Ormeggio, non ti temo! Evinrude iDock e il suo joystick per fuoribordo

Pirelli 42 Tecnorib, bello fuori, una sorpresa dentro: ecco perché
6 Febbraio 2020
Le cinque barche da non perdere al Miami Yacht Show
7 Febbraio 2020
evinrude idock, joystick

Dopo aver fatto una panoramica su come fare un ormeggio in porto senza problemi, andiamo nel dettaglio. Anche per chi ha una barca motorizzata con propulsori fuoribordo, l’ormeggio non è più un problema. Inizialmente l’utilizzo del joystick era essenzialmente limitato ai tradizionali sistemi entrobordo. I produttori di motori marini, però, hanno colmato questa mancanza ormai da qualche anno. Per le imbarcazioni allestite con i suoi motori fuoribordo E-Tec G2 con potenze da 150 a 300 cavalli, Evinrude offre il sistema di pilotaggio tramite joystick Evinrude iDoc. Il dispositivo di governo permette di far muovere l’imbarcazione in ogni direzione, anche lateralmente e di farla girare su se stessa.

Evinrude iDock, il joystick “aeronautico”

Il sensore giroscopico aeronautico integrato rende iDock estremamente intuitivo da utilizzare. Il sistema, infatti, tiene conto delle condizioni ambientali e automaticamente compensa vento e corrente. Come avviene per molti joystick, il comando che il pilota imprime alla leva non è del tipo acceso/spento, ma modulare. Vale a dire che più si preme o si ruota la manopola posta al vertice, e più la spinta generata dai motori è alta (ma sempre a velocità da manovra). In questo caso c’è un utile funzione accessoria presente in questa interpretazione del comando tramite leva. Vale a dire che quando serve più potenza per contrastare vento o corrente particolarmente intensi, basta applicare un po’ più di pressione sul joystick. In questo modo si entra in modalità boost e la spinta fornita è raddoppiata.

Ormeggiare: un sistema integrato

iDock è totalmente integrato e si collega direttamente con il sistema di sterzo idraulico interno dei motori Evinrude E-TEC G2: La centralina di ricezione e comandi e attuazione è installata direttamente sull’attacco del motore, proprio tra la calandra e la seggiola sullo specchio di poppa. Una scelta progettuale che ha come vantaggio la riduzione del costo dei componenti e la riduzione dello spazio necessario all’installazione. Ci si deve preoccupare di dove mettere il joystick, visto che tutto il resto è già a bordo. Considerato il fatto che iDock nasce per essere integrato con specifici motori anche i tempi di installazione sono ridotti al minimo. Questo si traduce in un interessantissimo prezzo di acquisto che rimane inferiore ai 7000 euro.

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *