Costa 1/2 della benzina “senza piombo” e alimenta un motore elettrico: sarà il carburante del futuro?

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

barche a motore idrogeno electriq

Non inquina, si ricarica in fretta e costa la metà della benzina senza piombo. Vi presentiamo quello che vuole diventare il carburante del futuro, sviluppato dalla israelo-australiana Electriq, conosciuta anche come Terragenic. Questa “benzina” è composta al 60% da acqua, da cui viene estratto idrogeno con la tecnologia Electriq: a questo punto l’idrogeno viene sfruttato per creare elettricità e muovere il mezzo. Il punto di partenza sono chiaramente le automobili, ma se trovasse applicazione su larga scala nell’automotive il passo con il mondo della nautica sarebbe molto breve.

Benzina e batteria VS carburante Electriq

Se uno dei grandi svantaggi dei motori elettrici, come anche gli avanzatissimi Tesla, sta nella bassa autonomia e nei lunghissimi tempi di ricarica, questa tecnologia supera il problema alla grande. Un confronto tra gli autobus elettrici ha mostrato che gli autobus alimentati a batterie forniscono un’autonomia di 250 km e richiedono fino a 300 minuti per la ricarica, mentre gli autobus alimentati con il carburante Electriq hanno raggiunto un’autonomia di 1.100 km e possono essere riforniti in 5 minuti (come le normali auto a benzina).

Questo innovativo combustibile liquido a base d’acqua è stabile a temperatura e pressione ambiente. Se confrontato con i concorrenti di energia verde come le batterie agli ioni di litio o le tecnologie a idrogeno compresso, Electriq raggiunge il doppio dell’autonomia a metà del costo. Sono stati risolti infatti i problemi di sicurezza nel costoso esercizio dell’idrogeno compresso e quindi Electriq è un’energia liquida che può sostituire il diesel tradizionale e i combustibili fossili, superando al tempo stesso i concorrenti “ecologici”.

Ecco come funziona

Il sistema Electriq contiene tre elementi chiave: il combustibile liquido Electriq che reagisce con un catalizzatore, Electriq Switch, per rilasciare idrogeno. Il combustibile esaurito non viene chiaramente “buttato via” o disperso nell’atmosfera, ma viene riportato in un impianto Electriq Recycling dove viene rifornito di idrogeno per il riutilizzo. L’intero processo, dalla produzione all’utilizzo al trasporto stesso del carburante sarebbe a zero emissioni, se tutti i “tasselli” del puzzle utilizzassero questa tecnologia.

Lanciata in occasione di EcoMotion 2018 “Smart Mobility Summit” di fine ottobre a a Tel-Aviv, Electriq ha un obiettivo molto chiaro: diventare disponibile presso il distributore di benzina locale.

IL MOTORE DEL FUTURO? ARRIVA NEL 2022!

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Sistema di ormeggio autonomo - Brunswick-Apex

A.I. di bordo! Questo software ormeggia la barca al posto tuo

L’intelligenza artificiale sbarca nel mondo della nautica, con il progetto firmato Brunswick Corporation e Apex.Ai. Il gruppo americano di cui fanno parte – tra le altre – il marchio produttore di elettronica Navico, quello dei motori Mercury Marine e il

Torna su