Come rifare la coperta: teak, resina o sughero?

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Coperta in CoolDeck – Resina lavorata da Refit Style

Quando si parla di rivestimento per la coperta, oggi le alternative al teak che esistono in commercio sono molte, da quelle sintetiche a quelle naturali come il sughero. I vantaggi di sostituire il teak con un rivestimento diverso sono diversi, e stanno convincendo sempre più armatori a scegliere soluzione alternative. In fase di acquisto di un’imbarcazione nuova, moltissimi cantieri propongono oggi il sintetico o il sughero tra le opzioni al futuro armatore, ma sono materiali perfetti anche per il refit di una barca usata.

La resina 100% personalizzabile

L’ampio utilizzo di questo materiale da parte dell’industria crocieristica è  garanzia di sicurezza, validità e durata nel tempo.  La resina Cooldeck di Refit Style ha ottenuto infatti anche la certificazione per il rispetto delle norme di sicurezza e inquinamento marittimo dell’Organizzazione Marittima Internazionale. Sika è l’azienda che fornisce a Refit Style, in esclusiva per il mercato della nautica da diporto, la resina allo stato liquido. Successivamente la resina viene lavorata da Refit Style per colate, a seconda delle scelte del cliente. Questo tipo di lavorazione permette di scegliere lo spessore che si vuole, a differenza degli altri rivestimenti sintetici per i quali si è legati a spessori predefiniti. La resina è estremamente versatile e si può modellare in diverse forme e tagli. Si possono creare spessori che arrivano al massello, volendo anche con un’anima in alluminio per alleggerire la colata di resina mantenendo comunque la solidità del pezzo, ad esempio per realizzare dei tientibene. Oltre al vantaggio della personalizzazione, la resina è un prodotto leggero ma resistente all’usura e ai grassi, che mantiene quindi nel tempo aspetto e proprietà antiscivolo. È facile da pulire, non si crepa e non subisce deformazioni o cambi di colore e resiste molto bene alle alte temperature.


MarineCork: il sughero per la nautica

Coperta rivestita in sughero MarineCork

Chi decide di rinnovare la coperta della barca, o chi ne sta acquistando una nuova, da ormai qualche tempo ha a disposizione diverse possibilità alternative al teak. Un esempio è MarineCork, l’alternativa 100% naturale al teak, composto esclusivamente da sughero. Il sughero lavorato MarineCork è il materiale più leggero in commercio per rivestire la coperta. Oltre al peso, i vantaggi del sughero sono diversi. Bagnandosi aumenta le sue proprietà antiscivolo, incrementando il grip, il sughero inoltre è un isolante termico quindi non si scalda sotto al sole, non scotta i piedi e protegge la zona sottocoperta da caldo e freddo. Ma non finisce qui, perché il sughero è un materiale antivibrante, è un isolante acustico ed ha una resistenza meccanica eccezionale. È molto difficile che si rompa data la sua elasticità interna, è pensato per mantenere inalterata la sua colorazione nel tempo e inoltre non assorbe grasso, acqua, sangue di pesce o altro: non si macchia!

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Sistema di ormeggio autonomo - Brunswick-Apex

A.I. di bordo! Questo software ormeggia la barca al posto tuo

L’intelligenza artificiale sbarca nel mondo della nautica, con il progetto firmato Brunswick Corporation e Apex.Ai. Il gruppo americano di cui fanno parte – tra le altre – il marchio produttore di elettronica Navico, quello dei motori Mercury Marine e il

Jostyck Mercury - Compatibile con la gamma Verado

Il joystick ora è anche per barche con un solo fuoribordo

Mercury Marine ha presentato un nuovo sistema di manovra con joystick per controllare i motori fuoribordo della serie Verado. Il sistema è stato progettato appositamente per le imbarcazioni monomotore che montano un fuoribordo Mercury della serie Verado e permette di