Genova Castelluccio, un nuovo porto turistico da 650 posti barca

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Nella cronica carenza di posti barca in Italia, una buona notizia per i diportisti liguri e non solo. A Genova nel 2024 partiranno dei lavori di riqualificazione della zona tra Pegli e Prà, nel ponente cittadino promossi da Bagni Castelluccio Spa con un progetto molto ambizioso. Tra le note salienti ci sono circa 650 posti di cui molti (il 45%) riservato anche ai natanti, 7 posti barca per i disabili e 54 posti barca in transito.


Posti barca a Genova: 650 posti al Castelluccio

I lavori inizieranno verso ottobre 2024. Non si sa, quindi, ancora molto sui prezzi, sulle disponibilità e quindi sulle prenotazioni, ma è chiaro che vedremo un notevole incremento rispetto ad ora. Il totale dei posti barca che Marina di Castelluccio Spa farà aumentare è di circa 180 unità rispetto agli ormeggi attuali.

Planimetria Marina Castelluccio

Come sarà strutturato il nuovo porticciolo turistico di Genova

  • 647 posti totali, per imbarcazioni a vela e motore fino a 14 metri
  • 292 posti dedicati ai natanti  fino a 6 metri (45%)
  • 7 posti posti barca saranno accessibili ai disabili
  • 54 posti barca saranno destinati al transito.

La planimetria dei nuovi posti barca

Essendo all’interno del bacino portuale di Prà, PSA Genova Pra’ Terminal, l’area è molto protetta. I nuovi pontili saranno con l’asse longitudinale parallelo alla direzione dei venti dominanti.

Ci sono di fatto due soluzioni per raggiungere il mare aperto: una a levante, più veloce, passando di fronte a Pegli e una a ponente, più “lunga” che passa parallela alla diga foranea più esterna e che si apre davanti al quartiere di Voltri. Dove saranno i posti barca per le imbarcazioni in transito?

Genova Castelluccio
Genova Castelluccio

La zona identificata sarà su un pontile direttamente collegato a terra per limitare i tempi di percorrenza tra la terra e la barca. Oltre alla parte a mare ci sarà anche una prosecuzione della passeggiata, una nuova strada carrabile e ben 250 parcheggi per le macchine così da migliorare la fruibilità.


Salone Nautico di Genova: così sarà il nuovo waterfront


I servizi del nuovo porto turistico

La banchina ospiterà poi tutti quei servizi necessari ad un porticciolo turistico. Saranno posizionati nella fascia funzionale di separazione tra traffico veicolare/pedonale. Elementi modulari ospiteranno invece i servizi igienici, le docce, locali lavanderia e raccolta differenziata. A levante, invece, saranno collocati posizionati dei piccoli depositi per chi ha i posti barca.

A completamento della zona a levante a confine con l’area naturale dello scoglio del Risveglio è invece prevista un’ampia area pubblica attrezzata con locali commerciali, un bar ristoro, una piattaforma con gradinate, alberi, e spazi per sedersi o sdraiarsi.

Marina di Castelluccio: dov’è

Marina di Castelluccio è a Genova nel Ponente. Il collegamento più comodo con l’autostrada è l’uscita della A10 di Genova Pegli. L’area portuale è della diga di Pra ed è adiacente all’aeroporto di Genova.

Come raggiungere Marina Castelluccio a Genova
Come raggiungere Marina Castelluccio a Genova

Planimetrie e dettagli sulle opere previste, sono scaricabili nella delibera comunale di approvazione del Piano Urbanistico Operativo in pdf   e sul sito www.marinadelcastelluccio.it

Luigi Gallerani

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Mercury fuoribordo elettrici

I nuovi fuoribordo elettrici Mercury svelati ad Alghero. Eccoli

Mercury va avanti spedita verso l’elettrico con la nuova gamma Avator, e non si ferma alle piccole potenze. La conferma l’abbiamo avuta direttamente dal direttore generale di Mercury Italia, Alessandro Conti, durante l’evento “Vivere il mare in modo sostenibile” organizzata