Così volano i catamarani di lusso! Ecco 4 vantaggi del foil | VIDEO

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

I foil, le appendici che stanno rivoluzionando il mondo delle barche, arrivano anche tra i catamarani a motore da diporto. Per Aquila 36, un cat di Aquila Yachts, è stato messo a punto l’Hydro-Glide Foil System, un sistema di “lamine” che si applica nello spazio tra i due scafi e permette al catamarano di sollevarsi parzialmente sull’acqua.

I foil di questo catamarano sono una novità rispetto a quelli che si sono visti sino ad ora. Come mostra il disegno qui sopra le lamine sono tipicamente attaccate ai due scafi e formano un angolo tale che quando la barca inizia a navigare in velocità, si alza.

Questo fornisce un’ulteriore portanza durante la planata. L’Aquila 36 è poi tra le poche imbarcazioni da diporto a motore disponibili con i foil. Conosci già le altre? Eccole!

Ecco 4 barche a motore che volano già oggi (clicca qui)

Un po’ di numeri ce li da Lex Raas, Presidente Aquila di MarineMax che commenta così questa nuova barca “Questi nuovi foil sono stupefacenti per la loro capacità di migliorare le prestazioni, i consumi e la maneggevolezza della già spettacolare Aquila 36. Gli incrementi di efficienza si sono dimostrati in media superiori al 30%.”

I VANTAGGI DEI FOIL? ECCOLI IN 4 PUNTI

Meno attrito – Il sistema foil, sollevando gli scafi, riduce il contatto tra l’opera viva (parte immersa della barca) e l’acqua. Questo permette alla barca di andare avanti più facilmente, come se fosse più leggera.

Meno benzina – Se la barca fa meno attrito serve meno carburante per raggiungere una determinata velocità. Questo si traduce in un risparmio per l’armatore ed in una maggiore sostenibilità.

Più velocità – Con i foil è possibile raggiungere alte velocità anche con una motorizzazione meno potente a vantaggio del divertimento in navigazione.

Più stabilità – Oltre a questo anche il comfort di navigazione con piccole onde è migliore. La barca volando sull’acqua evita il contatto mantenendo sempre l’assetto.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Barche cult, la vera storia del primo Princess 45 (14 m)

Il mondo della nautica non è fatto solo di scafi nuovi e scintillanti, appena usciti di cantiere. Anzi, per la maggior parte, si compone di scafi usati, barche passate anche per diverse mani e che, nonostante tutto, nonostante le miglia,