Bertram 54 (16.5 m), la regina delle barche da pesca americane – Classic Boat

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Bertram 54
Bertram 54 (1982)

Bertram 54, la regina delle barche da pesca americane

Nel 1981 faceva la sua prima comparsa il Bertram 54,un best-seller destinato fin da subito a diventare un cult, una Classic Boat marina come poche e dalla grande qualità costruttiva. Sportfisher di razza e barca ognitempo, fu subito apprezzata sia da chi cercava una barca per la pesca d’altura, sia da chi invece era più orientato verso la crociera, forte infatti di ben 3 cabine doppie e di un ampio salone. Sotto al galleggiamento però, avveniva la magia, grazie ad una carena a V profonda impressionante, incastonata tra i suoi 5.8 metri di baglio e i 16.5 metri di lunghezza. Il 54’ non era quindi solo una barca da pesca, ma un oggetto del desiderio di tanti, un ibrido, insomma, riuscito su ogni fronte. Inutile dire come abbia influenzato il mercato, settando uno standard per quanto a venire.

Bertram 54
Bertram 54 (1981)

Bertram 54 – Esterni

Not merely big, but grand – non semplicemente grande, ma grandioso. Questa (grossomodo) l’accoglienza americana dedicatagli nel 1981, una definizione concisa, ma che indubbiamente rendeva giustizia al Bertram 54, riflettendo sugli standard del suo tempo. Lungo 16.5 metri fuori tutto, completo di ampi spazi, flybridge e (volendo) tuna tower, questo 54 piedi accoglie subito con un ampio pozzetto, pensato specificatamente per accogliere tutta l’attrezzatura necessaria alla pesca d’altura (compresi rinforzi a sostegno della sedia), senza però inficiare il comfort, nel caso si voglia invece andare in crociera. Non mancando quindi spazi destinati alla preparazione delle esche, come del resto quelli destinati a conservare il vivo, l’attrezzatura, e l’eventuale pescato.

Bertram 54
Bertram 54 (1982) – Pozzetto

Dal pozzetto, attraverso due passavanti si accede alla prua, flush e completamente sgombra, ma che ben si presta come solarium. A poppavia della sovrastruttura principale, si accede invece al fly (a sinistra), o agli interni (a dritta). Sul fly, completo di timoneria e strumenti di navigazione, si trovano due distinte sedute ergonomiche oltre alla scala necessaria ad accedere alla tuna tower.

 

Bertram 54 (1982)

  • Hai una barca storica e significativa con più di 25 anni? Scrivici e mandaci delle foto a deluise@panamaeditore.it Potresti vederla sul nostro sito!
  • Ti interessa l’argomento Classic Boats? Visita la nostra raccolta di articoli dedicati cliccando qui.

Bertram 54 – Interni

Venendo agli interni, il Bertram 54 accoglie immediatamente con un ampio salone ricavato sullo stesso piano della coperta. Qui trovano posto, a sinistra, un’area con divano e tavolino e, a dritta, un set di poltrone. Appena oltre, sempre a dritta, trovano posto l’area pasti (composta di tavola rotonda e sedie) e diversi stipi, specchiati a sinistra da una cucina completa di piano bar affacciato sul salone poppiero. Procedendo oltre, invece, si accede alla zona notte.

Bertram 54 (1982) – Interni

Sotto il piano di prua quindi, trovano posto tre cabine, per un totale di sei persone ospitabili a bordo. Appena a dritta si sviluppa una cabina matrimoniale, riflessa da una doppia a letti singoli collocata mure a sinistra. A prua si dispone invece di una terza cabina a tutto baglio, con letti disposti a V. Ogni cabina è fornita di un bagno privato completo di doccia e lavandino.

Bertram 54 – Motorizzazione

Spostando l’attenzione sulla sala macchine – particolarmente ben studiata e facilmente accessibile (può ospitare anche una lavatrice) – si trovano qui, oltre a un comparto generatori e una stazione destinata al monitoraggio di tutte le apparecchiature, 2 motori Detroit Diesel Allison V12 da 650 cavalli l’uno, opzionalmente sostituibili da una coppia maggiorata da 800 cavalli per motore, portando la velocità massima a 30 e più nodi.

L’articolo continua sotto.


  • Potrebbe interessarti anche:

Itama 38 (11.6 m), questo motoscafo sportivo all’italiana è un mito ancora oggi


Bertram 54 – Scheda Tecnica

Lunghezza Fuori Tutto (LOA) 16.5 m
Baglio Massimo (Bmax) 5.8 m
Immersione 1.5 m
Dislocamento a Pieno Carico 28.600 kg
Motorizzazione Standard (1982) 2x Detroit Diesel Allison V12 71Tls 650cv
Motorizzazione Opzionale (1982) 2x V12 800 cv
Velocità Massima 30+ kn
Serbatoio Carburante 4542 lt.
Serbatoio Acqua Dolce 946 lt.
Costruzione VTR
Cantiere Bertram

 


Scopri le Classic Boat degli articoli precedenti

Ecco tutte la altre grandi Classic Boat. Se ne hai una e vuoi parlarcene, scrivi una mail a deluise@panamaeditore.it 


NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Barche cult, la vera storia del primo Princess 45 (14 m)

Il mondo della nautica non è fatto solo di scafi nuovi e scintillanti, appena usciti di cantiere. Anzi, per la maggior parte, si compone di scafi usati, barche passate anche per diverse mani e che, nonostante tutto, nonostante le miglia,