Quick acquisisce XENTA!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Consolle Pershing 8X - Xenta
Consolle del Pershing 8X con installati i sistemi Xenta

Il Gruppo Quick continua ad ingrandirsi ed annuncia l’acquisizione del marchio italiano di sistemi elettronici XENTA, fondato a Roma nel 2004. Per l’azienda di Piangipane si tratta della seconda importante acquisizione nell’arco di pochi mesi, dopo quella del marchio italiano Sanguineti Chiavari, produttore famoso soprattutto per l’attrezzatura di coperta.

Con l’operazione siglata tra le parti Quick Group, partecipata da Fondo Italiano d’Investimento SGR, Armònia SGR e dalla famiglia Marzucco, acquisisce il 100% di XENTA Systems S.r.l. Entra così a far parte della galassia Quick un importante marchio specializzato nello sviluppo e nella produzione di sistemi integrati di governo per yacht e superyacht.

Cosa produce XENTA

Nata quasi vent’anni fa, nel 2004, XENTA è diventata negli anni una delle aziende leader nello sviluppo di software per il controllo delle manovre e della navigazione a bordo delle imbarcazioni. La gamma si prodotti del marchio spazia tra i sistemi elettronici di controllo della propulsione diesel, elettrica e ibrida, i sistemi di timoneria elettronica con attuazione elettroidraulica, i sistemi di manovra anche assistiti, i sistemi di mantenimento della posizione, i sistemi di controllo di stabilità e quelli per il controllo remoto. L’azienda romana ha sviluppato nel corso degli anni importanti rapporti con diversi cantieri internazionali, acquisendo le competenze per lavorare su diversi tipi di propulsione (dalla shaft line al watetjet, passando per il surface drive) anche con soluzioni complesse. Sicuramente questa operazione diventa strategica nell’ottica di un’integrazione sempre più funzionale di tutti i diversi apparati dell’imbarcazione, sia a livello commerciale sia a livello di utilizzo da parte dell’utente finale.

 


Questa nuova ancora di Quick è l’ideale per barche fino a 13 metri


I due soci di XENTA Stefano Bertazzoni e Lorenzo Mongiardo non abbandoneranno l’azienda, anzi saranno coinvolti con un investimento all’interno del Gruppo Quick, garantendo così la continuità del management anche in questa nuova fase. Entrambi i manager si sono detti molto ottimisti per lo sviluppo del prossimo futuro del Gruppo, certi che condividendo lo sviluppo e i piani futuri non possano che nascere integrazioni e sinergie proficue per entrambi. Al centro dello sviluppo ci sarà infatti il concetto di “sistema di controllo integrato” che XENTA porta avanti da qualche anno, e che potrà trovare pieno compimento con l’ingresso in Quick, che prosegue con la sua operazione di espansione e consolidamento.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Galeon 435 GTO

Galeon 435 GT: un cruiser veloce moderno in 12 metri

Tra le cinque barche al debutto al Miami Boat Show 2024 abbiamo menzionato modelli eterogenei per dimensioni e forma. Tra questa quella più “appariscente” a prescindere dalla lunghezza effettiva era probabilmente il nuovo Galeon 435 GT, 12 metri. Vediamo perché.

Torna su