Marcatura CE e Categoria di Progettazione: quello che devi sapere

Brabus Shadow 300 Edition One
Gli 8 natanti (sotto i 10 metri) sportivi e cabinati da non perdere nel 2022
3 Agosto 2022
Seakeeper Summer Demo Tour 2022
Con lo stabilizzatore Seakeeper addio mal di mare. Ecco dove provarlo quest’estate
5 Agosto 2022
Marcature CE e Categorie di Progettazione - Conoscere i Limiti

Marcature CE e Categorie di Progettazione - Conoscere i Limiti

Marcature CE e Categorie di Progettazione - Conoscere i Limiti

Marcature CE e Categorie di Progettazione – (CC BY-SA 3.0) – Conoscere i Limiti della Propria Barca

La Marcatura CE non è solamente una garanzia di qualità, ma è uno standard volto a rappresentare quanto un prodotto sia conforme ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalle normative dell’Unione Europea. Non è quindi solo una certificazione di sicurezza, una tutela al consumatore, ma è in primo luogo un indice. Un indice qualitativo relativo l’intero ciclo di produzione. Comprese la progettazione, la produzione, l’introduzione sul mercato e l’utilizzazione.

Marcatura CE e Categorie di Progettazione

Ovviamente, se ne parliamo è perchè le imbarcazioni da diporto, per una libera commercializzazione all’interno del Mercato Economico Europeo, rientrano tra i casi in cui la marcatura CE è obbligatoria. E conseguentemente, determinati standard devono essere rispettati. 

Nei criteri di marcatura, o analogamente, al fine di poter abilitare alla navigazione in condizioni meteo marine differenti, esistono delle ‘Categorie di Progettazione’. E questo è il punto interessante, perché sono proprio queste ‘Categorie di Progettazione’ che stabiliscono i limiti operativi ed i criteri progettuali in cui l’imbarcazione rientra. E quindi è qui che troviamo gli indici entro cui sono definite le condizioni meteo marine in cui un’imbarcazione è considerata abile di operare. Il tutto, ovviamente, è certificato da appositi Organismi Notificati che, se accertate la conformità in relazione ai parametri previsti, rilasciano un apposito certificato: il certificato di conformità appunto.

Categorie di Progettazione – Imbarcazioni da Diporto

Ecco perchè ci interessa saper conoscere le categorie: perché indicano i limiti entro cui un’imbarcazione può operare. Conoscere le Categorie di Progettazione implica il conoscere la forza del vento e lo stato del mare entro cui la propria barca, o una a cui si è interessati, è in grado di operare in termini di progettazione e produzione. 

A seguire, le 4 categorie come riportare dal Codice ella nautica da diporto:

  • A: tutte le imbarcazioni che sono state progettate per resistere a venti superiori a forza 8 (secondo la scala Beaufort) e ad un’altezza d’onda superiore a 4 metri (con esclusione di circostanze estreme quali tempeste, uragani, onde anomale);
  • B: tutte le imbarcazioni che sono state progettate per resistere a venti di forza 8 e ad un’altezza d’onda fino a 4 metri;
  • C: tutte le imbarcazioni che sono state progettate per resistere a venti di forza 6 e ad un’altezza d’onda fino a 2 metri;
  • D: tutte le imbarcazioni che sono state progettate per resistere a venti di forza 4 e ad un’altezza d’onda fino a 0,3 metri.

Le imbarcazioni che invece non sono in possesso di Marcatura CE fronteggiano limiti differenti, e possono navigare, in base all’abilitazione, senza limiti dalla costa, o fino a 6 miglia dalla costa e senza limiti nelle acque interne. 

Categorie di Progettazione – Tabella Imbarcazioni da Diporto

CATEGORIA DI PROGETTAZIONE FORZA DEL VENTO (SCALA BEAUFORT) ALTEZZA D’ONDA SIGNIFICATIVA (H1/3, METRI)
A SUPERIORE A 8 SUPERIORE A 4
B FINO A 8 COMPRESO FINO A 4 COMPRESO
C FINO A 6 COMPRESO FINO A 2 COMPRESO
D FINO A 4 COMPRESO FINO A 0,3 COMPRESO

 

Categorie di Progettazione – Natanti da Diporto

Nel caso dei Natanti invece, le normative variano leggermente. Innanzitutto, da tenersi a mente è che, i Natanti ‘particolari’ (pattini, i mosconi, pedalò, tavole a vela, acquascooter, etc) possono navigare esclusivamente entro 1 miglio dalla costa, ovvero a non più di 1852 metri.

I Natanti propriamente detti invece, se dotati di marcatura CE, possono navigare entro i limiti stabiliti dalla Categoria di Progettazione (A,B,C,D) e comunque entro le 12 miglia dalla costa. In questo senso, è infatti necessario tenere a mente che le Categorie di Progettazione non indicano un ‘limite di distanza’, ma sono relative alle sole condizioni meteo marine. A seguire, le quattro categorie relative i Natanti:

  • A:  navigazione senza alcun limite;
  • B: navigazione con vento fino a forza 8 e onde con altezza significativa fino a 4 metri (mare agitato);
  • C: navigazione con vento fino a forza 6 e onde di altezza significativa fino a 2 metri (mare molto mosso);
  • D: navigazione con vento forza 4 e onde di altezza significativa fino ai 0,3 metri.

I Natanti che invece non sono dotati di marcatura CE possono navigare entro le 6 miglia dalla costa oppure, se omologati per la navigazione senza alcun limite (o riconosciuti idonei per questa da un organismo tecnico notificato), entro le 12 miglia dalla costa. Nell’ultimo caso, si ricordi che copia del certificato di omologazione, con annessa dichiarazione di conformità o attestazione di idoneità, sono da conservarsi a bordo per la durata di tutta la navigazione.


Per maggiori informazioni, consultare gli organismi ufficiali oppure l’allegato 2 al Decreto Legislativo 8 Luglio 2005, n. 171. relativo il Codice della Nautica da Diporto.


NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *