Il primo Riva comprato a 16 anni. Oggi è la collezione più grande al mondo

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Riva-Romano-Bellini
Romano Bellini a bordo di un Aquarama della collezione

Romano Bellini, di Bellini Nautica, racconta la più grande collezione al mondo di Riva d’epoca.

A Clusane, in provincia di Brescia sulle sponde del Lago d’Iseo, ci sono venti barche più cinque in fase di restauro, tutti Riva d’epoca originali. Sono curati e custoditi da Bellini Nautica, nata nel 1960 costruendo barche in mogano. Poi l’azienda ha preso un’altra direzione e ora si divide tra restauro di Riva, vendita e rimessaggio, sotto la guida di Romano Bellini, figlio del fondatore Battista.

Articoli simili:

La collezione Riva di Bellini Nautica, la più grande al mondo

“Quando avevo sedici anni – ci racconta Romano – mi sono appassionato al restauro di barche in legno, l’attività che ancora oggi preferisco. È una grandissima responsabilità, perché ci tengo molto, voglio che le barche alla fine siano perfette, 40 come se fossero le mie.”

Nel mondo, i centri specializzati nel restauro di Riva d’epoca si contano sulle dita di una mano, ma Bellini Nautica, con il suo museo e la collezione più grande al mondo, è un punto di riferimento internazionale.

“Io non sono maestro d’ascia – ci tiene a precisare Romano – ma l’esperienza non mi manca. A sedici anni ho comprato il mio primo Riva, un Sebino del 1954. A quel tempo i Riva non erano così richiesti e lo pagai 200.000 lire. Da quel Sebino è nata poi tutta la mia collezione, a cui si aggiungono anche le barche Bellini che costruì mio padre, una per modello.”

La nuova generazione di Bellini Nautica

Oggi al fianco di Romano Bellini ci sono anche i figli Battista, amministratore delegato, e Martina, marketing manager, che con lui portano avanti l’attività con la stessa passione di quando tutto è iniziato, 60 anni fa.

www.bellininautica.it

👉L’articolo completo sul mondo del restauro dei Riva nel prossimo numero di Barche a Motore👈

Gregorio Ferrari

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Il primo Riva comprato a 16 anni. Oggi è la collezione più grande al mondo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

barca chiara ferragni

Ferragni o Fedez? Chi si prende la barca dei Ferragnez?

A chi andrà “Raviolo” dopo la separazione tra Chiara Ferragni e Fedez che ha fatto impazzire il web? Raviolo è il nome del motoscafo Riva in legno che la coppia, quando era ancora assieme, ha deciso di acquistare nell’estate del

Ecco il primo fuoribordo a idrogeno per le barche “normali”

Di motori elettrici, finora, ne abbiamo visti tantissimi. Dai piccoli di Torqeedo al potentissimo Evoy da 300 cavalli. Concentriamoci sui fuoribordo. In questo scenario entra “a gamba tesa” Yamaha (forte anche dell’acquisizione recente di Torqeedo) e sotto le luci dei riflettori