Mercury accelera sull’elettrico: 5 fuoribordo elettrici entro il 2023

ISA Super Sportivo 100 GTO
Veloce come pochi. Così il nuovo ISA Super Sportivo 100 GTO (30 metri) vola a 50 nodi
11 Maggio 2021
3.100 miglia in gommone da Genova a Kastellorizo sulla rotta del film “Mediterraneo”
12 Maggio 2021

Entro il 2023 Mercury Marine americana lancerà cinque nuovi modelli di fuoribordo elettrici sul mercato. L’obiettivo è chiaro, Brunswick, gruppo proprietario del marchio Mercury, vuole essere il leader di mercato sia nella propulsione marina convenzionale che in quella elettrica entro la fine di quell’anno. Questo (e tanto altro) è emerso durante l’Investor Day 2021 del gruppo.

Dopo il lancio del primo fuoribordo V12 da 600 cavalli, Mercury Marine continua il 2021 con altre novità molto interessanti.

Mercury Marine,5 nuovi fuoribordo elettrici

Circa una barca su due nella flotta di imbarcazioni da diporto degli Stati Uniti, che conta circa 10-12 milioni di imbarcazioni, è equipaggiata con un fuoribordo Mercury. Questo dà le dimensioni del marchio di motori del gruppo Brunswick. Ora però è il momento della Next Wave. Attrarre una nuova generazione di diportisti, semplificargli la vita in barca al massimo e allo stesso capirne le esigenze.

Il gruppo Brunswick sta vivendo un momento di enorme successo. Un segno su tutto è che nonostante i lunghi tempi di consegna legate alla pandemia, le vendite al Palm Beach Boat Show, il primo salone nautico della stagione, sono aumentate del 223% rispetto al 2019.

Brunswick vuole abbassare l’età media dei suoi utenti e se a questo aggiungiamo anche che i diportisti di domani saranno sicuramente molto attenti all’elettrico, eccoci al punto. L’elettrificazione delle applicazioni marine presenta  più sfide rispetto alle applicazioni su strada, ma Brunswick confida di avere le carte in regola per avere un impatto trasformativo sull’elettrificazione marina.

Vi ricordate del Sea Ray SLX-R 400e, tra le barche più innovative del 2020? Questa barca è stata la prima ad essere dotata di sistema Fathom e-Power che sostituisce il tradizionale generatore a bordo. In sostanza il cantiere americano ha affidato l’approvvigionamento energetico per il funzionamento dei sistemi di bordo (aria condizionata, luci, acqua calda, ecc…) a un banco batterie agli ioni di litio con capacità di 22 kWh, la cui autonomia senza ricarica è di 8 ore.

“Lanceremo cinque nuovi modelli di fuoribordo elettrici – ha annunciato Chris Drees, presidente di Mercury Marine – entro il 2023. E vogliamo che Mercury sia il leader del mercato della propulsione marina sia convenzionale che elettrica entro la fine di quell’anno.”

Una nautica non solo elettrica, ma anche semplificata con Advanced Systems Group. L’esperienza di bordo deve diventare la migliore possibile e per farlo Brunswick sta preparando diverse novità. Ad esempio i costruttori di barche stanno passando dal fornire un controllo analogico a bordo a fornire esperienze più coinvolgenti alimentate digitalmente a bordo e fuori bordo. Inoltre, è in aumento dell’adozione della tecnologia delle batterie agli ioni di litio per alimentare sia la propulsione che i sistemi domotici di bordo.

Entro il 2023, Mercury e ASG lanceranno insieme 5 prodotti di propulsione elettrica, con il lancio dei primi prodotti nel 2022. Nello stesso periodo di tempo, la ASG prevede di aver installato 15.000 sistemi avanzati di batterie in sostituzione dei generatori di motori a combustione interna.

Il futuro è elettrico: quattro barche elettriche

Fathom elimina la necessità di un generatore ed è alimentato da batterie agli ioni di litio Mastervolt, altro marchio Brunswick. In questo modo si naviga senza rumore o vibrazioni a bordo. Brunswick è stato il primo produttore di barche al CES (Consumer Electronics Show) dello scorso anno, mostrando il Sea Ray SLX-R 400e – con il sistema di generatore Fathom ePower.

Da Brunswick, in collaborazione con Mercury e ASG, arriveranno quattro barche elettriche per quattro segmenti diversi, entro il 2023. Quattro applicazioni si concentreranno su segmenti in cui i tipici casi d’uso si prestano facilmente alla propulsione elettrica, come la crociera a bassa velocità o la breve durata a velocità più elevate.


SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DI BARCHE A MOTORE

Interviste, prove di barche, webinar. Tutto il mondo delle barche a motore, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

NON PERDERTI I MIGLIORI ARTICOLI! 

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

1 Comment

  1. Tpz32 ha detto:

    In vista di un futuro in cui la Green Economy vorrebbe il mondo sommerso da batterie esauste, si pensi prima a come smaltirle in modo efficiente (cioè senza dispendo di milioni di kWh) e a come alimentarle (cioè senza produrre ulteriori tonnellate di scorie radioattive). Non mi si venga a raccontare che tutta questa fame di energia elettrica verrà soddisfatta con pannelli solari ed eolico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *