Come funziona il motore diesel della tua barca

5 tender di Zar Formenti da 3 a 4,50 metri
15 Dicembre 2019
parabordi
Parabordi barca, come sceglierti quelli giusti e salvarti le murate
16 Dicembre 2019
motore diesel

motore diesel

 

Il motore diesel è più diffuso tra le imbarcazioni da diporto. Conoscerne il funzionamento aiuta a capire come fare per mantenerlo sempre efficiente e a prevenire le avarie. E il presente è sempre più Common Rail anche in mare.

Il motore diesel, ma ogni motore in generale, è l’organo dentro il quale si compie una trasformazione di energia. In questo caso da termica a meccanica ed è sfruttata per la propulsione. Tale energia si genera attraverso un processo di combustione all’interno dei cilindri. Nei motori diesel, la combustione del carburante avviene tramite l’aria (il comburente) che entra in un cilindro e viene compressa da un pistone che ne fa aumentare la temperatura. Gli iniettori introducono nel cilindro il gasolio che trovandosi in un ambiente surriscaldato si incendia. La sua combustione genera dei gas che spingono a ritroso il pistone attivando gli organi di trasmissione per la propulsione.

Il motore diesel è il più diffuso tra gli entrobordo

Un motore generalmente è costituito da quattro pistoni che salgono e scendono nel loro rispettivo cilindro. Una biella funge da collegamento tra il pistone e l’albero del motore per permettere il movimento rotatorio. Un motore a 4 cilindri quattro tempi gestisce quindi il movimento di quattro pistoni. Lo spostamento di ognuno è sfasato di mezzo giro rispetto a quello limitrofo. Mentre il primo è in fase d’aspirazione, il secondo è in compressione, il terzo in fase di scoppio e il quarto infine in fase di scarico. Ogni pistone fa ruotare di mezzo giro l’albero e occorrono due rotazioni per avere un ciclo completo. Il movimento rotatorio così ottenuto permette di comandare l’albero a camme che a sua volta comanda le valvole di aspirazione e di scarico che consentono l’ingresso dell’aria necessaria alla combustione. In questo articolo il ciclo di combustione un motore diesel.

I motori diesel sono dotati di iniettori, dei sistemi che permettono di far defluire la quantità di gasolio corretta all’interno del cilindro una volta che l’aria ha raggiunto la massima compressione e si è riscaldata fino a superare la temperatura di infiammabilità del combustibile.

Il motore diesel Common Rail

motore diesel common rail

 

Il Common Rail è un sistema di iniezione che prevede una pressione elevatissima del combustibile all’interno di un unico condotto (che in inglese viene tradotto appunto Common Rail). La differenza dai sistemi tradizionali è la gestione della pressione affidata a una centralina elettronica. Essa è il cuore del sistema, comanda la pompa elettrica e permette di svincolare la pressione del sistema di iniezione dal numero di giri del motore, cosa che invece caratterizza i normali sistemi di sovralimentazione, con il vantaggio di una pressione costante e ottimale a tutti i regimi di rotazione del motore.

Gli iniettori sono comandati elettronicamente e permettono iniezioni di carburante molto polverizzate grazie alla dimensione ridotta degli ugelli. Il Common Rail ha quindi la possibilità di regolare l’iniezione di gasolio anche a un basso numero di giri, con il diretto vantaggio di una minor rumorosità, e soprattutto con un basso consumo di carburante.

Il sistema Common Rail nella sua struttura. La pompa di iniezione ad alta pressione è comandata da una centralina elettronica e permette di regolare il flusso di gasolio inviato agli iniettori per la combustione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *