La polizza all-risk specifica per chi ha la barca e vuole stare sereno

Fuoribordo-yamaha-incentivi
Fuoribordo Yamaha: ecco tutti gli incentivi attivi per l’acquisto nel 2020
2 Marzo 2020
FY720 floating platform Ferretti 720
Ferretti Yachts 720, bello da vedere con una poppa da superyacht
3 Marzo 2020

rapsody barca cabin tender 1

Anno dopo anno, lo storico broker milanese David Assicurazioni ha perfezionato con importanti e solide compagnie internazionali, la polizza “all-risks”, ritagliata su misura per chi va in barca.

Si tratta, tecnicamente, di una polizza corpi completa, che copre qualsiasi danno all’imbarcazione e che vi farà dormire sonni tranquilli. A fronte di un prezzo equo, la polizza David, stilata da veri esperti del settore, vi offre le massime garanzie possibili e una gestione degli eventuali sinistri rapida ed efficiente.

La polizza all-risk specifica per chi ha la barca

COSA COPRE LA POLIZZA CORPI  “ALL-IN”
Proprio perché stilate da gente che va in barca, le formule proposte da David Assicurazioni coprono tutto quanto può capitare in navigazione e non. La copertura è sempre operante. Per i danni dal maltempo – questo è importantissimo – come per le più svariate cause. Ad esempio quelli occorsi a eliche e timoni o in una rada non protetta.

Riccardo Klinguely è responsabile del settore Marine di David Assicurazioni

La tua barca invecchia meno! LIMITE DI VETUSTÀ A 15 ANNI
Quest’anno la polizza corpi di David è stata ulteriormente migliorata. “In primis siamo riusciti – ci spiega Riccardo Klinguely di David Assicurazioni – a spostare il limite di vetustà della barca da 10 a 15 anni, estendendo quindi il limite oltre il quale diventa obbligatoria la perizia preventiva”.

Un’ottima notizia, tra l’altro, per chi cerca un buon usato. “Con il broker milanese – prosegue Klinguely – si può inoltre prenotare una perizia a tariffa agevolata entro l’anno limite. Una garanzia per lo stesso armatore su una possibile liquidazione del sinistro, in modo tale che lo stesso ‘esborso’ sia adeguato”.

 

 

C’è poi un’altra importante novità. “Abbiamo spostato il mantenimento del valore a nuovo dell’imbarcazione, che non sarà più calcolato sui tre anni ma sui cinque. In caso di danni, anche parziali, il rimborso dei pezzi da sostituire si baserà sui prezzi del nuovo, senza che la compagnia applichi il cosiddetto ‘degrado d’uso’”.

Come avere un preventivo

Per avere più informazioni su questa Polizza Corpi di David Assicurazioni, basta entrare sul sito www.davidassicurazioni.it oppure digitare direttamente www.assicuralatuabarca.it per ottenere un primo preventivo in automatico.

Il consiglio dell’esperto

Un prezioso consiglio: “Una volta avvenuto il sinistro è importante comunicarlo via PEC, entro due giorni, agli uffici della Capitaneria di Porto. Questo ancora prima che alla compagnia assicurativa”, spiega Klinguely. “Eviterete così multe per la comunicazione tardiva. La mail dovrà contenere, oltre alla descrizione, il luogo e la data dell’incidente, la copia della patente nautica dell’armatore, la licenza di navigazione della barca (o i dati in caso di bandiera estera), la compagnia e la polizza di cui si è titolari e, se possibile, una stima dei danni subiti. Oltre a evitare sanzioni, questo renderà più veloce la gestione del sinistro da parte della compagnia”.

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

2 Comments

  1. Gian Piero ha detto:

    La polizza è valida anche per le barche a vela?
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *