Mercury Racing 450R: il fuoribordo da 450 cavalli ai raggi X

Barca usata
Perito navale, chi è e come ci aiuta a non prendere delle fregature
25 Marzo 2020
Cefalu
Vacanze in barca: porti e marina in Sicilia da Palermo a Milazzo
25 Marzo 2020
Mercury Racing 450R
Sacs Strider 11

Sacs Strider 11 con due fuoribordo Mercury Racing 450R

Siamo a 48 nodi, al timone di uno Strider 11, uno dei gommoni cult di Sacs. A poppa abbiamo i 900 cavalli di una coppia di fuoribordo Mercury Racing 450R. Spingiamo la manetta e sentiamo che ce n’è ancora. La barca reagisce immediatamente, anche se siamo già alti di giri. C’è mare, le onde si fanno sentire e, in questo frangente, con visibilità ridotta, mentre si va veloci si apprezza molto facilità di guida data dalla timoneria elettroidraulica. Anche le orecchie vogliono la loro parte, e un silenziatore di aspirazione elimina il forte rumore ad alta frequenza del compressore volumetrico, senza rovinare la musica delle alte prestazioni. Il 450 R è un purosangue e la sua accelerazione, la coppia ben distribuita su tutta l’erogazione, il peso di 313 kg – leggero per sua la potenza – il design accattivante e la struttura solida sono gli ingredienti che ne stanno determinando il successo. Ma quali sono i suoi segreti?

Mercury Racing 450: il fuoribordo ai Raggi X

Compressore volumetrico

Come fa a essere così potente? (Anche) perché è sovralimentato da un compressore volumetrico a doppia vite raffreddato ad acqua. I doppi intercooler, (scambiatori termici) raffreddano l’aria compressa, aumentandone la densità e, quindi, la potenza generata.

SempIificazione

Gli alberi a camme a catena di trasmissione a bagno d’olio, senza cinghia di distribuzione, non richiedono manutenzione. L’elettronica e i componenti del motore sono compatti, ma facilmente accessibili.

Coppia, potenza,peso

Il 4.6 litri V8 quattro tempi è sovralimentato per produrre 450 cavalli all’asse elica con il 40% di coppia in più del 400R. Ha un rapporto peso/ potenza senza rivali tra i motori “pleasure”: 1,43 cv per kg (313).

Eliche

Per ottenere il massimo da questi motori serve un’elica MAX 5, che si vede qui, o una Outboard CNC Cleaver, sviluppata e realizzata a mano dagli artigiani Mercury

Piede poppiero

Tra le opzioni, il piede Sport Master è quello più “corsaiolo”. Ha prese d’acqua nella parte bassa del profilo di attacco. Lo skeg curvo bilancia la spinta dell’elica, migliorando le prestazioni e la manovrabilità nelle applicazioni monomotore.

www.mercurymarine.com

Tratto da: Barche a Motore 11/2019

Gregorio Ferrari

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Summary
Mercury Racing 450R: il fuoribordo da 450 cavalli ai raggi X
Article Name
Mercury Racing 450R: il fuoribordo da 450 cavalli ai raggi X
Description
Mercury Racing 450: il fuoribordo ai Raggi X Compressore volumetrico Come fa a essere così potente? (Anche) perché è sovralimentato da un compressore volumetrico a doppia vite raffreddato ad acqua. I doppi intercooler, (scambiatori termici) raffreddano l’aria compressa, aumentandone la densità e, quindi, la potenza generata. SempIificazione Gli alberi a camme a catena di trasmissione a bagno d’olio, senza cinghia di distribuzione, non richiedono manutenzione. L’elettronica e i componenti del motore sono compatti, ma facilmente accessibili. Coppia, potenza,peso Il 4.6 litri V8 quattro tempi è sovralimentato per produrre 450 cavalli all’asse elica con il 40% di coppia in più del 400R. Ha un rapporto peso/ potenza senza rivali tra i motori “pleasure”: 1,43 cv per kg (313). Eliche Per ottenere il massimo da questi motori serve un’elica MAX 5, che si vede qui, o una Outboard CNC Cleaver, sviluppata e realizzata a mano dagli artigiani Mercury Piede poppiero Tra le opzioni, il piede Sport Master è quello più “corsaiolo”. Ha prese d’acqua nella parte bassa del profilo di attacco. Lo skeg curvo bilancia la spinta dell’elica, migliorando le prestazioni e la manovrabilità nelle applicazioni monomotore.
Author
Publisher Name
Barche a Motore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *