Fuoribordo & Eliche | Quello che ancora non sai sulla generazione “Watergrip”

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

suzuki watergripLa vita di una barca che monta un motore fuoribordo è legata in maniera strettissima alla sua elica. Per ottenere le prestazioni migliori, la stabilità e la manovrabilità giusta si passa sicuramente da un’elica efficace a seconda del modello. Il trend che sta vedendo i motori fuoribordo approdare anche su barche che solitamente avrebbero montato un entrobordo sta spingendo i costruttori a sviluppare e a perfezionare sempre di più queste macchine: l’elica, che è parte integrante del fuoribordo, non poteva certamente restare esclusa da questo processo.

Suzuki e la generazione “Watergrip”: più coppia, potenza e facilità nella manutenzione

Il DF350A è il fuoribordo più potente di Suzuki e rappresenta lo stato dell’arte per quanto riguarda la casa di Hamamatsu nel suo comparto marino. Presentato lo scorso anno è il risultato di studi e ricerche molto approfonditi che hanno riguardato anche le eliche. Da questo traguardo è derivata una rivisitazione di tutti i modelli di elica più potenti della casa giapponese – dal 150 al 300 cavalli.  Le nuove forme delle pale aumentano le doti di coppia e potenza di questi motori Suzuki ad alte prestazioni. Importante anche l’introduzione di un tipo di boccola nuova che comprende un silent block facilmente intercambiabile, senza l’uso di strumenti particolari. Un importante dettaglio sta nell’aver portato avanti il progetto con un disegno che impedisce lo “slittamento” dell’elica, anche quando i carichi sono particolarmente ampi. Al momento sono disponibili le eliche Watergrip con diametro da 16″. Le eliche Watergrip con diametro da 14″ e da 15″, invece, saranno disponibili a partire da dicembre 2018.

L’importanza cruciale dell’elica nel fuoribordo

L’elica non è un semplice accessorio, ma parte integrante del motore e come tale va scelta con attenzione. Le eliche non sono tutte uguali e prima di sceglierne una di passo diverso per la propria barca è sempre meglio chiedere ad un tecnico specializzato, ricordando che ogni costruttore studia in modo specifico i propri motori con eliche particolari.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche