Questo è il “turbo” Pardo che vola a 50 nodi con Luna Rossa!

Granturismo 10.5 Limited Edition 60th Anniversary
Sessant’anni di Lomac! Arrivano due modelli cult in edizione limitata
17 Agosto 2020
Salpare con ormeggio di punta
Salpare con ormeggio di punta: ecco come fare
18 Agosto 2020
Pardo-luna-rossa
Pardo-luna-rossa

Pardo 38 per Luna Rossa

In Formula 1 c’è la Ferrari, in mare c’è Luna Rossa. La Coppa America, la regata più famosa al mondo, sta toccando picchi tecnologici mai visti prima con imbarcazioni dotate di foil in grado di navigare a velocità incredibili per una barca a vela. Barche velocissime che necessitano di barche appoggio altrettanto veloci. Come starci dietro? Semplice: nel caso di Luna Rossa con un Pardo 38 motorizzato con tre fuoribordo Mercury V8 da 300 cavalli ciascuno. Scafo performante e 900 cavalli a disposizione per volare insieme a Luna Rossa, con il meglio dell’elettronica Garmin a bordo.

Un Pardo 38 e due Pardo 43 per Luna Rossa

Pardo Yachts supporterà il team Luna Rossa Prada Pirelli nel suo percorso alla conquista dell’America’s Cup. Saranno tre le imbarcazioni a disposizione del team italiano: un Pardo 38 e due Pardo 43 che saranno utilizzate sia per gli ospiti che per l’affiancamento tecnico all’imbarcazione della regata l’AC75, sia al quartier generale di Cagliari che in Nuova Zelanda, ad Auckland. 

Pardo Yachts e Luna Rossa rappresentano due grandi storie di “made in Italy”. In competizioni come l’America’s Cup, ogni minimo dettaglio e ogni secondo perso o guadagnato possono fare la differenza tra vincere e perdere.  La collaborazione tra i due marchi nasce da una condivisione di idee e mentalità.

Pardo 38

Il Pardo 38 sarà una delle imbarcazioni tecniche che forniranno supporto e assistenza all’AC75 Luna Rossa. Perché una barca di lusso per crociere giornaliere è stata scelta come barca a motore per il supporto tecnico ad una barca da regata? Il motivo è presto detto: il Pardo 38 è stato scelto nella versione con tre motori fuoribordo Mercury da 300 cv per la sua peculiarità di raggiungere velocità fino a 50 nodi e seguire quindi senza particolari problemi Luna Rossa.

Pardo Luna Rossa

Pardo Luna Rossa

Lo scafo di questo yacht Pardo garantisce tenuta di mare e manovrabilità, per planare in sicurezza e velocità, ma anche per avvicinarsi in modo semplice e sicuro all’AC75. Il piano unico di coperta walkaround assicura sicurezza a bordo e facile circolazione negli spazi. La coperta si sviluppa infatti su un unico piano da prua a poppa senza gradini ed è interamente protetta da murate rialzate.

Tutta la strumentazione Garmin a bordo del Pardo 38

L’elettronica del Pardo 38 è affidata alle tecnologie di Garmin: l’attenzione sulla plancia sarà catturata dal chartplotter multifunzione GPSMAP 8400 xsv dotato di display Full HD multitouch da 16” e modulo ecoscandaglio integrato CHIRP da 1 kW a doppio canale. Grazie allo schermo di grandi dimensioni frazionabile fino a sei finestre, sarà possibile tenere sotto controllo contemporaneamente tutte le informazioni necessarie: la cartografia BlueChart G3 con dati Navionics, le immagini del radar allo stato solido Fantom 18, le informazioni sulla profondità del trasduttore passante in bronzo B117, i dati dei motori Mercury, le informazioni dell’impianto entertainment Fusion Apollo RA770 e molto altro ancora.

Le comunicazioni con l’equipaggio sulle altre imbarcazioni saranno garantite dalla radio black box VHF 315i. Verrà inoltre installata a bordo la nuova interfaccia EmpirBus per il digital switching e il boat monitoring, che consentirà un facile monitoraggio e controllo dei sistemi di bordo grazie alla domotica evoluta di Garmin.

Pardo 43

Non solo il piccolo di casa Pardo Yachts per seguire Luna Rossa, ma anche due Pardo 43. Questo modello è stato scelto per l’hospitality ed il suo punto forte è certamente lo stile, interamente “Made in Italy”, che combina potenza ed eleganza, comfort e funzionalità, oltre alle qualità in navigazione. L’attenzione ai materiali, alle finiture e ai dettaglio, insieme alle grandi possibilità di customizzazione, grazie all’esperienza ultra quarantennale del Cantiere del Pardo, ne rappresentano le pietre miliari.

 

1 Comment

  1. ALESSANDRO BACCI ha detto:

    50 nodi von queste carene sono una chimera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *