Riva Ernesto, la barca fatta a mano che va a 25 nodi senza usare benzina

dan lenard
4.000 miglia di oceano senza strumenti | L’impresa del “re dei superyacht”
24 Febbraio 2019
Prestige 460 S, l’essenza della barca coupè
25 Febbraio 2019

Un piccolo cantiere sul Lago di Como con una tradizione di oltre tre secoli. E’ questo il “terreno fertile” dove è nato Ernesto, la barca elettrica in legno fatta a mano dal cantiere Ernesto Riva, da non confondere con Riva Yacht di Sarnico, al cui progetto ha lavorato anche la mano del celebre architetto navale, German Mani Frers. Una storia di passione, famiglia e tradizione nel segno del “made in Italy”.

Silenzio, si naviga

Esiste una barca in legno che va a 25 nodi senza consumare una sola goccia di benzina. Si chiama Ernesto ed è il primo E-commuter del Lago di Como. Un daycruiser interamente costruito a mano dalle esperte mani delle maestranze del cantiere Ernesto Riva, fondato nel 1771 a Laglio, sulle sponde del lago più profondo d’Italia.

German Mani Frers a sinistra con Daniele Riva in cantiere su Ernesto

C’è anche una firma d’autore nella progettazione della barca, quella di German Mani Frers, affascinato dall’idea di creare una barca che sia completamente ad impatto zero. Non parliamo solo delle emissioni, azzerate dal momento che la barca è elettrica, ma anche del fatto che Ernesto è stato pensato con linee d’acqua completamente nuove che non generano onde quando la barca naviga sul lago. Non è finita. Non avendo un motore a scoppio anche tutto il rumore di un motoscafo che passa a tutta velocità è ridotto al solo sciabordio dell’acqua sui bordi.

Questo prototipo, costruito dal Cantiere Ernesto Riva con il supporto dell’Arch. Germán Mani Frers e dell’Ing. Carlo Bertorello, inserito nel progetto Slow Commuter finanziato da Regione Lombardia, è stato pensato e progettato per avviare e compiere un percorso di innovazione nella nautica, puntando in particolare sulla sostenibilità ambientale.

Day cruiser

La cura artigianale per qualità dei materiali e dettagli rappresentano l’approccio del cantiere a questo day cruiser.  Uno scafo aperto facilita la vivibilità degli spazi interni, oltra ad immergere chi naviga nell’ambiente circostante. Tutta la costruzione avviene in legno certificato e altri materiali rinnovabili e riciclabili. Ernesto è una barca pensata per navigare sul lago, con un equilibrio tra prestazioni e autonomia. La velocità di crociera è di 13 nodi (con 3h di autonomia) mentre la velocità massima è di 25 nodi. 

Cantiere Ernesto Riva

Oggi il cantiere è guidato da Daniele Riva – classe 1967 – che rappresenta l’ottava generazione a portare avanti questa piccola grande tradizione della famiglia Riva. Daniele ha unito sapientemente i segreti della tradizione trasmessi di padre in figlio con innovativi metodi di lavorazione, mirando all’eccellenza del design e alla qualità dei materiali, con un occhio di riguardo verso l’ambiente.

 

 

“Crediamo occorra, a questo punto, puntare sul più basso impatto ambientale e la possibilità di offrire soluzioni alternative alla navigazione di massa. Un concept per una mobilità sostenibile nel nostro lago e non solo…”

Scheda tecnica della barca: Ernesto del Cantiere Ernesto Riva

  • Lunghezza: 7,65 m
  • Larghezza: 2,32 m
  • Velocità massima: 25 kn
  • Velocità di crociera: 13 kn
  • Autonomia a 13 kn: 3 h
  • Apparato motore: 92 Kw
  • Portata: 7 persone

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *