Evo R+ (18 m), il nuovo motoscafo sportivo con design da supercar

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Evo Yachts, il marchio di proprietà del cantiere casertano Blu Emme Yachts, nato nel 2013 come società di refitting e allestimento yacht di lusso, partecipa al Cannes Yachting Festival 2023 con un’anteprima mondiale: Evo R+. Questo nuovo 18 metri ruota attorno a due dei concetti cardine della linea R: convivialità e versatilità. Sportivo e al tempo stesso funzionale, Evo R+ si presenta con un ponte di coperta chiuso e un’innovativa piattaforma di poppa, che lo rendono ideale per le lunghe permanenze a bordo all’insegna del più totale comfort.

Evo R+

Dal look moderno e minimal, con linee che si ispirano al mondo delle auto sportive di lusso, Evo R+ è uno yacht di quasi 18 metri, per una larghezza di 5.31 metri, pensato per lunghe permanenze a bordo. Il ponte di coperta chiuso e la notevole altezza degli ambienti interni, progettati dal cantiere in collaborazione con Valerio Rivellini, garantiscono un livello di comfort molto elevato.

La tuga nera in alluminio, con delle forme geometriche e spigolose, enfatizza il fascino del profilo sportivo che richiama il design delle supercar. La postazione di comando è completamente circondata da vetrate: luminosissima e raffinata, come tutto il Main Deck, offre una vista panoramica a 360 gradi, con aperture che invitano a godere della ventilazione naturale. Il fresco, anche d’estate, è comunque garantito da un potente impianto di condizionamento.

NX340 e NX270: 2 natanti (sotto i 10 m) da vedere al Salone di Genova

Evo R+ – Coperta

La zona giorno, con un salotto versatile, una cucina accessoriata lungo il lato di dritta e un tavolo per il pranzo a sinistra completa il ponte principale. Una seconda cucina è stata pensata nel Lower Deck, provvista di un ampio mobile cantinetta e di un grande frigorifero, ma l’armatore può anche scegliere di optare per una sola cucina sul ponte principale, più ampia di quella presente sul modello esposto a Cannes, spostando la dinette sotto.

Le ampie vetrate della tuga di Evo R+ offro una visuale a 360° sul mare
Le ampie vetrate della tuga di Evo R+ offro una visuale a 360° sul mare

Nell’area di poppa trova spazio un prendisole molto ampio, trasformabile in tavolo, e un grande mobile bar dotato di frigorifero, icemaker ed un ampio lavello. Particolare e innovativa è la piattaforma di poppa, dotata di una seduta che scende in acqua in solido con essa. Anche su questo modello di Evo Yachts trovamiamo le famose sponde Xtensions, marchio di fabbrica del cantiere, che un sistema di piani rototraslanti permette di estendere la superficie della zona di poppa senza abbattere le murate.

La piattaforma di poppa di Evo R+, dotata di una seduta che scende in acqua in solido con essa
La piattaforma di poppa di Evo R+, dotata di una seduta che scende in acqua in solido con essa

Evo R+ – Interni e cabine

Sottocoperta ritroviamo lo stile essenziale, con linee pulite, semplici e squadrate del cantiere. Per gli ambienti interni sono stati scelti tessuti caldi, come l’alcantara, e la palette di basa su un’armonia di tre colorie materiali: bianco, teak e carbonio.

Particolari gli interruttori delle luci, dalla forma esagonale, che sembrano più elementi decorativi di design che oggetti funzionali. La motorizzazione è affidata a 2 IPS 950 Volvo Penta. Le prestazioni previste si attestano intorno a 33 nodi per la massima e 27 nodi per la velocità di crociera.

Giacomo Barbaro

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

L'impianto di produzione di Chiavari - Sanguineti

Sanguineti cresce ancora e punta triplicare i ricavi nel 2026

Da una parte c’è una dimensione artigianale rappresentata da Sanguineti, un’azienda ligure di Chiavari con 65 anni di esperienza nella costruzione di equipaggiamenti ricercati e di alta qualità per superyacht. Specializzata nella produzione di passerelle, scale multifunzione, gru per tender,

Beneteau Swift Trawler 41

Come diventare skipper (in regola) e lavorare sulle barche

Lo aspettavamo da tempo e finalmente è arrivato. Ecco il decreto che spiega come si svolgerà l’esame per diventare “Ufficiale del diporto di II classe“. Questa nuova figura, pensata per l’Italia e le barche battenti bandiera italiana (anche adibite a