Otam 90 GTS (24 m), un’ammiraglia “muscolosa” da 5.200 cavalli

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

OTAM 90 GTS
OTAM 90 GTS

Il cantiere genovese Otam festeggia settanta anni. Per celebrare al meglio il traguardo arriva un’ammiraglia da oltre 40 nodi. Il grande motoscafo sportivo dal sapore anni ’90, ma declinato in chiave moderna. Farà il suo debutto al prossimo Cannes Yachting Festival 2024. Le premesse sono di una sportiva d’eccezione, lunga poco meno di 24 metri (23.95 m), con tre cabine, e velocità di punta oltre i 40 nodi.

Otam 90 GTS

L’OTAM 90 GTS è il nuovo motoscafo sportivo forte di 5.200 cavalli. Attualmente in costruzione, la nuova ammiraglia è, infatti, attesa per settembre, pronta per essere sfoggiata al OTAM 90 GTS.

Il cantiere genovese, in collaborazione con Giuseppe Bagnardi, di BG Design Firm, firma uno scafo dal layout custom e dal design slanciato di ispirazione automotive. Pieno stile Otam dal “look aggressive”, ma anche nelle prestazioni, visti i due MTU da 2600 cavalli ciascuno e le eliche di superficie Arneson a erogarne tutta la potenza. In attesa del debutto di questo settembre a Cannes, eccone l’anteprima.

OTAM 90 GTS

Un motoscafo muscoloso di 24 metri

Quando vediamo un’auto sportiva, spesso a catturare l’attenzione ci pensano anche le prese d’aria, elemento che contraddistingue chi fa delle prestazioni una filosofia. Il nuovo 90 piedi di Otam va esattamente in questa direzione con air-intakes a prua del parabrezza e di uno così come di uno snorkel sull’hard-top.

Dettaglio dell’HArd-Top dell’OTAM 90 GTS

Venendo a volumi e a layout, emerge anche il lato “docile” del GTS, sì dedicato alla performance, ma che non disdegna il comfort. La poppa, infatti, accoglie immediatamente con un’ampia plancia arredabile, ideale beach area e fornita di ampio divano e di accesso al tender garage, qui capace di ospitare un rib lungo fino a 4.35 metri.

OTAM 90 GTS
La poppa del nuovo OTAM 90 GTS

Appena oltre, in pozzetto, una lounge area si affaccia sulla poppa offrendo un ampio prendisole seguito da un divano a schienale contrapposto e fornito di tavolo. Da qui si procede sotto l’hard top a tetto apribile, dotato di un’area VIP e di una cucina separata.

Un enorme salone, interamente arredato con divani e tavoli, un’area lounge e conviviale progettata per offrire il massimo del comfort mantenendo una totale connessione con l’ambiente circostante, su cui affacciare a 360°.

OTAM 90 GTS – Main deck saloon

Appena oltre, l’ispirazione automotive cui accennato in precedenza torna a farsi notare nei dettagli. Basta, infatti, guardare la timoneria che è realizzata in fibra di carbonio e progettata con una struttura ispirata agli “halo” adottati in Formula 1. Di cosa si tratta? Sono quegli elementi posti a protezione del volto e della testa del pilota. All’interno di questa, però, Otam ha inserito un sistema integrato e indipendente di raffreddamento, dedicato nello specifico alla strumentazione e alle apparecchiature elettroniche, mantenute così sempre alla loro temperatura ottimale.

Dettaglio della timoneria

Attraverso ampi passavanti, invece, dal pozzetto si raggiunge l’ampia lounge prodiera, completa di ampio prendisole e di un altrettanto ampio divano a C, servito da tavolo centrale. Forte di un alto grado di customizzazione, però, l’OTAM 90 GTS è anche disponibile in versioni differenziate, ad esempio hard top o con main-saloon chiuso.

E sottocoperta?

Spostando, invece, l’attenzione sottocoperta, anche qui il layout risulta full custom. In questo caso, il primo 90 GTS offrirà spazi capaci di accomodare i suoi ospiti in tre distinte cabine, sviluppate per massimizzare il comfort senza però inficiare sulla performance. Sono così state sviluppate tre cabine sfruttando l’intera larghezza dello scafo, a partire dalla cabina armatoriale, a tutto baglio, seguita poi da una cabina VIP e da una terza cabina ospiti.

Anche qui, le possibilità di customizzazione sono pressoché infinite, comprese le dimensioni e il taglio delle finestrature, la disposizione di queste e la dimensione dei volumi, compreso quello del tender garage.

OTAM 90 GTS – Motorizzazione e performance

In termini di prestazioni, la coppia di motori MTU da 2600 cavalli l’uno, già installati e funzionanti sul modello in costruzione è assoluta protagonista. La trasmissione avverrà invece per mezzo di eliche di superficie Arneson, offrendo velocità massime superiori ai 40 nodi.

OTAM 90 GTS
OTAM 90 GTS – Uno dei motori installati a bordo

OTAM 90 GTS – Scheda Tecnica

Lunghezza Fuori Tutto (LOA) 23.95 m
Motorizzazione  2x MTU 16V2000M96L 2600 cv
Trasmissione Arneson Drive ASD 15 A1S (surface drive)
Velocità Massima 40+ kn
Cabine 3
Design BG Design Firm & OTAM
Contatti www.otam.it

Potrebbe interessarti anche:

“Barcavelox” alla francese. Non fa le multe, ma tutti rallentano. Ecco come

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Riva El-Iseo - In nav

Il primo motoscafo elettrico di Riva vola a 40 nodi

Si chiama El-Iseo il primo passo dello storico marchio di motoscafi Riva nel mondo dell’elettrico. Abbiamo dovuto attendere un po’, ma alla fine il risultato sembra un’imbarcazione davvero innovativa e un caso unico nel segmento dell’E-Luxury. L’impegno principale del cantiere, infatti,