Il fuoribordo elettrico da 40 kW che ti spinge per un’ora a 19 nodi

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

ePropulsion X40
ePropulsion X40

I motori della nuova serie elettrica X di ePropulsion sono ancora più leggeri e compatti e si distinguono per la nuova silhouette ad ingombro ridotto, che permette l’utilizzo anche su specchi di poppa poco spaziosi. Sono stati lanciati da poco e sono disponibili con potenze da 12, 20 e 40 kW. Le velocità massime vanno dai 16 nodi del modello da 12 kW ai 20 di quello da 40 kW, con autonomie comprese all’incirca tra 15 e 22 miglia.

Com’è il nuovo fuoribordo da 40 kW di ePropulsion

Secondo ePropulsion, il motore fuoribordo elettrico più potente della nuova serie X, ovvero l’X40, è più leggero del 20% rispetto ai motori tradizionali di pari potenza, ed è in grado di fornire una potenza di 40kW. Il gruppo propulsore è stato reso ancora più efficiente e raggiunge ora l’88,2%, il livello più alto nel settore.

L’X40 abbina design elegante e compattezza, contenendo all’interno di un’unica unità lo sterzo, il trim, l’unità di controllo elettrico (ECU) e il controller del motore. A bordo del nuovo motore è stata ingegnerizzata la nuova ePropulsion Smart System Architecture (eSSA) che è stata progettata per garantire una configurazione facile, sicura ed affidabile su qualsiasi tipologia di imbarcazione.

Le caratteristiche innovative dell’X40

Il fuoribordo elettrico X40 di ePropulsion è dotato di una tecnologia che smorza la maggior parte delle vibrazioni e riduce al minimo il rumore e la risonanza, isolando il motore e l’imbarcazione dov’è montato. L’unità è dotata di un servizio di connettività all’avanguardia che fornisce, tramite l’app per smartphone, aggiornamenti sullo stato del motore in tempo reale, monitoraggio avanzato, reportistica e tracciamento preciso degli itinerari e delle ore motore/batteria.

Un’ampia gamma di accessori è disponibile all’acquisto per migliorare il fuoribordo X40, tra cui l’acceleratore smart ePropulsion, il timone digitale, il display intelligente, le eliche, la batteria G102-100 (più potente di quella di serie) e il caricatore solare.

Scheda tecnica ePropulsion X40

Potenza utilizzata (kW) 10 | 20 | 40
Velocità (nodi) 6.8 | 8.28 | 19,4
Durata della batteria (ore) 4 | 2 | 1
Autonomia (miglia) 31.3 | 19.1 | 22.3
Peso 104 (L) – 106 kg (XL)
Lunghezza albero (mm) 508 (L) – 635 mm (XL)
Voltaggio nominale (V) 96

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

8 commenti su “Il fuoribordo elettrico da 40 kW che ti spinge per un’ora a 19 nodi”

  1. Oltre al titolo acchiappa click (che non condivido) trovo peggio la scheda tecnica pubblicata.
    1 ora a 36 nodi su che scafo?
    Come si fa a determinare velocità ed autonomia senza dire dove è montato?
    Così si genera confusione, non informazione.

    1. Io punterei su un Motore Fuoribordo Elettrico, SOLO come Ausiliario, ma con la Batteria Staccata dal Motore , con una Percorrenza di 10-15 miglia Nautiche e con un Peso Decente al Massimo di 20-30 kg. !!!!!!

  2. Grazie della segnalazioni, l’articolo è stato preparato sulla base di un’altra scheda tecnica errata. Ora è stato aggiornato con i dati corretti.

    Redazione Barche a Motore

    1. Non è possibile dichiarare autonomie e prestazioni senza alcuna informazione su condizioni al contorno: scafo, massa a vuoto è pieno carico… mah!

  3. Ma cosa vanno cercando con questi motori elettrici. Nell’ambiente salmastro, i componenti elettrici ed elettronici danno problemi gia’ sui 4 tempi, figuriamoci sui motori elettrici. Ho aquistato nel 2016 un mercury four stroke f30elpt. Beh dopo 3 anni e 1 mese appena scaduta la garanzia ho dovuto farlo fuori. Sensori di temperatura, sensori di mappatura, chi ne ha di piu’ ne metta, fino ad arrivare alla centralina. Neanche il concessionario mercury ha saputo darmi spiegazioni. So solo che il motore nuovo pagato 4000€ l’ho riparato, altre 1500€ e l’ho venduto di corsa a meno di 2000€ per la svalutazione. Solo i vecchi motori a due tempi e quei diesel delle vecchie barche, sono efficaci in mare perche’ privi di elettronica, e un 3 cilindri ad esempio ti riponta a terra anche a 1 cilindro. Mi raccomando a rendere pubblico questo commento, perche’ questa e’ la realta’ dei fatti. I motori marini sono stati concepiti per fregare i soldi. Come mai un honda 40 cavalli 4 tempi a carburatori, monta il motore uguale a quello della matiz, sulla macchina che pesa circa 8 quintali con 50 euro di benzina fai almeno 500/600 km e con
    il fuoribordo in questione montato su un gommone a peso complessivo 2,5/3 quintali, non ne fai nemmeno 100 con mare piatto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Ecco il primo fuoribordo a idrogeno per le barche “normali”

Di motori elettrici, finora, ne abbiamo visti tantissimi. Dai piccoli di Torqeedo al potentissimo Evoy da 300 cavalli. Concentriamoci sui fuoribordo. In questo scenario entra “a gamba tesa” Yamaha (forte anche dell’acquisizione recente di Torqeedo) e sotto le luci dei riflettori

Sistema di ormeggio autonomo - Brunswick-Apex

A.I. di bordo! Questo software ormeggia la barca al posto tuo

L’intelligenza artificiale sbarca nel mondo della nautica, con il progetto firmato Brunswick Corporation e Apex.Ai. Il gruppo americano di cui fanno parte – tra le altre – il marchio produttore di elettronica Navico, quello dei motori Mercury Marine e il

Jostyck Mercury - Compatibile con la gamma Verado

Il joystick ora è anche per barche con un solo fuoribordo

Mercury Marine ha presentato un nuovo sistema di manovra con joystick per controllare i motori fuoribordo della serie Verado. Il sistema è stato progettato appositamente per le imbarcazioni monomotore che montano un fuoribordo Mercury della serie Verado e permette di