Sintetico vs Teak: cosa scegliere per il rivestimento della coperta?

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

 

Tra le molte alternative al teak che esistono in commercio, sicuramente i rivestimenti sintetici sono quelli che stanno prendendo sempre più piede negli ultimi anni. I vantaggi di sostituire il teak con un rivestimento sintetico per la coperta sono diversi, e stanno convincendo sempre più armatori a scegliere un questa soluzione. Se vi interessa sapere come lavorano gli installatori del teak sintetico visitate lo stand di Refit Style alla Milano Yachting Week!

SCOPRI I VANTAGGI DEI RIVESTIMENTI DI REFIT STYLE

Il sintetico in 15 diversi colori

Il rivestimento sintetico di cui vi parliamo oggi è il Permateek, un materiale composto da PVC riciclabile che abbina caratteristiche innovative ad ampie possibilità di personalizzazione. Questo prodotto viene venduto e lavorato esclusivamente da Refit Style in Italia, ed è pensato espressamente per il mondo delle imbarcazioni. Ben 15 colori diversi e 3 opzioni di scelta per le fughe (con la possibilità di lavorazioni multicolore) e inoltre potete utilizzarlo anche per rivestire arredi e accessori, con diversi vantaggi rispetto al legno.

I vantaggi del Permateek nel confronto con il teak

  • resistenza alle alte temperature dovute alla luce solare
  • manutenzione e trattamenti pressoché nulli
  • ottima tenuta antiscivolo
  • resistenza a raggi UV: il colore non cambia nel tempo
  • ampie possibilità di personalizzazione colori e fughe
  • prodotto autoestinguente
  • materiale ecologico e riciclabile al 100%
  • ottimo rapporto qualità prezzo
  • lavorazione artigianale con strumenti di precisione

Vuoi installare il Permateek? Chiedi informazioni qui!

Qui trovi tutte le info per scoprire di più su questo materiale sintetico perfetto per la coperta delle imbarcazioni. Se vuoi conoscere i dettagli ti basta contattare Refit Style semplicemente riempiendo il form mail che trovi qui, entrando nello stand del marchio alla Milano Yachting Week.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Sintetico vs Teak: cosa scegliere per il rivestimento della coperta?”

  1. Ho un gozzo pascià dei cantieri di baia tutta la coperta è in teak vorrei coprirla totalmente con il vostro prodotto vorrei sapere se è possibile ed il costo grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche