fbpx

Med Boat | Quattro regine del Mediterraneo sopra i 16 metri

barche a motore eliche di prua
Tecnologia, ecco un’elica di prua che non spreca energia!
15 novembre 2018
Barche a motore
Quella volta che una barca costruita in giardino volò a 511 km/h
16 novembre 2018
pardo Barche a motore

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

pardo Barche a motoreEccoci all’ultimo capitolo del nostro speciale Med Boat, dedicato ai day cruiser moderni. Andiamo alla scoperta di quattro barche a motore davvero affascinati sopra i 16 metri con tre chicche del Made in Italy che incarnano al meglio lo stile mediterraneo.

Wajer Yachts Wajer 55 S – 16.01 m

Esempio dell’idea olandese di Med Boat, il Wajer 55 si arricchisce di una S e aggiunge l’hard top al suo profilo. Una linea leggermente meno pulita della versione open (venduta in oltre 30 esemplari), ma in ogni caso sempre molto accattivante. Motorizzato con tre Volvo Penta IPS600 dichiara velocità di punta superiori ai 40 nodi. La zona a poppavia della seduta di guida può essere ombreggiata tramite pannelli removibili e ospita una cucina esterna, assente nel modello precedente. Sottocoperta, due cabine, con la matrimoniale a prua, e una a letti gemelli sotto la consolle e un bagno con locale doccia separato. A poppa, spazio per il tender-garage sotto il prendisole.

Loa: 16.01m; Bmax: 4.40m; Max power: 3×435 hp www.wajer.com

Wajer Yachts Barche a motore

 

Pardo Yacht 50 – 16.25 m

Sull’onda del successo ottenuto dal Pardo 43, la gamma a motore di Cantieri del Pardo propone ora il Pardo 50. Stesso progettista, lo studio Zuccheri Yacht Design, e stesso concetto di base della sorella minore: un walkaround dedicato alla vita all’aperto, ma che grazie a quei due metri abbondanti di lunghezza in più offre potenzialità estese a chi vuole regalarsi qual- che notte fuori. Rimane l’impostazione con i due prendisole alle estremità, ma sul 50 si aggiunge una sorta di salottino prodiero e rimane il caratterizzante T-Top sopra la consolle di guida. Sottocoperta, poi, niente dinette (si mangia solo all’aperto), ed invece un grande open space-cabina armatoriale, cui si aggiungono una cabina posizionata sotto la postazione di guida e due bagni, uno dei quali con doccia separata. In più si può avere la cabina per il marinaio. La motorizzazione rimane Volvo Penta ed è offerta in tre opzioni, a partire dai 435 cavalli per ognuno dei due IPS installati.

Loa: 16.25m; Bmax: 4.95m; Max power: 2×625 hp www.pardoyachts.com

Barche a motore pardo 50

 

Heron Yachts Heron 56 – 17.90 m

Heron 56 ha un’opera viva che de- riva dalle carene veliche: priva di pattini di sostentamento, step o redan, garantisce una minima resistenza all’avanzamento e di conseguenza minori consumi e necessità di motorizzazioni più contenute. È disegnata per dare un assetto longitudinale costante a qualsiasi velocità, tra l’andatura minima di crociera e la velocità massima. La suddivisione interna prevede la cabina armatoriale a proravia completa di bagno e locale doccia. A centro barca le due cabine ospiti a letti divisi, entrambe dotate di toilette dedicata. A poppavia la cabina marinaio e non manca il tender garage. In sala macchine, due Volvo Penta con trasmissioni Ips: sono però installabili anche trasmissioni in linea d’asse o eliche di superficie.

Loa: 17.90m; Bmax: 4.71m; Max power: 2×435 hp www.heron-yacht.it

HEron yacht barche a motore

Bluegame 62 18.80 m

Disegnato da Luca Santella, con lo sile e gli interni curati da Zuccon International Design, il Bluegame 62, fratello maggiore del rinnovato Bluegame 42 è espressione di come si può migliorare un progetto già nato bene. Questo “sport utility vessel” unisce alle ottime doti marine tipiche del marchio Bluegame, uno stile e delle finiture in linea con il cantiere Sanlorenzo, di cui è divenuto parte. Pensato per essere una barca da usare in autonomia, nonostante i suoi quasi 19 metri di lunghezza, è spinto con trasmissioni Volvo IPS e joystick di manovra, la plancetta poppiera è affondabile per l’alaggio e varo del tender e le cabine sono solo due, con l’armatoriale a mezzanave. Un daycruiser, quindi, ma che non disdegna navigazioni più lunghe di quelle consentite dalle sole ore diurne: una seconda cabina a prua, una dinette per otto e una vera cucina completano la zona ospiti. A poppa, un grande spazio per sistemare la cabina marinaio o da usare come gavone. Prestazioni in linea con l’aspetto muscolare: 30 nodi di crociera e 35 di velocità massima.

Loa: 18.80 m; Bmax: 5.38 m; Max power: 2×900 hp. www.bluegame.it

Barche a motore blue game 1

 

Partecipa alla discussione anche tu!

shares