3.100 miglia in gommone da Genova a Kastellorizo sulla rotta del film “Mediterraneo”

Mercury accelera sull’elettrico: 5 fuoribordo elettrici entro il 2023
11 Maggio 2021
Solaris 48 Open
Ritorna la Dolce Vita con il Solaris 48 Open. Nuova vita al motoscafo!
12 Maggio 2021

Foto d’archivio

Mediterraneo, il film di Gabriele Salvatores uscito nel 1992, è certo un cult, ma chi va per mare spesso prova una sorta di nostalgia mentre guarda la pellicola. Forse non è nostalgia, ma semplice voglia di navigare. E farlo nel Mediterraneo, nelle acque che si vedono nel film, è un’emozione unica. Sulla rotta “tracciata” dal film di Salvatores il Club del Gommone di Milano ha organizzato un raid di 3.100 miglia da Genova a Kastellorizo, isola greca ad un passo dalla costa turca. Lo spirito del viaggio è chiaro: niente sport, semplice passione e voglia di navigare.

Da Genova a Kastellorizo in gommone: 3.100 miglia

Trent’anni fa usciva in sala Mediterraneo. Il 22 maggio gli equipaggi del Club del Gommone di Milano partiranno da Genova alla volta di Kastellorizo dove fu ambientata la pellicola vincitrice dell’Oscar nel ’92.

A spingere il gommone, un Nuova Jolly 650, ci sarà un fuoribordo Suzuki DF140BG, fuoribordo da 140 cavalli dotato di tecnologia drive by wire. L’obiettivo sarà raggiungere Kastellorizo, deliziosa isola della Grecia, il cui nome ufficiale è Megísti, situata nel Mar di Levante, a meno di 3 km dalle coste anatoliche della Turchia.

Patrocinato dalla Federazione Italiana Motonautica, FIM, Mediterraneo 2021 inizierà il 22 maggio con partenza da Genova.  Dal Salone Nautico, che in qualità di associazione di categoria, promuove la cultura dell’andar per mare, proseguirà alla volta di Napoli, Palermo, Santa Maria di Leuca, Corfù, Corinto, Atene, Rodi, fino al giro di boa di Kastellorizo. Da lì rientrerà a Genova, toccando prima le isole dell’Egeo, con arrivo previsto il 9 luglio.

Durante le sette settimane di viaggio si alterneranno nove equipaggi. Le oltre 3.100 miglia nautiche saranno un vero e proprio stress test per il fuoribordo giapponese e per il gommone di 6.50 metri.

A proposito del Suzuki DF140BG

Il Suzuki DF140BG, presentato assieme al DF115BG in anteprima mondiale al 60° Salone Nautico di Genova, porta con sé una innovazione in ambito ambientale. Si tratta del primo dispositivo al mondo di raccolta della microplastica installabile sui fuoribordo: il Suzuki Micro Plastic Collector. Secondo quanto è emerso da una ricerca condotta in Giappone, fra le sostanze raccolte attraverso il sistema di filtraggio e raccolta Suzuki, sono stati trovati rilevanti depositi di microplastiche.

A titolo di esempio il motore fuoribordo DF140BG filtra, a regime massimo, 40 litri di acqua al minuto, che in un’ora di funzionamento si traducono in 2400 litri di acqua filtrata. Questo dimostra come un fuoribordo in funzione, possa essere anche un aiuto concreto per l’ambiente, senza influire sulle prestazioni.  Ulteriori dati sono in via di aggiornamento e si avranno al termine della fase di ricerca e sviluppo del sistema, che Suzuki sta conducendo in tutto il mondo.

Leggi qui com’è fatto il Suzuki DF140BG

Club del Gommone e Suzuki

Il Club del Gommone di Milano e Suzuki non sono nuovi a organizzare raid volti alla promozione della cultura nautica: 1.767 miglia percorse nel 2017 per “Giro d’Italia in gommone”; 2.414 nel raid “A Gibilterra in gommone” del 2018; 2.550 miglia nel raid “Atene 2019” del 2019, per un totale di 6.731 miglia. Aggiungendo le circa 3.100 miglia che verranno navigate quest’anno, il computo totale delle quattro imprese sarà prossimo alle 10.000 miglia percorse.

Numeri incredibili che sarebbero ancora più elevati se nel 2020, anno del 50° anniversario dalla fondazione del Club del Gommone di Milano, non fosse comparso il problema della pandemia. Nell’anno della ricorrenza, infatti, si sarebbe dovuto svolgere il raid, “Londra e le altre capitali europee”, ancora più lungo e articolato, che avrebbe portato gli equipaggi di gentleman driver,partendo da Roma, a toccare alcune delle capitali europee: Parigi Londra Amsterdam Strasburgo. Un’esperienza di navigazione unica che, migliorando le condizioni sanitarie, potrebbe essere effettuata nel 2022.


NON PERDERTI I MIGLIORI ARTICOLI! 

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

4 Comments

  1. Nicolò ha detto:

    Gommone di 6,50 metri ovvero natante. Anche se a mio modesto avviso anche con un natante si può andare oltre le 12 miglia, onde evitare problemi occorre immatricolare il gommone. Ma soprattutto bisogna che il gommone abbia tutto ciò che è richiesto dalla normativa per navigare oltre le 12 miglia. Occorrono quindi segnalazioni (fuochi ) per navigazione oltre le 12 miglia e altresi una zattera di salvataggio omologata oltre le 12 miglia.(oltre a tutto il resto ovviamente, inclusi i giubbotti di salvataggio). Per sicurezza occorre anche plotter, carte nautiche,vhf e aggiungerei un telefono satellitare. A mio avviso un solo motore non garantisce sufficiente sicurezza per l’attraversamento tra Italia e Grecia (circa 70 miglia nel punto più vicino). Occorre un serbatoio di benzina idoneo a dare sufficiente autonomia (che dovrebbe essere almeno una autonomia di 100/110 miglia nautiche). Infine occorre una patente nautica per navigare oltre le 12 miglia. Tutto si può fare…….

  2. Sergio ha detto:

    Mi sa che Corinto e’ ancora chiuso per frana

  3. Assolutamente strepitoso !
    Complimenti vivissimi e buona navigazione.
    Valdenassi Emanuele Maria

  4. Rinaldo Santi ha detto:

    Ma il canale di Corinto e chiuso per manutenzione fino ottobre per frane. Occorrerà periplo del Peloponneso, un po’ più lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *