Emergenza in mare: Furuno lancia EPIRB1 Pro, il più compatto del mondo

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

SafeSea EPIRB1 Pro
Epirb1 pro

EPIRB1 Pro, Furuno lancia l’Epirb più compatto del mondo

Cos’è l’Epirb? È uno di quegli strumenti che chi fa lunghe navigazioni dovrebbe sempre avere con sé. Come funziona? In caso di emergenza, l’Epirb è l’unico strumento salvavita che segnala con precisione dove si trova la barca in difficoltà e allerta i soccorsi. In sostanza, se state affondando, l’Epirb può rappresentare la vostra salvezza nell’avvisare i soccorsi. Leggi qui come funziona l’Epirb nel dettaglio e quando è obbligatorio averlo a bordo.

EPIRB1 Pro Furuno

Torniamo alla novità, cioè il nuovo Epirb1, il più compatto al mondo. In caso di affondamento dell’imbarcazione, l’EPIRB1 Pro si sgancerà automaticamente dalla custodia ed emergerà in superficie attivandosi automaticamente al contatto con l’acqua.

Panoramica dell’EPIRB1 Pro

  1. Tasto ON (sotto l’aletta)
  2. Indicatore LED
  3. Linguetta da rompere
  4. Antenna
  5. Luce stroboscopica
  6. Tasto TEST
  7. Cordino sotto la fascetta di gomma

SafeSea EPIRB1 Pro Sistema COSPAS/SARSAT

Il SafeSea EPIRB1 opera con il sistema Cospas-Sarsat, che utilizza tre reti satellitari, tra cui il nuovo MEOSAR.

Tale sistema può calcolare la posizione utilizzando tecniche di elaborazione Doppler ed è meno suscettibile ad ostruzioni che potrebbero bloccare il segnale in una data direzione. Inoltre incorpora un ricevitore GPS a 66 canali  per una trasmissione immediata dell’allarme e per una maggiore precisione nel fornire le coordinate di posizione.

L’Ocean Signal SafeSea EPIRB1 Pro comunica la posizione ai servizi SAR in tre modi:

  • tramite il sistema satellitare da 406MHz Cospas-Sarsat con posizione fornita da un ricevitore GPS integrato;
  • tramite un segnale da 121,5 MHz;
  • tramite luce stroboscopica LED per massimizzare la visibilità in condizioni di scarsa illuminazione.

SafeSea EPIRB1 Pro

Una volta attivato, SafeSea EPIRB1 trasmette, tramite collegamento satellitare, la posizione e l’ID univoco dell’utente ad un Centro di Coordinamento Soccorso.

L’Ocean Signal EPIRB1 opera in un intervallo di temperatura compreso tra i -20°C e 55°C ed è impermeabile fino a 10 metri di profondità. L’EPIRB trasmetterà il segnale per 48 ore, allo scopo di mantenere i servizi di soccorso aggiornati più a lungo.

 

Batterie dell’EPIRB1 Pro: quando cambiarle

L’Epirb1 contiene batterie al litio ad alte prestazioni. In base alle normative italiane, la batteria deve essere sostituita ogni 4 anni presso un centro autorizzatoIl nuovo EPIRB1 PRO (CAT1, a rilascio automatico) insieme all’ EPIRB1 (CAT2, a rilascio manuale) andranno a sostituire la serie E100 / E100G, prodotti usciti di produzione, ma ancora disponibili fino ad esaurimento scorte. Clicca qui maggiori dettagli sull’EPIRB1 Pro e su EPIRB1

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

barca chiara ferragni

Ferragni o Fedez? Chi si prende la barca dei Ferragnez?

A chi andrà “Raviolo” dopo la separazione tra Chiara Ferragni e Fedez che ha fatto impazzire il web? Raviolo è il nome del motoscafo Riva in legno che la coppia, quando era ancora assieme, ha deciso di acquistare nell’estate del

Ecco il primo fuoribordo a idrogeno per le barche “normali”

Di motori elettrici, finora, ne abbiamo visti tantissimi. Dai piccoli di Torqeedo al potentissimo Evoy da 300 cavalli. Concentriamoci sui fuoribordo. In questo scenario entra “a gamba tesa” Yamaha (forte anche dell’acquisizione recente di Torqeedo) e sotto le luci dei riflettori

Torna su