Sergio Davì da Palermo a New York con un gommone di serie

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Un gommone come quello con cui Sergio Davì attraverserà l’Oceano di solito lo si vede nelle acque cristalline della Costa Azzurra, in qualche insenatura nascosta, con un’atmosfera che ricorda lo spot televisivo che aveva per sottofondo “Parlami d’amore, Mariù” di Achille Togliani.

Prince 38 Cabin di Nuova Jolly

Non questa volta, però. Il rib Prince 38 Cabin di Nuova Jolly navigherà da Palermo a New York, negli USA, attraverso l’Oceano Atlantico con Sergio Davì al timone. E se state pensando ad un modello full-custom ripensato per la traversata siete fuori rotta. Il rib di quest’impresa è un modello di serie in tutto e per tutto tranne che per due dettagli: il parabrezza e le sedute. Ed è proprio qui la sfida: portare in condizioni estreme un gommone al 99% da crociera.

LEGGI ANCHE: “La storia dei due “pazzi” che hanno

attraversato l’Oceano su una barca di 4 metri”

IL RIB

Il Prince 38 Cabin di Nuova Jolly è un rib di 11.30 metri con un profondo scafo a V che lo rende veloce in navigazione. La stabilità arriva dai due grandi tubolari che sfiorano la superficie dell’acqua e dal baglio che tocca nel suo massimo i 3.80 metri.

Nuova Jolly Prince 38 cabin di serie

Lo spazio a bordo non manca. A poppa e a prua il layout cambia a seconda del momento: negli stessi punti potrete ricavare comodi prendisole, tavoli per mangiare e spaziosi gavoni sotto le sedute. A bordo del Prince 38 c’è anche una piccola cabina dove poter riposare in comodità. La motorizzazione arriva fino ad un massimo di 800 cavalli ripartiti su due fuoribordo. Per la sua traversata Sergio Davì ha scelto una coppia di motori Suzuki DF350A, 350 cavalli per uno. Questo modello di fuoribordo, sempre di serie, è il più potente mai realizzato da Suzuki ed è caratterizzato dalla doppia elica controrotante, che aumenta il controllo e migliora la presa sull’acqua.

LA ROTTA

Una rotta atlantica di 6.500 miglia nautiche. Sergio Davì navigherà nel freddo dei mari tra le Isole Farøe, l’Islanda, la Groenlandia ed il Canada, prima di arrivare negli USA. Per questo ha modificato il Prince 38 con un parabrezza a “cupola” che copre la timoneria rendendola asciutta e sicura.

 

Meglio comodi

L’altra modifica al modello di serie sono le sedute. Viste le 500 ore (come minimo) di navigazione che lo attendono, Davì ha scelto le sedute di Besenzoni per rimanere al comando del rib in tutta comodità.

Sergio Davì

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

2 commenti su “Sergio Davì da Palermo a New York con un gommone di serie”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Zodiac - X10CC - Render intero

Barca o gommone? Arriva il nuovo Zodiac X10

Si chiama X10 CC la nuova imbarcazione di Zodiac – la più grande che abbia mai costruito – nata dopo diversi anni di ricerca e sviluppo, che cerca di sorpassare il concetto di “barca semirigida” da sempre collegato al nome

Sunseeker Manhattan 55

Sunseeker diventa americana. Accordo col gruppo Lionheart

Il cantiere britannico Sunseeker, celebre per gli yacht di James Bond, ma non solo, si prepara a cambiare proprietario. Sembra che il conglomerato cinese Wanda sia vicino ad un accordo con Lionheart, azienda con sede a Miami. Non sono molti