Così sono nati gli Hinckley, le barche americane che hanno conquistato il mondo

TOP 2021 Le nuove barche di 22 metri dalla velocissima alla giramondo
2 Marzo 2021
vacanze-in-barca-croazia
Sognare non costa nulla: dove andare la prossima estate in Croazia
2 Marzo 2021
Hinckley yachts

Photo courtesy: Hinckley Yachts

Photo courtesy: Hinckley Yachts

Sul prossimo numero di Barche a Motore troverete un servizio su quei cantieri che dalla vela passano al motore (abbonati qui per leggerlo). Oggi, però, vi diamo un’anticipazione parlando di un cantiere che ha fatto la storia del motore e della vela: Hinckely Yachts. Eleganti e tenaci, barche per affrontare anche i mari peggiori a testa bassa, con una qualità costruttiva che difficilmente si trova altrove. Ma come sono nate le barche Hinckley? Sono arrivate prima quelle a vela o a motore? E le Picnic Boats? Ecco la storia di Hinckley che ci ha raccontato Innes McGowan, il riferimento del cantiere in Europa, in questa intervista.

Quando è arrivata la prima barca a motore Hinckley?

“Anche se la Hinckley Co è stata fondata nel 1928, all’inizio ha effettuato principalmente lavori di riparazione. Poi è nel 1933 che hanno costruito il primo nuovo Hinckley, un motoscafo di 36 piedi.”


Potrebbe interessarti:


E la prima barca a vela Hinckley?

Partiamo da una premessa fondamentale: la Hinckley si trova a Manset, nel Maine, a Mount Desert Island, uno dei più favolosi terreni di crociera della costa orientale degli Stati Uniti. Per questo motivo, Henry Hinckley vedeva passare moltissime barche a vela nella zona, barche molto belle. Però sapeva anche di poter costruire barche a vela altrettanto buone, se non migliori, di quelle dei cantieri di lunga data di Rhode Island e Long Island Sound. E poiché era sempre alla ricerca di modi per espandere la sua attività, decise di far progettare agli architetti navali di Sparkman & Stephens una barca a vela appositamente per lui da costruire e poi mettere sul mercato. Era il 1938 quando la prima barca a vela di 29 piedi e fu finita e varata.

Cosa hanno in comune le barche a vela e quelle a motore?

La Hinckley Company ha sempre insistito su tre punti fondamentali che sono sotto gli occhi di tutti. A partire dalla costruzione dovevano:

  • essere in grado di gestire le condizioni dell’oceano Atlantico aperto e tosto. Va detto che appena uscite dal cantiere le prime condizioni che incontravano erano di solito queste.
  • essere costruita secondo i più alti standard di qualità, utilizzando i migliori e più recenti materiali e tecnologie
  • essere belle. Gli yacht Hinckley dovevano far girare la testa nei porti di tutto il mondo. Considera poi che spesso sono tenuti da una stessa famiglia per anni, se non generazioni.
Souwester 53 hinckley

Photo Courtesy: Hinckley Yachts

Hinckley è diventata famosa nel mondo con la vela o con il motore?

Senza dubbio la fama arrivò per le sue barche a vela, e anche se costruì ancora alcune barche a motore nel corso degli anni, i modelli a vela come il Pilot 35 e il Bermuda 40 dominarono il business del cantiere fino al 1994. Quest’anno segnò uno spartiacque perché fu introdotto il primo 36 piedi alimentato a idrogetto: iniziava l’era della Picnic Boat. Questo modello di barca a motore cambiò presto gli equilibri di barche a motore e a vela nel cantiere.

PB 40 Hinckley Yacht

PB 40 Hinckley – Photo Courtesy: Hinckley Yachts

Sono state costruite più barche a vela o a motore da Hinckley?

Fino ad oggi l’azienda ha costruito circa 650 barche a vela in totale. Ma dal 1994, appunto, c’è stata una svolta profonda. La Picnic Boat ha cambiato tutto per l’azienda e, con l’aggiunta di nuovi modelli di barche a motore da 29 a 55 piedi, (e con il cambiamento dei modelli di utilizzo delle persone), la parte del motore ha ben presto superato le barche a vela. Abbiamo costruito circa 1.200 barche a motore e questo numero continua a crescere.

Gregorio Ferrari

E ora anche le lobster di Hinckley mettono i fuoribordo


NON PERDERTI I MIGLIORI ARTICOLI! 

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *