Marina Esaom Cesa, perfetta base per crociere nel Mar Tirreno

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Marina Esaom Cesa

Dove ormeggiare la barca quest’estate? Vi aiutiamo noi. Abbiamo selezionato per voi 15 dei migliori marina in Mediterraneo del 2022 che sono perfetti come base di partenza per le vostre vacanze o come tappa in crociera. Sono porti all’avanguardia dal punto di vista dei servizi offerti. Ecco dove ormeggiare tra Liguria, Toscana, Sardegna, Corsica, Puglia, Veneto, Friuli. Ve li presentiamo uno alla volta.

Marina Esaom Cesa

Un porto turistico unico, al centro dell’Arcipelago Toscano, in una delle baie più famose del Mediterraneo, quella di Portoferraio, sull’isola d’Elba, è questo il Marina Esaom Cesa. Grazie ai suoi 300 ormeggi, per imbarcazioni fino a 40 metri di lunghezza e fondale di 5, il Marina Esaom Cesa può accogliere il diportista offrendo tutti i principali servizi di banchina e a terra. Non manca nemmeno il cantiere nautico, fra i più grandi e attrezzati del Mediterraneo, che rappresenta un’opportunità per tutti coloro che, oltre all’ormeggio estivo, cercano un “home port” dove rimessare e preparare il proprio yacht nella stagione invernale. 

Marina Esaom Cesa – Il porto

Scegliendo di stare presso il Marina Esaom Cesa, grazie ai grandi spazi che mette a disposizione (la struttura si estende su 200mila metri quadri di superficie, di cui 172mila a terra e 28mila a mare), si scopre anche un’area dedicata alle compagnie di charter che possono qui stabilire una vera base operativa autonoma, con uffici, magazzino e banchina riservata. Da sempre infatti il Marina Esaom Cesa è un punto di partenza privilegiato per le vacanze in barca, trovandosi lungo le rotte più frequentate che portano verso Costa Azzurra, Liguria, Costa e Arcipelago Toscano, Corsica e Sardegna.

Marina Esaom Cesa – I servizi

Da non dimenticare anche che il Marina Esaom Cesa è da oltre quarant’anni un polo nautico di eccellenza, che oggi è in grado di offrire assistenza h/24 e 7 giorni su 7 anche in alta stagione, proponendo elevati livelli di servizio. La privacy e la sicurezza sono garantiti dai sistemi di video-sorveglianza e grazie a personale apposito che controlla accessi e aree di sosta e lavoro. Un fornitissimo ship-chandler di 400 metri quadri offre le migliori marche di forniture nautiche.

Marina Esaom Cesa  Dov’è 

È situato all’interno di un Parco Nazionale e in un territorio come quello dell’Elba ricco di storia, natura, attività sportiva e gastronomia uniche. L’Isola infatti offre per la vacanze 140 chilometri di coste e clima mite tutto l’anno: un microcosmo unico da esplorare via mare. I collegamenti tra l’isola e il suo capoluogo, Portoferraio, sono frequenti anche in bassa stagione, da e per il continente.

Marina Esaom Cesa – Contatti

  • Telefono: 0565 919311
  • Sito: www.esaom.it
  • N. posti totale: 300
  • Lunghezza metri max: 40
  • Pesc. max: 5 metri

Guarda qui i migliori marina in Mediterraneo 2022

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

barca chiara ferragni

Ferragni o Fedez? Chi si prende la barca dei Ferragnez?

A chi andrà “Raviolo” dopo la separazione tra Chiara Ferragni e Fedez che ha fatto impazzire il web? Raviolo è il nome del motoscafo Riva in legno che la coppia, quando era ancora assieme, ha deciso di acquistare nell’estate del

Ecco il primo fuoribordo a idrogeno per le barche “normali”

Di motori elettrici, finora, ne abbiamo visti tantissimi. Dai piccoli di Torqeedo al potentissimo Evoy da 300 cavalli. Concentriamoci sui fuoribordo. In questo scenario entra “a gamba tesa” Yamaha (forte anche dell’acquisizione recente di Torqeedo) e sotto le luci dei riflettori

Torna su