Sergio Davì farà 10.000 miglia da Palermo a Los Angeles su questo gommone (10 metri)!

Beneteau Antares 8
ANTEPRIMA La barca di 8 metri con 5 posti letto. Ecco il Beneteau Antares 8
9 Ottobre 2021
Un “triplete” di Saloni nautici per la componentistica Besenzoni
10 Ottobre 2021
Sergio Davì e il Nuova Jolly Prince 38 con due fuoribordo Suzuki DF300B

Sergio Davì e il Nuova Jolly Prince 38 con due fuoribordo Suzuki DF300B

Sergio Davì e il Nuova Jolly Prince 38 con due fuoribordo Suzuki DF300B Sergio Davì e il Nuova Jolly Prince 38 con due fuoribordo Suzuki DF300B

Sembra il nome di un improbabile volo intercontinentale. Parlermo-Los Angeles. Stessa latitudine, ma migliaia di miglia di distanza che Sergio Davì, navigatore palermitano, ha deciso di affrontare per la sua prossima impresa, la Ocean To Ocean Rib  metri motorizzato con due Suzuki DF300B (quelli con doppia elica controrotante) ed elettronica Simrad. Il nome scelto per il gommone che farà la traversata è Aretusa Explorer.


Palermo-Los Angeles in gommone: la rotta

Il comandante Sergio Davì nel prossimo raid Ocean to Ocean RIB Adventure salperà a metà novembre da Palermo per percorrere 10.000 miglia tra Mediterraneo, Atlantico e Pacifico. Non è certo un viaggio semplice, soprattutto  a bordo di un Nuova Jolly 38, spinto da una coppia di fuoribordo Suzuki DF300B. In particolare questo gommone si prepara a fare anche una tappa da 1.800 miglia nautiche filate da Capo Verde alla Guyana Francese. Poi una volta toccate le coste di Venezuela e della Colombia (superato il canale di Panama), Davì farà il suo ingresso nell’Oceano Pacifico. Giunto in Pacifico, Sergio Davì farà rotta verso l’Arcipelago delle Galapagos, e poi da qui punterà il Messico per poi approdare a Los Angeles, in California.

Una nuova sfida da record con tante tappe tra cui appunto quella da 1.800 miglia, tutto in solitario.

Sergio Davì a bordo Sergio Davì a bordo

Palermo-Los Angeles su gommone rib di 10 metri

Sergio Davì anche per questa traversata avrà i fuoribordo Suzuki a spingere il gommone, un nuova Jolly Prince 38 che diventerà per alcuni mesi una “casa sull’acqua” per il comandante. La motorizzazione è quella del Suzuki DF300B, modello derivato dal DF350A, top di gamma di Suzuki, da cui eredita l’architettura sei cilindri, l’unità termica di 4.4 litri, e il piede dotato di propulsione a doppia elica controrotante.

Grazie alla doppia elica e alla cilindrata cospicua, questi motori hanno valori di coppia elevati, adatti anche alle condizioni di dislocamento nelle quali si troverà a navigare il battello. Il gommone di Sergio Davì, lungo 10.63 metri e largo 3.80 metri, sarà spesso a pieno carico e quindi i motori saranno sottoposti a stress particolari.

Una chicca su questi fuoribordo Suzuki

Navigando per migliaia di miglia e toccando così tanti paesi, il gommone di Davì si troverà di fronte pompe di benzina e carburanti differenti. Questi fuoribordo Suzuki, grazie al sistema d’iniezione elettronica, sono in grado di riconoscere il tipo di carburante utilizzato. Cosa vuol dire? Che a seconda del suo numero di ottano, autoregola tutti i parametri della combustione per garantire totale efficienza con benzina da 91 RON (benzina normale), da 95 RON (benzina super) e da 98 RON (benzina super plus), senza avere cali nelle prestazioni 


Oltre l’avventura: il viaggio di Sergio Davì e l’ambiente

Sergio Davì, oltre a voler portare a termine il suo Ocean to Ocean RIB Adventure come una esperienza di navigazione, si adopererà in qualità di testimonial di importanti campagne di sensibilizzazione e protezione dell’ambiente marino, favorendo l’analisi e la messa a conoscenza dell’opinione pubblica, delle problematiche presenti in ogni habitat che incontrerà durante il proprio raid. L’Ocean to Ocean RIB Adventure, infatti, avrà due partner scientifici: l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, con sede a Torino, e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia, con sede a Palermo, sotto la cui egida e direzione scientifica Sergio Davì effettuerà una serie di attività che lo impegneranno in diverse fasi della navigazione.

Leggi qui tutte le news su Sergio Davì

Edit: articolo aggiornato il 10/10/21


SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DI BARCHE A MOTORE

Interviste, prove di barche, webinar. Tutto il mondo delle barche a motore, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

NON PERDERTI I MIGLIORI ARTICOLI! 

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

6 Comments

  1. Massimo ha detto:

    Bravi per aver scritto correttamente “numero di ottano” e non “ottani” come si vede spessissimo 🙂

  2. Sergio ha detto:

    Sono interessato

  3. Flavio ha detto:

    Mah! CI vuole gran coraggio. Ora fino a novembre gli auguro di farcela. Seguiamolo. Data partenza? Rotta?
    🤞🤞👍👍

  4. ermanno ha detto:

    ma i rifornimenti…..in mare??? qual è il consumo previsto per l’intera avventura’?

  5. Salvo Pavone ha detto:

    Gli auguro mare calmo e grande determinazione, per questa sfida.

  6. GIANLORENZO ha detto:

    Come effettuerà i rifornimenti nella tappa transatlantica da 1800 miglia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *