Questa barca elettrica ha fatto 420 miglia in 24 ore

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Candela C-8
Candela C-8

Il record di distanza elettrico è di Candela C-8 la barca-aliscafo di serie prodotta in Svezia. Ha stabilito il record di distanza percorsa in un giorno di 420 miglia in 24h, nelle acque vicine a Stoccolma. Il team di Candela ha combinato la tecnologia di ricarica con la velocità della barca per raggiungere il risultato.

Record barca elettrica

L’ultima versione dell’aliscafo foiling Candela C-8 ha coperto 420 miglia nautiche (777km) in 24 ore nell’arcipelago di Stoccolma, sfruttando pause in banchina di ricarica rapida. Il record precedentemente dichiarato era di 79 miglia nautiche raggiunte in 20 ore .

“Questa impresa dimostra che il trasporto veloce ed elettrico su lunghe distanze è fattibile oggi, non in un futuro lontano. Adesso abbiamo la tecnologia per passare a un trasporto marittimo sostenibile“, afferma Gustav Hasselskog, CEO e fondatore di Candela, che ha pilotato il C-8 durante il tentativo di record.

Il C-8 utilizza la tecnologia foil dell’aliscafo per ridurre il consumo di energia dell’80% rispetto a una navigazione dislocante. Ciò si traduce già in un’autonomia da 2 a 3 volte superiore rispetto a quella delle tradizionali imbarcazioni elettriche.


Potrebbe interessarti:

Questo è il motore fuoribordo elettrico (da 300 hp) più potente al mondo. Prezzo e autonomia


Come ha fatto Candela?

Ma il segreto che ha reso possibile il record, è che  C-8 può essere ricaricato in modo rapido, in corrente continua, grazie alla partnership di Candela con la società di auto elettriche Polestar, che fornisce sia le batterie che le infrastrutture di ricarica. 

Ebbene sì, il record si è ottenuto ricaricando le batterie del Candela C-8 con il sistema di stoccaggio a batteria mobile di Northvolt Voltpack da 281kWh, che permette la ricarica in corrente continua sul molo. Dunque non un vero record di endurance, ma una situazione di test nel concreto, di quelle che potrebbero essere le performance future in un futuro in cui i porti siano dotati di colonnine di ricarica.  

Il percorso comprendeva un anello di 20 miglia nautiche tra Stoccolma e Frihamnen l’isola di Tynningö, con ricarica DC dopo ogni giro. La velocità media durante la corsa di 24 ore è stata di 17 nodi, anche tenendo conto delle pause di ricarica. 

La corsa a distanza record ha offerto diversi spunti su ciò che si può ottenere con le barche foiling elettriche di Candela combinate alla rete di stazioni di ricarica in corrente continua che un giorno compariranno nei nostri porti.

Il C-8, viaggiando a tutta velocità, 27 nodi, per la maggior parte del tempo, ha consumato 685 kWh durante il suo viaggio, costando circa 110-120 euro in elettricità. Al contrario, una barca convenzionale a benzina avrebbe consumato circa 750 litri di benzina, per un costo di circa 1.400 euro.

Durante le 24 ore, il C-8 si è caricato per un totale di 313 minuti e ha ricevuto un totale di 615kWh di energia elettrica. Ogni carica ha richiesto circa 18 minuti e la batteria è stata caricata dal 13% al 66% circa dello stato di carica (SOC). La Candela C-8 aveva una velocità di ricarica media di circa 118 kW.

Guardando al futuro, Candela punta al mondo delle navi commerciali avendo lanciato il P-12 Shuttle, un aliscafo da 30 persone su cui proseguono i test di foil ed elettrico alla ricerca di nuovi record.

Specifiche Candela C-8

Lunghezza: 8,5 m (27 piedi e 11 pollici)
Larghezza: 2,5 m ( 8 piedi e 3 pollici) Pescaggio: 1,5 m (4 piedi e 11 pollici)
Peso: 1.600 kg
Motore: 45-50 kW Candela C-Pod
Batteria: 69 kWh
Ricarica: ricarica CA di tipo 2, DC up a 135 kW
Autonomia: 57 miglia nautiche a 22 n

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Jostyck Mercury - Compatibile con la gamma Verado

Il joystick ora è anche per barche con un solo fuoribordo

Mercury Marine ha presentato un nuovo sistema di manovra con joystick per controllare i motori fuoribordo della serie Verado. Il sistema è stato progettato appositamente per le imbarcazioni monomotore che montano un fuoribordo Mercury della serie Verado e permette di

Torna su