Barracuda 650, il top dei rib da pesca di Joker e Yamaha

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Per la pesca sportiva le soluzioni in termini di barche non mancano certo. E non solo i classici fisherman, ma anche rib pensati appositamente per la pesca. E il top secondo Joker e Yamaha è Barracuda 650, nato dalla loro collaborazione. Questo gommone punta a farsi apprezzare non solo dai pescatori, ma anche dai diportisti “classici”. Non solo per i pescatori

Tutto i vantaggi dei rib

Andare a pesca con il rib è un trend interessante, ma quali sono i vantaggi? Eccone 5

  • buona stabilità in mare e sicurezza
  • rapidità di manovra
  • tenuta al mare
  • velocità
  • costi di gestione

Così è nato così il nuovo progetto Joker Boat empowered by Yamaha e strumentato Raymarine, un progetto nato dalla passione per il mare e per la pesca, dall’ascolto delle esigenze e delle esperienze dei pescatori.

Il Joker Barracuda 650 misura 6,70 metri di lunghezza fuoritutto, con una lunghezza interna di 5,45 metri. La coperta mantiene  una configurazione bivalente, non solo per la pesca, ma anche per l’impiego del mezzo anche con la famiglia o amici per escursioni lungo costa.
È carrellabile (larghezza f.t. di 2,55 metri), il che ne amplia le possibilità d’impiego itinerante, è motorizzabile fuoribordo in soluzione mono-motore sino a 225 cavalli e può trasportare fino a 12 persone.

I motori

Tre soluzioni messe a punto da Yamaha per questo Joker con la collaborazione di Raymarine.

  • F225F che fa parte della serie High Power Range, un V6 con 24 valvole, VCT e manette elettroniche Drive-by-Wire;
  • F200G quadricilindrico da 2.8 litri dotato di VCT e anch’esso di acceleratore e cambio elettronici digitali
  • F175A, derivante dallo stesso gruppo termico dell’F200G, ma meno potente e non dotato di VCT.

Le prestazioni

A 6000 giri il gommone – con la motorizzazione intermedia da 200 cv ha toccato i 42 nodi con un consumo di 70 litri l’ora.  Navigando invece intorno ai 26 nodi con il motore a 4.000 rpm, il consumo orario è intorno a 29 litri/ora garantendo anche una buona autonomia.

Il battello con tale motorizzazione plana intorno ai 10 nodi a 2.500 giri e al minimo, inserendo il trolling valve, consente di trainare a 2,8 nodi senza affaticare il motore, una dote in più molto interessante per chi pratica la tecnica della traina con il vivo. 

Per la pesca: Joker Barracuda 650

Prua e poppa hanno in comune un’unica razionalità progettuale che converge sul massimo sfruttamento dei centimetri disponibili. La prua è bi-valente, in quanto prevede accessori per la pesca (due portacanne ad incasso, una vasca a pagliolo stagna con interno amovibile per portare il pescato a terra. il tutto trasformabile per usi familiari in solarium parziale o completo a seconda che si opti per il solo cuscino trapezoidale o che si aggiunga una prolunga opzionale.

Le vasche per il vivo

  • la prima vasca del vivo sotto al sediletto fronte marcia e una vasca per il pescato sull’area rialzata insieme a un gavoncino per il calumo
  • la seconda vasca per il vivo, più grande, è in pozzetto con all’interno impianto di ricircolo dell’acqua dotato di temporizzatore.

Il pozzetto è ampio (135 cm x 105 cm fino alla vasca del vivo) e consente a più persone di pescare contemporaneamente senza intralci. Le murate alte 63 cm agevolano lo stand up e il recupero sottobordo delle prede, mentre i bordi da 15 a 30 cm di larghezza favoriscono l’installazione di portacanne supplementari a staffa o a incasso, ma anche di un lavello con rubinetto.

Durante la pesca

Tutto questo reso possibile dall’adozione di murate in vetroresina. Da sottolineare inoltre la presenza d’imbottiture perimetrali che agevolano le fasi di combattimento, i portelli che consentono l’ispezione dell’impiantistica di bordo, il rubinetto per l’erogazione di acqua salata attraverso una lancia ad alta pressione, un gavone a centro pagliolo con serratura, ampio e lungo per riporre canne o raffi lontani da occhi indiscreti.

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

L'impianto di produzione di Chiavari - Sanguineti

Sanguineti cresce ancora e punta triplicare i ricavi nel 2026

Da una parte c’è una dimensione artigianale rappresentata da Sanguineti, un’azienda ligure di Chiavari con 65 anni di esperienza nella costruzione di equipaggiamenti ricercati e di alta qualità per superyacht. Specializzata nella produzione di passerelle, scale multifunzione, gru per tender,