D37 Alinghi Red Bull, ecco la limited edition di De Antonio per l’America’s Cup

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

D37 Alinghi Red Bull Racing
Il nuovo De Antonio D37 Alinghi Red Bull Racing alla presentazione presso il Boot di Düsseldorf 2024

De Antonio, già partner dell’America’s Cup con il suo catamarano E23 (ve lo raccontiamo qui), torna sotto i riflettori dell’evento cogliendo il Boot di Düsseldorf 2024 come la perfetta occasione per presentare un nuovo open, un vero e proprio pezzo da collezione: il D37 Alinghi Red Bull Racing, disponibile in una serie limitata di 37 esemplari. Come mai Alinghi Red Bull Racing? Semplice, il nuovo D37 è frutto di un collaboration agreement tra la casa spagnola e il team svizzero, accordo che vedrà il D37 diventare la barca spettatori ufficiale di questa 37esima edizione di Coppa America. Insomma, arriva un nuovo open De Antonio, uno scafo completamente a tema che farà gola ai tanti appassionati della regata più famosa del mondo. Vediamolo meglio in anteprima.

De Antonio D37 Alinghi Red Bull Racing

Basato su uno dei più iconici scafi De Antonio, di fatto, il nuovo D37 è quello che potremmo intendere come l’America’s Cup Collector’s Edition del D36, ovvero una versione limitata, riprogettata e potenziata del D36 Open, già barca dell’anno nel 2023. Lungo 11.50 metri e forte di due nuovi fuoribordo Mercury Racing da 400 cavalli, il nuovo scafo sarà rigorosamente in tinta blu navy, completo di accenti in rosso, formando così i colori del team Alinghi, a partecipazione Red Bull Racing.

D37 Alinghi Red Bull Racing

D37 Alinghi Red Bull Racing – Design da collezione

“Il nuovo D37 Alinghi Red Bull Racing è un vero pezzo da collezione” sottolinea appunto Marc De Antonio, co-fondatore del marchio, aggiungendo come sia “progettato per gli amanti della vela e gli appassionati del team e della competizione in sè (l’America’s Cup ndr.). Un modello davvero speciale grazie alle finiture e alle alte performance, senza considerare che verrà reso disponibile esclusivamente quest’anno, in sole 37 unità.”

Un re-design speciale, quindi, che comprenderà esterni ed interni, oltre alla nuova motorizzazione che abbiamo già visto. Interni ed esterni quindi saranno in un nuovo blu-navy con accenni rossi, una combinazione che toccherà anche le rifiniture e gli arredi, complesi volante e poltrone in plancia, rigorosamente in pelle blu con cuciture rosse. A fare il paio, sottolineando l’attitude alla performance, il nuovo D37 vedrà anche diversi inserti in carbonio, oltre ai loghi Alinghi Red Bull Racing, inseriti in diversi punti del re-styling.

Scopri tutti i dettagli del De Antonio D36 Open nella nostra prova. La trovi qui di seguito:

De Antonio D36 Open, un cabinato walkaround di classe (11.5 m)

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

L'impianto di produzione di Chiavari - Sanguineti

Sanguineti cresce ancora e punta triplicare i ricavi nel 2026

Da una parte c’è una dimensione artigianale rappresentata da Sanguineti, un’azienda ligure di Chiavari con 65 anni di esperienza nella costruzione di equipaggiamenti ricercati e di alta qualità per superyacht. Specializzata nella produzione di passerelle, scale multifunzione, gru per tender,

Beneteau Swift Trawler 41

Come diventare skipper (in regola) e lavorare sulle barche

Lo aspettavamo da tempo e finalmente è arrivato. Ecco il decreto che spiega come si svolgerà l’esame per diventare “Ufficiale del diporto di II classe“. Questa nuova figura, pensata per l’Italia e le barche battenti bandiera italiana (anche adibite a