Nasce Sacs Tecnorib Spa. Così i maxi-gommoni italiani puntano il mercato globale

The Italian Sea Group Perini Navi
Perini Navi, The Italian Sea Group vince l’asta (con 80 milioni)
22 Dicembre 2021
Barche a motore 23
Barche a Motore N.23 è disponibile in edicola e digitale
24 Dicembre 2021
Sacs Tecnorib

Sacs Tecnorib

Sacs Tecnorib

Sacs Tecnorib

I gommoni italiani, lo abbiamo già visto molte volte qui su Barche a Motore, sono tra i più richiesti e apprezzati al mondo. Sacs e Tecnorib (licenziataria del marchio Pirelli) sono da tempo sulla cresta dell’onda, tanto che complessivamente per l’anno nautico in corso le due realtà supereranno complessivamente i 45 milioni di euro. Ora queste due realtà hanno deciso di unire le forze con la neonata Sacs Tecnorib Spa.

Come consolidarsi ulteriormente e creare una base per crescere ancora? Con un “integrazione societaria di natura industriale”, si legge nel comunicato stampa della neonata azienda che prosegue dicendo che “che ha come principale obiettivo il consolidamento della forte crescita ottenuta negli ultimi anni ed il rafforzamento della propria presenza nei mercati internazionali.”

“Numeri alla mano – si afferma il comunicato – la nuova realtà si pone sul mercato come leader mondiale nella produzione di Maxi Rib e come uno dei principali player nel panorama della nautica italiana, con un volume di affari che per l’anno nautico in corso supererà – nelle previsioni – i 45 milioni di euro”

Sacs Tecnorib Spa

Come si è visto nel mondo dell’auto con la neonata Stellantis, nel mercato attuale i leader si fondono tra loro, per creare nuclei ancora più forti e solidi. È il caso della nuova Sacs Tecnorib Spa. Le due realtà, Tecnorib e Sacs, condivideranno quindi una visione unitaria di crescita sul mercato e potranno contare sulla condivisione di un saper fare preziosissimo:

“Sacs e TecnoRib – spiega Giovanni De Bonis, Amministratore Delegato di Sacs Tecnorib – integrano le loro competenze, mantenendo gamme di prodotto distinte e complementari. Le sinergie saranno realizzate sui siti produttivi, sui processi di progettazione e produzione e sull’area di ricerca e sviluppo. I marchi commerciali, cosi come e le rispettive reti di vendita, rimarranno separati.”

Quindi la gamma Sacs, così come quella Tecnorib restano sul mercato come due marchi distinti. Nella nota ufficiale diffusa si legge che “Sacs Tecnorib si avvia a diventare il nuovo riferimento nel settore più ampio delle imbarcazioni di lusso.”

L’obiettivo è quindi quello di porre le basi per una crescita strutturata comune. A trarne giovamento sarà poi la parte di ricerca e sviluppo che permetterà di potenziare ulteriormente i prodotti in gamma.

1 Comment

  1. Chicco Testa ha detto:

    Gommoni, per me, hanno senso da 4 a 6 metri lft. Altrimenti meglio imbarcazione tradizionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *