Così questa barca volerà oltre i 500 km/h sull’acqua

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Diventare l’uomo più veloce della storia sull’acqua navigando a oltre 500 km/h? Una bella sfida, anche se tuo padre è l’attuale detentore del record. È la storia dei due australiani Ken Warby, l’uomo che ha navigato a 511 km/h nel 1978 e di suo figlio Dave, che si è costruito la barca con cui oggi vuole battere il record del padre.

Spirit of Australia II

Ci sono voluti oltre 5 anni di lavori per progettare e costruire Spirit of Australia II, nata dallo studio e dal miglioramente dell’attuale detentrice del record, Spirit of Australia, fatta da Ken Warby. Il lavoro è stato principalmente di alleggerimento e allungamento della barca e alcune modifiche al timone per ragioni di sicurezza.

Il risultato è che Spirit of Australia II ha quasi il 50% di potenza in più della barca originale (10.000 cavalli) ed è alimentata da un motore Rolls Royce Orpheus 803 preso da un aereo militare italiano dismesso: un caccia Fiat Gina G-91. La costruzione di Spirit of Australia II è stata condotta da Dave Warby, esperto costruttore di barche insieme al Warby Motorsport Team.

Per il gusto del record

Era il 1970 quando Ken Warby disegnò sul tavolo della cucina il progetto, comprò tre motori a reazione dimessi e  dedicò ogni momento libero a Spirit of Australia nel suo giardino coprendo la futura “barca più veloce della storia” in caso di pioggia con un telo.

Oggi a continuare la tradizione di famiglia è Dave Warby, che proverà prossimamente a battere il record. Il figlio d’arte è un esperto costruttore di barche e ha costruito idrovolanti da zero. Cresciuto nel mondo degli uomini da primato e della velocità, ora vuole battere il record del padre e diventare l’uomo più veloce della storia a navigare sull’acqua.

I record del futuro?

Se Dave e il suo team stanno lavorando con i motori a reazione, i nuovi appassionati di velocità sull’acqua stanno cercando di rendere i record…elettrici! Barche meno veloci e pericolose – la storia dei record è purtroppo funestata da tantissime vittime – ma altrettantanto complicate dal punto di vista tecnico. Andando a lavorare su propulsioni elettriche e non, tutti i risultati delle ricerche potrebbero anche contribuire nello sviluppo del diporto “eco-sostenibile”.

Ecco la barca elettrica più veloce del mondo. È una Jaguar da 145 km/h

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Così questa barca volerà oltre i 500 km/h sull’acqua”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Yamaha V Max SHO 175 CV

Yamaha aggiorna la linea di fuoribordi V MAX SHO

La gamma di fuoribordo V MAX SHO di Yamaha, che ha debuttato in Europa nel 2020, ha ricevuto un aggiornamento e un restyling. I modelli V MAX SHO sono quattro, con potenze da 90, 115, 150 e 175 cavalli, e

I salpa-ancora italiani conquistano gli USA. Li fa Quick

I salpa-ancora italiani conquistano gli USA. Li fa Quick

Quando si parla di barche a motore gli Stati Uniti d’America sono un punto di rifermento. Il motivo è chiaro, è il più grande mercato del mondo. In questo scenario il gruppo Quick, colosso internazionale degli accessori con sede in