Ecco la barca elettrica più veloce del mondo. È una Jaguar da 145 km/h

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Jaguar Vector V20E è lo scafo a batteria più veloce del mondo. La sua velocità? 142 km/h orari di mediaJaguar Vector Racing ha realizzato questo record nelle due frazioni del Coniston Water, il lago dei record inglese.

La barca dei record con il cuore della formula E

Questa barca, Vector V20E, è stata sviluppata utilizzando le tecnologie delle auto di Formula E, le automobili da corsa elettriche. Una barca da record che ha fatto registrare una velocità media di 88,61 miglia orarie di media (142 km/h) su un percorso lungo circa un kilometro.

Jaguar Vector V20E è alimentata da 320 kg di batterie e da una coppia di motori elettrici Yasa che generano 295 CV. La barca è stata progettata e costruita in collaborazione con il partner tecnico di Jaguar Racing Williams Advanced Engineering.

Sulle orme di Donald Campbell

Il lavoro di progettazione è durato circa 12 mesi, ma “rappresenta un eccellente passo avanti per portare la potenza e la versatilità dell’elettrificazione nell’industria navale.” Queste le parole di Malcolm Crease, CEO di Jaguar Vector Racing che ha poi citato anche il celebre pilota motonautico Donald Campbell, morto nel suo tentativo di record schiantandosi con il suo idrovolante a più di 320 miglia all’ora nel 1967. “È un grande onore per il team Vector seguire le orme di Donald Campbell  e stabilire un nuovo record mondiale sullo storico percorso di Coniston Water.”

Il lago dei record

Il lago Coniston Water è stato, nel XX secolo, teatro di molti tentativi di battere record mondiali di velocità dell’acqua. Già nel 19 agosto 1939 Sir Malcolm Campbell stabilì il record di 141,74 miglia all’ora (228,108 km/h) con il Blue Bird K4. Tra il 1956 e il 1959 Donald Campbell, figlio di Sir Malcolm, stabilì quattro record successivi sul lago a bordo del Bluebird K7, un idrovolante. Poi il sogno di volare troppo in alto e superare le 300 miglia orarie (483 km/h) per mantenere il record. Nel 1967, durante un tentativo Campbell perse il controllo del Bluebird e morì sul colpo.

Potrebbero interessarti:

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Sunseeker Manhattan 55

Sunseeker diventa americana. Accordo col gruppo Lionheart

Il cantiere britannico Sunseeker, celebre per gli yacht di James Bond, ma non solo, si prepara a cambiare proprietario. Sembra che il conglomerato cinese Wanda sia vicino ad un accordo con Lionheart, azienda con sede a Miami. Non sono molti