Barche fly di 16 metri, la nuova generazione a confronto da Beneteau a Sunseeker

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

beneteau montecarlo 52

Volete vedere cosa sono diventate le barche a motore con il Flying Bridge, grazie all’evoluzione degli ultimi anni?

Non avete che da entrare alla Milano Yachting Week – The digital boat show dove trovate in banchina due ottimi esempi di quello che vi stiamo raccontando. Parliamo del Beneteau Monte Carlo 52 e del Sunseeker Manhattan 52. Due barche di ultimissima generazione di 17 metri che trovate nel porto delle barche a motore della Milano Yachting Week.

 

La nuova generazione dei Fly

In comune queste due barche,  il Beneteau Monte Carlo 52 e Sunseeker Manhattan 52, hanno le dimensioni, 52 piedi ovvero circa 17 metri di lunghezza fuoritutto. Ma, soprattuto, il nuovo concetto del fly, il ponte superiore, che è diventato un vero “piano” in più della barca dove puoi vivere come su una terrazza sul mare di una villa.

Monte Carlo 52 disegnato dai maestri del design Nuvolari&Lenard

Per Beneteau il Monte Carlo 52 rappresenta la punta di diamante della sua produzione. Disegnato dai famosi architetti Nuvolari&Lenard ha linee contemporanee, un profilo slanciato e volumi generosi. La carena a V è stata creata in collaborazione con lo studio MICAD. Il Monte Carlo 52 è più grande e più largo del Monte Carlo 5, precedente modello che sostituisce.

Beneteau Monte Carlo 52
Beneteau Monte Carlo 52

Per capire perché questa è una barca perfetta per chi vuole una barca che sembra una villa che si sposta sull’acqua, andate subito a bordo del Beneteau Monte Carlo 52.

Sunseeker Manhattan 52 tradizione e innovazione all’inglese

Il Manhattan 52 è la sintesi delle peculiarità del cantiere inglese Sunseeker che miscelano tradizione e innovazione.

 

Il Sunseeker Manhattan 52 è pensato per vivere la crociera in totale relax e comfort. E per comfort non si intende solo qualcosa di pratico, ma anche, anzi soprattutto, di utile. Per questo a bordo c’è spazio in abbondanza per sapere sempre dove stivare quello che abbiamo a bordo, luce naturale per sentirsi a casa. Tutto questo senza dimenticare i dettagli e le rifiniture proprie di uno yacht di alta gamma. Non vi resta che visitare subito il Sunseeker Manhattan 52.

sunseeker manhattan 52

Basta un click per entrare in contatto

Salite in barca su queste due barche fly di 52 piedi, mettetele a confronto subito al boat show digitale. E se volete saperne di più, a vostra disposizione c’è un responsabile di Beneteau by Settemari o di Sunseeker Italy dove potete porre domande e approfondimenti o prenotare una visita tramite una mail o un whatsapp. Nei loro stand trovate i pulsanti per attivare il contatto con un click.

News by Milano Yachting Week

 

 

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

L'impianto di produzione di Chiavari - Sanguineti

Sanguineti cresce ancora e punta triplicare i ricavi nel 2026

Da una parte c’è una dimensione artigianale rappresentata da Sanguineti, un’azienda ligure di Chiavari con 65 anni di esperienza nella costruzione di equipaggiamenti ricercati e di alta qualità per superyacht. Specializzata nella produzione di passerelle, scale multifunzione, gru per tender,

Beneteau Swift Trawler 41

Come diventare skipper (in regola) e lavorare sulle barche

Lo aspettavamo da tempo e finalmente è arrivato. Ecco il decreto che spiega come si svolgerà l’esame per diventare “Ufficiale del diporto di II classe“. Questa nuova figura, pensata per l’Italia e le barche battenti bandiera italiana (anche adibite a