzato. Il pozzetto è diviso in due aree: una zona pranzo trasformabile in prendisole e un prendisole poppiero. Questo è sistemato sopra la sala macchine e il garage per i water toy, protratto verso la grande spiaggetta poppiera.

Barche a motore: ecco i 15 super rib

Cucina e frigo sono alle spalle delle tre poltrone della timoneria e tutto è protetto da un T top rigido. Sottocoperta due cabine: l’armatoriale è a prua e quella ospiti a letti separati è sotto il pozzetto. La propulsione, affidata a piedi poppieri, può usare due Volvo D4 da 260 cavalli, sviluppando una velocità di crociera di circa 30 nodi. Con la doppia motorizzazione (a scelta benzina o diesel) da 300 cavalli, sempre Volvo, si raggiungono invece i 36 nodi di velocità massima.

Scheda tecnica della barca: Astondoa 377 Coupé

Cosa ne pensi?