C’è un nuovo cantiere italiano e questa è la sua prima barca: il Santasevera 52 (16 m)

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Santasevera 52
Santasevera 52

C’è un nuovo marchio nel mercato della nautica a motore, e promette novità interessanti. Si chiama Santasevera, un brand tutto italiano e fondato su una expertise Made in Italy guidata dal yacht designer Francesco Guida, sotto l’egida dello studio Guida Design. Insomma, il finale di questo 2023 introduce una novità da tener d’occhio, perché coincide con la presentazione del primo modello in gamma, il Santasevera 52, portabandiera di un range che, ad ora, prevede anche un 40 ed un 46 piedi per il prossimo futuro. Elegante, contemporaneo e pensato per la massimizzazione dei volumi, a garanzia di spazi aperti estremamente vivibili, il nuovo 16.35 metri è già in costruzione in due unità e si anticipa come un progetto da tener d’occhio.

Santasevera 52

Concepito per essere uno scafo versatile e confortevole, il nuovo 52’ si presenta come uno yacht fruibile sia come grande weekender per due coppie o una famiglia, sia come dayboat o come chaseboat per imbarcazioni più grandi. Forte di volumi importanti (16.35 x 5.05 m), il concept del 52’ ruota intorno ad un principio fondamentale:  non sono solo la firma ed il look a fare di una barca un grande successo, è bensì l’attenzione alle piccole cose, ai dettagli come ai movimenti e agli spazi, a fare della vita di bordo un’esperienza piacevole e gioiosa. Insomma, arrivano un marchio nuovo ed un nuovo yacht la cui insegna sono il connubio di estetica e pragmatismo. E la prima prova la avremo con il varo del primo scafo, previsto per il Cannes Yachting Festival 2024. Nell’attesa, vi raccontiamo in anteprima.

Santasevera 52
Santasevera 52

Santasevera 52 – Esterni

Prua invertita, ampio slancio in avanti e spazi poppieri abbondanti, con l’hard top ad essere il solo volume principale, appena avanzato rispetto al centro barca. Un look incisivo e in parte divergente rispetto agli standard di mercato, con caratteristiche parzialmente controtendenza, come il layout walkaround, qui sacrificato a favore di spazi poppieri esterni aumentati e maggiore comfort nelle aree conviviali sottostanti l’hard-top.

Santasevera 52
Santasevera 52

Il Santasevera 52, infatti, accoglie subito con un ampio spazio aperto a poppa, il cui incipit è una beach area ribassata, ideale terrazza sull’acqua per bagni e tempo all’aperto. Appena oltre, un enorme prendisole per quattro persone popola il centro del pozzetto, subito seguito da un lettino da giorno, un posto sulla destra del pozzetto, già al riparo dell’hard-top sovrastante.

Santasevera 52
Santasevera 52

Qui, sotto il top, prende vita l’area più conviviale della coperta, un salotto aperto con un divano a U servito da tavolino trasformabile in tavolo da pranzo. Di fronte, un mobile impegna la paratia di sinistra mentre, a fronte del parabrezza, tre sedili ergonomici servono la plancia di comando, due al timone a dritta e uno a sinistra. L’ultima area conviviale esterna, dotata di un prendisole incassato, è presente all’estrema prua, raggiungibile tramite i passavanti posti agli esterni dell’hard-top chiuso.

Santasevera 52 – Layout di coperta

Santasevera 52 – Interni

Forte di una prua allargata e arrotondata, gli interni del Santasevera 52 sfruttano al massimo i volumi, ricavando una cabina armatoriale prodiera alquanto generosa, a tutto baglio e completa di armadi e spazio per lo stivaggio. La zona d’ingresso accoglie invece con un salottino completo di divano, area da cui, tra l’altro, si accede al locale toilette, completo di doccia.

Cabina armatoriale

A poppavia, infine, trova posto la seconda cabina, una doppia a letti singoli. Tutti gli arredi sono curati fin nel minimo dettaglio, decorati con presenze in rovere e rivestimenti in tonalità naturali.

Santasevera 52 – Layout interni

Santasevera 52 – Motorizzazione

Passando, infine, al fronte motorizzazione, nella sua versione standard lo scafo sarà fornito di una  coppia di motori Volvo Penta D6 da 480 cavalli con trasmissione in linea d’asse. Opzionalmente, però, ampliando il range sulle preferenze specifiche armatoriali, saranno disponibili anche versioni con IPS o con motorizzazioni fuoribordo. In termini di autonomia, il serbatoio combustibile presenta una capacità pari a 1.400 lt.

Santasevera 52 – Scheda Tecnica

Lunghezza Fuori Tutto (LOA) 16.35 m
Lunghezza Scafo (LOH) 15.75 m
Lunghezza al Galleggiamento (LWL) 14.00 m
Baglio Massimo (B.max) 5.05 m
Dislocamento a mezzo carico 17.5 t
Motorizzazione Standard 2x Volvo Penta D6 480 cv
Velocità Massima a mezzo carico 30 kn
Propulsione Linea d’asse o IPS
Motorizzazione opzionale Fuoribordo
Generatori 11 kW MASE 50Hz
Serbatoio Carburante 1.400 lt.
Serbatoio Acqua Dolce 600 lt.
Serbatoio Acque Nere 100 lt.
Serbatoio Acque Grigie 200 lt.
Cabine 2
Bagni 1
Posti letto 4
Architettura navale – Progetto – Design Guida Design
Contatti www.santaseverayacht.it

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

2 commenti su “C’è un nuovo cantiere italiano e questa è la sua prima barca: il Santasevera 52 (16 m)”

  1. Aniello De Angelis

    Intelligente ed abbastanza innovativa, la scelta di spostare verso prua gli spazi abitativi riuscendo, ma la prova in mare dira’ la parola definitiva, a realizzare una distribuzione ottimale dei pesi con il centro delle masse ed il centro di spinta molto vicini, grazie soprattutto alla scelta della motorizzazione in linea d’asse, sinonimo d’affidabilità e comfort in navigazione anche sul mosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Le barche da vedere al Salone Nautico di Venezia 2024

Torna il Salone Nautico di Venezia (29 maggio – 2 giugno) presso lo storico Arsenale. Oltre 240 imbarcazioni in acqua, trenta nuovi cantieri e ben 15 première mondiali. Non mancheranno i grandi nomi della nautica, tra cui i “big” del