7 barche imperdibili al Palm Beach International Boat Show 2024

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Palm Beach International Boat Show 2024
ALPHA 50 Technohull

Con l’arrivo della primavera, arrivano anche i nuovi boat show. Il Palm Beach International Boat Show 2024 è uno dei grandi saloni d’oltreoceano, in programma dal 21 al 24 marzo. Dalle dayboat ai grandi superyacht c’è spazio per tutti. Protagonisti saranno sicuramente i “big” con oltre sessanta scafi superiori i 100 piedi.

Tra queste abbiamo scovato sette scafi per tutti i gusti da non perdere.

7 barche imperdibili al Palm Beach International Boat Show 2024

Diviso su due fronti, tra la Palm Harbor Marina e il Safe Harbor Rybovich Marina, il Palm Beach Boat Show 2025 accoglierà oltre 600 differenti brand, per un totale di oltre 800 scafi esposti. Numeri che si prospetta saranno in grado di attrarre oltre 55.000 spettatori. Ma ciò che interessa davvero, numeri a parte, sono gli scafi esposti, dal 146 piedi di Sanlorenzo, il 44 Alloy Kamakasa, fino agli scafi più “a portata”, come  open, weekender e cruiser d’ogni specie e tipo. Vediamo quindi, intanto, 9 tra le barche da non perdere al PBIBS 2024.

Azimut GRANDE 36M

FJORD 39 XL & XP (11.97 m)

L’ultimo walkaround firmato da Fjord e da  Patrick Benfield non poteva non mancare al PBIBS 2024. Il Fjord 39, infatti, è uno degli scafi da non perdere in questa edizione del salone americano, forte delle sue versioni XL e XP, rispettivamente entrobordo e fuoribordo, e della sua versatilità d’uso, ideale sia come dayboat che come weekender. In termini di design, mantiene il family feeling del cantiere, ricordando alla mente anche il fratello maggiore, il Fjord 41 (ve lo raccontiamo QUI), con il quale condivide il layout a pozzetto aperto, impostazione walkaround, center console e impostazione di carena.

In termini di volumi, il nuovo 39 di casa Fjord accoglie con un ampio pozzetto arredato, completo di aree lounge e spazi conviviali, reciprocati a prua da un grande prendisole. Sottocoperta, invece, una cabina matrimoniale prolunga le uscite. Disponibile nelle sue versioni XL (2x stern-drive fino a 440cv) e  XP (fuoribordo, fino a 2xV10 400 cv), vanta anche prestazioni non da poco: fino a 50 nodi di velocità, picchi, insomma, invidiabili.

Fjord XL 39

BAHAMA 41 GT (12.5 m)*

Bahama Boat Works, l’americana dei center console da pesca, sarà a sua volta presente al Palm Beach International Boat Show 2024 con la sua più recente creatura, il nuovo Bahama 41 GT2, uno scafo per la pesca sportiva tra i più “hard-core” presenti sul mercato. Evoluzione della linea e nuova ammiraglia, il 41 GT nasce dagli input e dalle esigenze registrate presso i clienti del marchio, dando vita ad uno scafo performante e “aggressivo” come pochi, ma più attento alle necessità familiari e/o comunque relative comfort e relax.

Il nuovo 41 piedi, quindi, mantiene linee di carena e scafo del suo precedessore, offrendo però un cockpit layout totalmente nuovo. Più comfort in pozzetto, quindi, ma non solo. Anche la console è migliorata, ora più ampia e completa di strumentazioni al top di gamma, compresa una coppia di schermi Garmin da 22 pollici. A sua volta, l’hard-top è più esteso e offre un tendalino integrato e protezioni per la pioggia. Venendo, invece alla motorizzazione, la scelta cade inevitabilmente sui fuoribordo, che siano questi una coppia di V12 da 600 o 4 V10 da 400. La velocità massima? Oltre i 65 nodi!

Bahama 41 GT

ALPHA 50 TECHNOHULL (14.95 m)

Muscoloso e potente, non poteva mancare a Palm Beach il nuovo bolide di Technohull, un maxi-rib di 15 metri spinto da migliaia di cavalli. È, ovviamente, il Technohull Alpha 50, disponibile sia fuoribordo che entrobordo e forte di volumi invidiabili, compresa una cabina armatoriale sottocoperta. Tutto, a bordo, punta infatti sulla massimizzazione della  fruibilità, dalle aree relax a quelle conviviali, qui forti fin da poppa di un grande prendisole (tender garage), e da un’ampia area solarium a coronare la prua.

Ma, più in generale, le soluzioni per la coperta sono varie e prevedono un divano back-to-back con minibar (o wet bar completamente attrezzato), o la possibilità di integrare il prendisole a isola con un divano e un tavolo. Viste le potenze (con fuoribordo da 5 x 450 cv, totale 2.250 cv; o 2/3 x 600 cavalli,1.200 – 1.800 cv totali), non mancano poi le protezioni, fornite sia dall’hard-top e dal parabrezza, sia da una doppia fila di sedute ergonomiche avvolgenti a triplo assorbimento d’urto, per poter volare sull’acqua in totale sicurezza.

ALPHA 50 Technohull

SIRENA 48 (16.04 m)

A fare il suo debutto americano sarà presente anche il nuovo Sirena 48, il nuovo cruiser di Sirena Yachts che sta spopolando, con già 27 scafi venduti, di cui 13 solo in nord america. Il suo segreto? Lo spazio. Dal distintivo look “trawler”, figlio delle mani di Frers, il Sirena 48 offre infatti un sacco di spazio considerati i suoi “appena” 16 metri. A bordo trovano posto, appunto, ben tre ampie cabine doppie, oltre ad una quarta dedicata all’eventuale equipaggio.

Fanno il paio l’ampio salone, molto luminoso grazie alle ampie vetrate, un grande pozzetto ed un’altrettanto grande area relax prodiera. Se si somma il flybridge, sovradimensionato e arredato, il segreto si svela da solo. In termini di performance, anche, il Sirena 48 non delude, con velocità di punta di 27 nodi e tre differenti motorizzazioni tra cui scegliere: 2 motori da  550 cv, due da 670 cv, o un sistema propulsivo ibrido capace di offrire fino a 30 miglia addizionali di autonomia con le sole batteire.

Sirena 48
Sirena 48

AZIMUT GRANDE 26 M (26.9 m)

Tra i “grandi” presenti quest’anno al salone di Palm Beach, quasi immancabili, i nuovi Azimut della serie “Grande”. Il primo qui, con i suoi 26.9 metri fuoritutto, è il nuovo Azimut GRANDE 26M, uno yacht che guarda al mondo dei super e che rivoluziona la vita in crociera. Concepito per creare un’esperienza di bordo sempre più integrata con il mare, il nuovo 26M vanta, innanzitutto, una serie di ambienti lounge e conviviali immersi nell’ambiente circostante, recuperati poi anche in esterna dalle vaste aree relax che popolano i tre livelli a disposizione: fly, area prodiera, e beach area poppiera.

Qui, inoltre, troviamo la nuova terrazza Deck2Deck, una terrazza a filo d’acqua elevabile, fruibile sia come estensione dello specchio di poppa, sia in pozzetto, trasformando completamente gli ambienti conviviali. A bordo, poi, il design risulta curatissimo in ogni ambiente, replicando qui l’idea di portare su uno scafo di poco meno di 27 metri tutto il glamour, il comfort e gli standard di un grande super yacht. Con i suoi 10 posti letto (+3 equipaggio) e tutto quanto offre, certamente, si classifica come un progetto da non perdere.

Azimut GRANDE 26M

PURO 35P Ocean Alexander (34.6 m)

A debuttare come capostipite della nuova serie PURO di Ocean Alexander, il PBIBS 2024 vedrà il nuovissimo 113 piedi 35P, il superyacht di 34.6 metri disegnato da Giorgio Cassetta. Pensato per la lunga crociera e forte di linee moderne e slanciate, il nuovo arrivato offre posti letto e comfort adatti ad ospitare fino a 10 persone, equipaggio escluso, offrendo loro tutti i volumi, le lounge ed il relax che un simile progetto sono in grado di accogliere ed offrire. Compresa una piscina.

A fornire autonomia saranno gli oltre 18.000 litri di carburante imbarcabili, destinati sia ad alimentare da coppia di MAN V12 da 2000 cavalli di propulsione, sia i due generatori da 55kW, capaci di mantenere il 35P in rada anche per lunghi periodi. La velocità massima, invece, si attesta sui 24 nodi.

Puro 35P – Ocean Alexander

AZIMUT GRANDE 36M (35.29 m)

Colosso di questa lista, l’altro GRANDE Azimut, il nuovo 36M. Con i suoi 35.29 metri di lunghezza, 19.000 litri di serbatoio, 24 nodi di velocità massima e i 10 posti letto (+6 dedicati all’equipaggio), il nuovo Azimut è un vero superyacht per la lunga crociera, un progetto pensato, come da filosofia di gamma, per massimizzare l’esperienza di bordo, immergendo completamente nell’ambiente circostante.

Suo punto di forza, in questo senso, l’introduzione dell’Infinity Skydeck, un upper deck semi-walkaround che corre da poppa a prua, una soluzione che non solo estende le libertà di movimento, ma che proietta in mare i suoi ospiti grazie alle ampie finestrature a scomparsa, mettendo così l’intero ambiente in dialogo la skylounge e la grande terrazza esterna poppiera con l’intero scafo, fino alla lounge prodiera, completa di ogni comfort, compresa una vasca idromassaggio. Complessivamente, un gigante per la crociera, uno scafo che attrae i più, forte, tra le tante cose di un approccio completamente innovativo alla vita di bordo, dove gli ospiti sono immersi nel mare e nella luce naturale che permea ogni ambiente.

Azimut GRANDE 36M

Potrebbe interessarti anche:

RIB 625C, ecco il gommone da lavoro (6.25 m) secondo Melges

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Maserati Tridente, questo è il primo motoscafo della Maserati

Tridente, questo è il nuovo motoscafo secondo Maserati

Maserati si lancia nel mondo delle barche a motore con Maserati Tridente, il primo motoscafo della casa modenese 100% elettrico. Sarà un 10 metri a propulsione elettrica sviluppato in collaborazione con Vita Power. La top speed promessa? 40 nodi e

Riva El-Iseo - In nav

Il primo motoscafo elettrico di Riva vola a 40 nodi

Si chiama El-Iseo il primo passo dello storico marchio di motoscafi Riva nel mondo dell’elettrico. Abbiamo dovuto attendere un po’, ma alla fine il risultato sembra un’imbarcazione davvero innovativa e un caso unico nel segmento dell’E-Luxury. L’impegno principale del cantiere, infatti,