Record pazzi, con una moto da cross a 104 km/h sull’acqua – VIDEO

Wider, Marcello Maggi e partner completano l’acquisizione
5 Luglio 2019
Barca, 5 emergenze tipiche in mare e come risolverle
7 Luglio 2019

Il pilota milanese Luca Colombo ha conquistato oggi un nuovo primato mondiale di velocità sull’acqua dolce. Con una moto da cross ha toccato i 104 km/h, superando di quasi 10 km/h il precedente record dell’australiano Robbie Maddison: 93,3 Km/h.

Record sull’acqua con l’imprevisto

La moto da cross che Luca ha scelto per il record è una Honda CRF 450R fornita da Red Moto di Desio.  Luca e i partner tecnici hanno preparato questa Honda dotandola di pattini nautici e ruota posteriore con pale speciali che hanno fornito la spinta idrodinamica necessaria a far planare sull’acqua gli oltre 205 kg di peso a pieno carico. Per la sua sicurezza Luca ha scelto di indossare al polso Kingii Wearable, il più piccolo dispositivo personale di galleggiamento al mondo.

BARCHE A MOTORE  PER UN ANNO AL PREZZO DI DUE APERITIVI (CLICCA QUI)

Partito alle 10.00 da Gravedona, dopo una breve rincorsa sulla spiaggia per prendere la velocità necessaria a planare sull’acqua, Luca è giunto al Lido di Dongo dopo 2’ 43” minuti di “navigazione”. Ecco i “numeri” dell’impresa: velocita massima raggiunta 104 km/h (pari a nodi 56,15) ovvero più di 28 metri al secondo.

Mentre stava “navigando” con la moto un’onda ha causato l’apertura del sistema autogonfiabile del pilota, mentre era alla velocità massima. Il sistema avrebbe dovuto attivarsi solo in caso di perdita di potenza per evitare alla moto di inabissarsi nel lago. Il pilota milanese è comuqnue riuscito a gestire l’inconveniente. Il percorso della lunghezza di circa 1,9 Km è stato completato senza scendere mai al di sotto dei 30 nodi (55,6 km/h), velocità decisiva per poter correre sul pelo dell’acqua senza affondare.

In passato

Il 30 luglio 2017 Luca Colombo aveva compiuto la traversata del lago di Como stabilendo un nuovo record di percorrenza sull’acqua dolce: partito alle 9.38 da Gravedona, Luca è giunto a Colico alle 9.43 dopo poco più di 5 minuti di “navigazione” su un tratto di 5,5 km percorsi alla velocità di 40 nodi pari a circa 75 km/h ovvero più di 20 metri al secondo raggiungendo una punta di 83 km/h.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *