Pirelli 42 Special Edition, il maxi-gommone italiano da 1.500 cavalli

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Pirelli 42 Special Edition di Mansory
Pirelli 42 Special Edition di Mansory

Mansory e Sacs Tecnorib fanno squadra. Nasce il maxi-gommone da 1.500 cavalli, Pirelli 42 Special Edition, un bolide che strizza l’occhio al gusto del Middle East.

Pirelli 42 Special Edition

I tuner tedeschi hanno debole per le barche a motore. AMG e Cigarette da tempo collaborano per creare modelli unici con potenze mostruose a poppa. Altro caso ben noto è quello di Axopar e Brabus come testimonia l’ultimo arrivato: il Brabus Shadow 1200 XC.

Adesso tocca alla tedesca Mansory che, insieme a Sacs Tecnorib, ha creato il Pirelli 42 Special Edition. Lo scafo lo conosciamo bene. Leggi qui il test di questo gommone. Dal 35 al 50 piedi, la gamma walkaround di Pirelli è una garanzia. Dietro c’è lo studio Mannerfelt che ha seguito tutto lo sviluppo di questi gommoni, concepiti intorno alla stessa filosofia: day-cruiser o tender di lusso.

I tre fuoribordo da 500 cavalli sul Pirelli 42 Special Edition di Mansory
I tre fuoribordo da 500 cavalli sul Pirelli 42 di Mansory

Cos’ha di speciale questo Pirelli 42 Special Edition

Veniamo al rib in questione. Dal sodalizio nasce una tiratura limitata che al Dubai Boat Show 2024 (28 febbraio – 3 marzo) è stata presentata nel dettaglio. Prima novità rispetto al Pirelli 42 sono i cavalli: 1.500 a poppa, fuoribordo. A erogarli ci sono ben tre Mercury 500R.

I tre fuoribordo da 500 cavalli sul Pirelli 42 Special Edition di Mansory
I tre fuoribordo da 500 cavalli sul Pirelli 42 di Mansory

Mansory poi ha contribuito per dare un aspetto iper-tecnologico a partire appunto dai motori con grafica custom abbinata al colore delle cuscinerie esterne. Per farlo ci sono molte parti in carbonio a vista come il cockpit e altri punti della timoneria: manette e joystick. Lo spoiler sull’hard top è in fibra di carbonio e si abbina perfettamente ai faretti Hella integrati sempre nel top.

Ciliegina sulla torta? Uno speciale effetto “cielo stellato” tipico di Mansory, già utilizzato in varie occasioni sulle auto. Altri elementi come le casse degli speaker e le prese d’aria usano sempre il carbonio.

E le cabine?

Sottocoperta questo Pirelli ha dello spazio notevole che guardando alla linea esterna uno non si aspetterebbe. Gli interni sono rivestiti con pelle waterproof di cui è possibile personalizzare colore e disegno della trapuntatura.


Maggiori informazioni su www.tecnorib.it

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Pirelli 42 Special Edition, il maxi-gommone italiano da 1.500 cavalli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Maserati Tridente, questo è il primo motoscafo della Maserati

Tridente, questo è il nuovo motoscafo secondo Maserati

Maserati si lancia nel mondo delle barche a motore con Maserati Tridente, il primo motoscafo della casa modenese 100% elettrico. Sarà un 10 metri a propulsione elettrica sviluppato in collaborazione con Vita Power. La top speed promessa? 40 nodi e

Riva El-Iseo - In nav

Il primo motoscafo elettrico di Riva vola a 40 nodi

Si chiama El-Iseo il primo passo dello storico marchio di motoscafi Riva nel mondo dell’elettrico. Abbiamo dovuto attendere un po’, ma alla fine il risultato sembra un’imbarcazione davvero innovativa e un caso unico nel segmento dell’E-Luxury. L’impegno principale del cantiere, infatti,