Addio bottiglie di plastica a bordo. Ecco il purificatore d’acqua (anche per barche piccole)

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Foto credit: Beneteau/Jean-Baptiste D’Enquin

Si parla spesso di sostenibilità in barca e di soluzioni green. Camminando per il salone nautico di Genova ci siamo impegnati a trovare alcune chicche eco per i diportisti e tra le tante novità viste, una ha catturato subito la nostra attenzione. Si chiama Pick&Drink, è un purificatore d’acqua, ed è l’ultimo prodotto lanciato dall’azienda italiana Schenker Watermakers.

Pick&Drink Schenker

Bere dal serbatoio dell’acqua in barca? Non è sempre possibile, anzi. Che l’acqua sia appena caricata o già da un po’ a bordo spesso porta con sé cattivi odori e sapori. Lo stesso si può dire dell’acqua che passa dal dissalatore, poiché non essendo sterile, può contenere batteri che generano gusti non gradevoli.

Per questo Schenker ha studiato un kit completo di purificazione dell’acqua che oltre a rendere utilizzabile quella del serbatoio sia per bere che per cucinare, consente anche di non portare plastica a bordo risolvendo almeno due problemi: stivaggio e smaltimento della plastica. Per intenderci con questo nuovo purificatore si può utilizzare l’acqua con la certezza che sia sicura e senza controindicazioni.

pick & Drink
Pick & Drink

Pick&Drink Schenker: come funziona

Il sistema è composto da una coppia di filtri già assemblati pronti essere montati nel mobile del lavello e da un erogatore. Il montaggio è semplice e il purificatore sfrutta la rete pressurizzata dell’acqua dolce di bordo senza alcun bisogno di alimentazione elettrica.

A livello tecnico il primo filtro è formato da un “carbon block” che assolve al compito di eliminare le impurità fino a 5 micron, il cloro e altri sapori e odori indesiderati, mentre il secondo filtro trattiene impurità fino a 0,15 micron compiendo quindi la filtrazione raffinata dell’acqua e riducendo l’eventuale carica batterica del 99,99%.

Anche la manutenzione del sistema è molto semplice. Le cartucce dei filtri, una volta esaurite, vengono facilmente sostituite grazie ad un pratico sistema di connessione a baionetta con fermo di sicurezza. L’azienda consiglia solo un accorgimento: la sostituzione dei filtri dopo un lungo periodo di inattività. Il prezzo di listino è di 390,00 Euro + iva.

Scheda tecnica Pick&Drink

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

barca chiara ferragni

Ferragni o Fedez? Chi si prende la barca dei Ferragnez?

A chi andrà “Raviolo” dopo la separazione tra Chiara Ferragni e Fedez che ha fatto impazzire il web? Raviolo è il nome del motoscafo Riva in legno che la coppia, quando era ancora assieme, ha deciso di acquistare nell’estate del

Ecco il primo fuoribordo a idrogeno per le barche “normali”

Di motori elettrici, finora, ne abbiamo visti tantissimi. Dai piccoli di Torqeedo al potentissimo Evoy da 300 cavalli. Concentriamoci sui fuoribordo. In questo scenario entra “a gamba tesa” Yamaha (forte anche dell’acquisizione recente di Torqeedo) e sotto le luci dei riflettori