Repower-e, da taxi boat a barca da diporto è totalmente elettrica

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Repower-e
Repower-e

C’è un solo modo per capire cosa significhi navigare “elettrico”: provarlo. Repower inizia il suo tour di presentazione della barca full-electric Repower-e, partendo il 5 maggio dalla ligure Sestri Levante per arrivare fino a Trieste a ottobre con tappe in tutta la penisola. La prima è il Riviera Film Festival nella Baia del Silenzio di Sestri.

Repower-e, la bellezza di essere 100% elettrico

Lanciato all’ultimo Salone Nautico Internazionale di Genova, questa barca è per prima cosa un “full electric” di 10,5 metri di lunghezza per 3 di larghezza. Nasce come mezzo da lavoro e la sua prima applicazione in versione Open è per servizi taxi sul Lago di Garda. Può trovare utilizzo anche nel mondo del diporto, per una navigazione “diversa” o come limo-yacht.

Esiste in due versioni, una Open ed una Cabinata:

  • OPEN: in questa configurazione è completamente scoperta ed in grado di trasportare sino a 30 persone
  • COPERTA: nelle forme ricorda ha la parte centrale coperta ed è certificata per il trasporto sino a 21 persone.
Repower-e
Repower-e

In entrambe le versioni prevede due motori elettrici da 20 kW ciascuno e può contare su un pacco batterie da 40 kWh (estendibile a richiesta). Con una velocità di crociera di 5/6 nodi le batterie garantiscono un’autonomia superiore alle 10 ore ed è pensata per navigare in mare  con onda fino a due metri.

I vantaggi e un po’ di numeri

Una giornata di navigazione con questa barca permette di risparmiare tutti i costi di carburante ed olii che un motore endotermico richiede. Con circa 6€ di spesa (costo indicativo per la ricarica di un pacco batterie standard da 40 kWh) navigherete tutto il giorno senza problemi. Inoltre questo tipo di barca può navigare nelle zone di navigazione protette, interdette ai motori endotermici.

La ricarica

La ricarica dei pacchi batterie può avvenire allacciandosi alle tradizionali prese “blu” e “rosse” presenti in tutti i porti. In più c’è anche Palina è lo strumento di ricarica intelligente che provvederà alla ricarica delle batterie di Repowere. Coerentemente con la missione di Repower, alla sua volontà di creare un sistema unico ed integrato per la mobilità elettrica tout court, i punti di ricarica servono non solo per fornire ”elettroni” a chi naviga, ma anche ad automobili, scooter e bici elettriche.

Le barche di Repower sono disponibili per acquisto ed anche per la locazione.

Scheda tecnica della barca: Repower E

 

Scheda tecnica repower e
Scheda tecnica repower e

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Sistema di ormeggio autonomo - Brunswick-Apex

A.I. di bordo! Questo software ormeggia la barca al posto tuo

L’intelligenza artificiale sbarca nel mondo della nautica, con il progetto firmato Brunswick Corporation e Apex.Ai. Il gruppo americano di cui fanno parte – tra le altre – il marchio produttore di elettronica Navico, quello dei motori Mercury Marine e il

Torna su