Ecco le 15 barche top che abbiamo visto a Cannes

Sunseeker Hawk 38
Barche a Motore N.10 è in edicola, ecco il meglio dal Salone di Genova
19 Settembre 2019
Due Mercury 450 Racing
TEST – Due fuoribordo Mercury 450r a 60 nodi, alzate il volume!
20 Settembre 2019
DutchCraft 56

DutchCraft 56

DutchCraft 56

DutchCraft 56

Abbiamo selezionato tre catamarani, cinque natanti e sette imbarcazioni tra le 650 imbarcazioni esposte a Cannes, 213 delle quali in anteprima assoluta. Più che una tendenza comune, oltre all’affermarsi di tipologie ibride che coniugano stili e forme differenti, c’è l’idea di trovare qualcosa di inedito nelle solite barche a motore. Alla base di tutto la volontà di dare più spazio possibile ad armatori e a ospiti. Talvolta anche a scapito della purezza delle linee, ma evidentemente al mercato piace così. In più i catamarani aumentano efficienza e diventano sempre più alternative reali ai motoryacht, mentre le barche piccole si infighettano e allettano per le finiture e gli spazi che non ti saresti aspettato fino a qualche anno fa.

Ecco, in rigoroso ordine alfabetico, il nostro florilegio

Astondoa 377 Coupé

Astondoa 377 Coupé

Astondoa 377 Coupé

Dal cantiere spagnolo un walkaround che si ispira alla balena per la sua forma inusuale, ma elegante. Tra le sue particolarità, una postazione di comando molto ricercata. Elettronica e strumenti di navigazione completi, volante rivestito in pelle. In più, possibilità di aggiungere l’elica di prua e i comandi del motore tramite joystick opzionale. L’intrattenimento degli ospiti è una priorità come si nota dal sistema audio preinstallato a bordo. Bello e funzionale il parabrezza senza montanti a protezione del pozzetto

Loa: 11,60 m; B.max3,70m; displ. 7.00 t; Motore: 2 x Diesel Volvo Penta D4-260 hp; cabine : 2 +1;

Azimut Atlantis 45

Azimut Atlantis 45

Azimut Atlantis 45

Compatto nelle forme esterne, un po’per le dimensioni un po’ per la tipologia coupé, questo arrivo nella parte iniziale del listino proposto dal cantiere di Avigliana colpisce per la linea attuale, con la prua che diventa verticale nella parte terminale della ruota. Con la murata  caratterizzata da una finestratura che corre per quasi tutta la lunghezza per dare luce agli interni, ma anche per assottigliare e rendere ancora più sportivo il profilo. Due cabine armatoriale a prua e una seconda a centro barca, con le cuccette che possono essere unite o separate e con la possibilità di avere un terzo posto letto. Due i bagni, entrambi con box doccia separata.

Loa: 14,60m; b.max: 4.25m; motore : 2 x Volvo IPS 600 (435 hp); cabine: 2

Aventura 10 Power CS

Aventura_10

Aventura 10

Oltre 1000 miglia di autonomia per il catamarano costruito dal cantiere tunisino che, grazie ai suoi neanche 10 metri di lunghezza rientra nella categoria natanti. Raggiunge 22 nodi di velocità massima e 15 di crociera, accomodando fino a sei persone in tre cabine, anche se, considerate le dimensioni, la versione con due cabine sembra più equilibrata. Rinnovato nel 2019 nel piano di coperta ha una nuova lounge in pozzetto perfetta per i momenti di relax.

Loa: 9,98m; b.max: 5,30m; displ: 7,00 t; Motore: Yanmar da 110 a 250CV X2; cabine: 3 o 4

Axopar 37 Sun Top

Axopar 37 sun top

Axopar 37 sun top

Ancora un restiling, ma sarebbe più corretto parlare di imbarcazione totalmente nuova per il produttore finlandese che ha disegnato una nuova carena al suo apprezzato 11 metri, ammiraglia della produzione e molto apprezzato sia come megayacht tender, chase boat o anche come stand alone. Le geometrie riviste hanno imposto una nuova altezza delle murate, aumentata, mentre rimane praticamente inalterato il layout di coperta e interni. Intrigante la livrea camo utilizzata per presentare il prototipo della versione Sun Top, praticamente un T Top allungato con la parte centrale in tela per poter soleggiare od ombreggiare il pozzetto a piacimento.

Loa: 11.50m; b.max: 3.50m; displ: 3.59 t; Motore: 2 x Mercury Verado V8 300hp/2 x Mercury L6 350hp; cabine: 1 0 2

Beneteau Gran Turismo 32

Beneteau Gt32

Beneteau Gran Turismo 32

Rientra nei natanti il piccolo della serie GT del colosso francese. Impostazione da coupé di massima condivisa con le sorelle maggiori, ma qualche dettaglio più intrigante, come le vetrate della tuga più ampie e con meno interruzioni e il passaggio verso prua che avviene dall’interno e non dal passavanti. Davvero notevoli per superficie a disposizione le due aree prendisole: con quella di prua che nasce da tre chiaise longue praticamente fuse insieme; e quella del pozzetto che prende forma e sostanza dalla dinette esterna. Sottocoperta, la dinette è trasformabile nella cabina più ampia, mentre altri due posti letto si trovano nella cabina a centrobarca sotto il pozzetto. Uno il bagno con doccia separata. Disponibile sia con motorizzazione entrobordo, sia fuoribordo

Loa: 9.950m; b.max: 3.35m; displ: 5.40 t; Motore: max 700 cv; cabine: 2

Cranchi Endurance 30 New

Cranchi Endurance30

Cranchi Endurance30

Aspetto da open e coperta da walkaround per il nuovo arrivo del secolare cantiere di Piantedo. Nonostante le dimensioni da natante all’aperto si trovano due areee prendisole ben distinte e una dinette che ospita con agio sei adulti. Fedele alla tradizione Endurance la motorizzazione rimane entrofuoribordo per garantire una spiaggetta poppiera sgombra da ogni impiccio. Sottocoperta Christian Grande ha posizionato una dinette trasformabile in una conoda cuccetta matrimoniale a prua e una seconda cabina a centrobarca dietro la visivamente leggera scala di discesa.

Loa: 9.80m; b.max: 2.98m; displ: 3.50 t; Motore: Volvo Penta da 300 a 400 cv; Cabine: 2

Dutch Craft DC 56 Cabin

DutchCraft-56 cabin

DutchCraft-56 cabin

Alcuni puristi potrebbero storcere il naso, anche se dovrebbero averlo ormai perennemente storto stando a quanto è proposto oggi anche dai più rinomati cantieri in termini di linee inusuali, ma questa opera della cantieristica olandese è molto intrigante per le soluzioni abitative. Se fosse una lezione di geometria sarebbe tutta concentrata verso le dimensioni superiori: altezze, superfici e volumi qui sembrano elevati a potenza in una barca che pur non essendo piccola, offre molto più in termini di vivibilità di quanto ormai siamo abituati a pensare quando si parla di una barca media come è considerato oggi un 17 metri. Basti dire che anche nel ponte ntte il cielino è sopra i due metri d’altezza e che il gavone esterno è profondo oltre 1,65 metri. Il resto? in proporzione…

Loa: 17.07m; b.max: 5.06m; displ: 22.00 t; Motore: Volvo Penta da 870 cv; Cabine: 4

Evo R6

EvoR6

EvoR6 di Evo Yachts

Ormai in coperta i transformers Evo li conosciamo. Le sponde Xtensions con un sistema di piani rototraslanti, modificati su questo modello rispetto ai precedenti, permettono di avere una superficie continua e modulabile in coperta raggiungendo i 7,5 metri di larghezza. Inoltre, ampliando la spiaggetta, si ha a disposizione lounge, un solarium con chaise longue integrate, o un open space per feste. Ma a colpire è anche il lavoro che Valerio Rivellini ha svolto all’interno sfruttando in maniera quasi maniacale tutti gli anfratti disponibili per avere uno scafo sportivo fuori e infinito dentro.

Loa: 17.71m; b.max: 5.25-7.50m; displ: 25.00 t; Motore: Volvo Penta IPS 800/950; Cabine: 2+1 crew

Fountaine Pajot MY 40

Fountaine Pajot MY40

Fountaine Pajot MY40

Continua a sfornare multiscafi il gruppo francese, forte della recente acquisizione di Dufour, storico cantiere attivo nella vela. Questo 12 metri colma il vuoto di gamma tra il 37 e il 44. Più simile al 44 che al 37 come impostazione generale colpisce per le geometrie nette degli scafi nella parte emersa e nell’opera viva, molto attuali con linee spigolose e ben definite. Il flybridge è riparato da un sun top apribile. Due le versioni di interni entrambe con tre cabine e due bagni, con la possibilità di scegliere se la terza è matrimoniale o a letti gemelli.

Loa: 12.35m; b.max: 5.96m; displ: 13.50 t; Motore: Volvo Penta IPS 400/500; Cabine: 3

Frauscher 1414 Demon Air

Frauscher 1414 Demon air

Frauscher 1414 Demon air

Non si direbbe osservandolo fuori contesto o senza nessuno a bordo che si sta guardando una barca di 14 metri, tanto è proporzionato. A richiamare l’attenzione oltre ai “soliti” dettagli di design del marchio austriaco che, c’è poco da fare, sono sempre belli e azzeccati, alcuni elementi spiccano ulteriormente, come il T Top interamente in fibra di carbonio a vista con un’attenzione quasi maniacale al raccordo delle fibre nelle varie parti. Strepitoso anche il design interno, che nonostante i 14 metri rimane impostato da dayboat o weekender la massimo, con abbondante uso di legno e di particolari insoliti come i pannelli retroilluminati posizionati a murata.

Loa: 13.90m; b.max: 3.90m; displ: 10.00 t; Motore: Volvo Penta  2 x 400 cv; Cabine: 1

Invictus CX 270

Invictus 270CX

Invictus 270CX

Il nuovo CX270 evolve dal CX280, capostipite della nuova genia di barche disegnate da Christian Grande per il cantiere calabrese. A fare da padrone in questa tipologia di natanti lo spazio in coperta soprattutto nella zona prodiera in cui la superficie fruibile è esaltata dalle murate con sezione a tulipano. Stand up dio guida trasformabile in seduta per la dinette in pozzetto. La motorizzazione rimane fuoribordo, con una coppia di propulsori da 220 cavalli. Sottocoperta, un locale trasformabile in dinette o cabina e locale bagno separato.

Loa: 8.01m; b.max: 2.70m; displ:2.50 t; Motore:max 400 cv; Cabine: 1

Lekker Boats Damsko 1000

Lekker Damsko 1000

Lekker Damsko 1000

L’idea del gozzo rivista in chiave nordica, con una barca paciosa nell’aspetto esterno, con la forma a mandorla e le alte murate, ma scattante in navigazione. Certo, per garantire spinta idrodinamica a poppa sono stati aggiunti dei pattini che modificano le pure forme della tradizione, ma non è né la prima né sarà l’ultima e in più si ottiene una coppia di plancette utili per il bagno e soprattutto si fanno raggiungere a questo natante i 30 nodi di velocità massima. Presentata in due versioni, pura pic-nic boat totalmente aperta e con sedute lungo tutto il perimetro, oppure con coperta pontata a prua e cabina.

Loa: 10.00m; b.max: 3.60m; displ: 3.60 t; Motore: Mercuiser 350-430 cv; Cabine: 1

Lomac Gran Turismo 12.0

Lomac Granturismo 12.0

Lomac Granturismo 12.0

L’unico gommone della rassegna è un tipico esempio della qualità del cantiere guidato dalla famiglia Lomanto. Disegnato da Federico Fiorentino è sportivo, ma senza eccessi muscolari. T Top che protegge la postazione di guida e raccordato dal parabrezza inclinato alla tuga dai tipici “occhi” allungati. Qui sotto è posizionata la cabina matrimoniale con bagno separato, anche se la vocazione di questo rib èla giornata all’aperto. A prua solarium trasformabile in dinette e a poppa oltre al prendisole posizionato all’estrema poppa, anche un tavolo a scomparsa per la dinette in pozzetto. La propulsione è fuoribordo e la velocità di punta con la massima potenza supera i 57 nodi.

Loa: 11.50m; b.max: 3.51m; Motore: Yamaha max 3 x 300 cv; Cabine: 1

Phiequipe MB 21 Levriero

Phiequipe 21 Levriero

Phiequipe 21 Levriero

Il cantiere toscano specializzato in piccole, ma ricercate barche, propone il secondo modello della gamma Levriero, quarto esemplare dell’offerta che finora andava dagli 11 ai 18′.  Il modello che ha debuttato a Cannes a prua ha una zona conviviale a C trasformabile in prendisole. La consolle di guida è in posizione centrale e oltre alla seduta prodiera, al suo interno nasconde un gavone trasformabile in locale wc e il sedile basculante può diventare estensione del prendisole poppiero. Il calpestio su un unico livello si conclude con una spiaggetta poppiera, fruibile nonostante la presenza del motore fuoribordo.

Loa: 6.20m; b.max: 2.45m; displ: 1,30 t; Motore: Suzuki 300 cv; Cabine: 1

Silent Yachts Silent 55s2

Silent Yachts Silent 55

Silent Yachts Silent 55

Il primo catamarano a motore totalmente elettrico e con autonomia transoceanica arriva rivisto nei contenuti tecnici. Ora ha una coppia di motori elettrici da 250 kW, e 210 kWh di capacità della batteria. Il cantiere ha inoltre migliorato la riduzione del rumore. Con 30 pannelli solari ad alta efficienza con una potenza nominale di circa 10 kilowatt di picco utilizza regolatori di carica solare e batterie al litio, che forniscono capacità per la crociera notturna, mentre un inverter da 15 kVA che fornisce energia per tutti gli elettrodomestici

Loa: 16.70m; b.max: 8.46m; displ: 14.00 t; Motore: TM4; Cabine: 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *