Fuoribordo Suzuki: a tu per tu con il DF200A

Barche usate: Bavaria Sport 39, un modello eclettico
4 Gennaio 2020
Arriva il Wally da 55 nodi con 4 fuoribordo Mercury da 450 cavalli
4 Gennaio 2020
Fuoribordo Suzuki df200a su Invictus

Fuoribordo Suzuki DF200a su Invictus

Fuoribordo Suzuki df200a su Invictus

Fuoribordo Suzuki DF200a su Invictus

Il DF200A Suzuki è un motore fuoribordo di fascia medio alta, con quasi tutte le caratteristiche dei modelli top di gamma (come il DF300 e il “gigante” DF350A). Grazie ad una coppia ben distribuita su tutta l’erogazione, anche grazie alla grossa cilindrata (2.867 cc.) questo motore riesce a “spingere” in modo efficace sin dai bassi giri.

Il best seller di Invictus si mette i fuoribordo

Fuoribordo Suzuki: DF200A

Disporre di tanta potenza fin da subito permette di fare accelerazioni energiche. In questo aiuta anche lo sviluppo delle eliche Watergrip recentemente sviluppate proprio da Suzuki per i suoi fuoribordo, da 150 a 350 cavalli. Sono disponibili con diametro da 14”, 15” e 16” e ottimizzano il rendimento soprattutto quando si motorizzano scafi dal dislocamento importante e, quindi, anche nel caso di installazioni multiple, con due o più fuoribordo.

Il gruppo termico del fuoribordo Suzuki da 200 cavalli, DF200 è un quattro cilindri in linea con 16 valvole DOHC, con albero a camme in testa e sistema di fasatura variabile. Il VVT lavora già a 700 giri ed estende il suo funzionamento fino al limite massimo di rotazione, contribuendo a dosare l’erogazione in maniera puntuale in ogni condizione di carico, sfruttando così al meglio l’elevato rapporto di compressione, ben 10,2:1, che porta in dote il motore.

fuoribordo suzuki df200a

fuoribordo suzuki df200a

Questo fuoribordo Suzuki viene offerto sia in versione meccanica, DF200A, sia in versione elettronica, DF200AP. Le due versioni differiscono per alcuni dettagli ed accessori: da una parte analogici e dall’altra elettronici, che spaziano dalle manette “drive by wire” al sistema di avviamento keyless, senza chiave, mutuati dal settore automobilistico.

Le tecnologie dei fuoribordo Suzuki

Il loro cuore, il gruppo termico, è però identico ed ha al suo interno tutte le tecnologie Suzuki controllano i consumi e con essi le emissioni nocive, ottimizzando il rendimento. Tra questi il sistema Suzuki Lean Burn adegua in modo costante il rapporto aria-benzina nella combustione, smagrendola, ovvero riducendo la quantità di combustibile ed aumentando quella del comburente, l’ossigeno, fino a garantire un risparmio di benzina che, specie a velocità costante, in crociera, può raggiungere valori molto interessanti, fino al 16%.

Anche la calandra del Suzuki DF200A/AP è stata progettata come parte integrante del sistema di aspirazione, per garantire un costante afflusso d’aria fresca al motore, fattore anch’esso rilevante per ottimizzarne il rendimento, consentendogli di lavorare sempre in condizioni perfette esprimendo accelerazione e velocità al top.

Altra peculiarità, stavolta meccanica, è il sistema off-set dell’albero di trasmissione con una riduzione in due fasi, grazie al quale non solo si compattano gli ingombri del fuoribordo, ma si riesce a ottenere un rapporto finale all’elica di 2,50:1, ancora una volta un valore da primato, funzionale a ottenere il massimo rendimento nella spinta dell’elica.

Più informazioni: marine.suzuki.it

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Summary
Fuoribordo Suzuki: tutta la potenza dei 200 cavalli del DF200A
Article Name
Fuoribordo Suzuki: tutta la potenza dei 200 cavalli del DF200A
Description
Il DF200A Suzuki è un motore fuoribordo di fascia medio alta, con quasi tutte le caratteristiche dei modelli top di gamma (come il DF300 e il "gigante" DF350A ecceziona fatta per la doppia elica controrotante). Grazie ad una coppia ben distribuita su tutta l'erogazione, anche grazie alla grossa cilindrata (2.867 cc.) questo motore riesce a "spingere in modo efficace sin dai bassi giri.
Author
Publisher Name
Barche a motore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *