Silent 55, ecco il nuovo catamarano a energia solare (e quanto costa)

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

 

Silent 55
Silent 55

L’anno scorso a Cannes avevamo visto il fratello maggiore, il Silent 80. Quest’anno l’austriaca Silent Yachts presenta al Cannes Yachting Festival un Silent 55 completamente rinnovato in anteprima mondiale.

Silent 55

Silent 55 è un catamarano di 16,70 metri con un’autonomia pressoché infinita (meteo permettendo). Quest’anno al Salone di Cannes verrà presentato con una propulsione completamente rivista, batterie più potenti e motori che raddoppiano la loro potenza, oltre ad un’ulteriore riduzione dei rumori a bordo, già molto bassi senza motori termici. Inoltre hanno una motorizzazione ibrida e sono costruiti in carbonio. Ora immaginate il prezzo. Fatto? Vediamo se coincide: da listino il Silent 55 costa, nella versione base, 1.417.360 € a cui poi vanno aggiunti gli optional che sono però a discrezione dell’armatore. Insomma, un prezzo che risulta in linea con le barche a motore o a vela delle stesse dimensioni. Forse sarà anche questo alla base del successo di questa barca con un Silent 55 già costruito e altri tre ordinati.

Silent 55
Silent 55

Silent Yachts, ecco i punti forti

Il cantiere austriaco è l’unico in tutto il mondo a produrre catamarani in grado di attraversare l’Oceano usando solo energia solare e l’elettricità. Sebbene non usino benzina o combustibili fossili questi catamarani hanno tutti i comfort che ci si aspetterebbe da uno yacht di 16 metri, ma non solo. È come stare su un “villone” in riva al mare, galleggiante. Non si sente il rumore del motore (avete presente le auto elettriche? Ecco, uguale!), non si sente alcun odore di fumo e non ci sono le tipiche vibrazioni di una barca col motore accesso. L’aria condizionata, irrinunciabile in estate e la cucina non necessitano di generatore. Un generatore è presente, ma viene usato per ricaricare le batterie solo in emergenza. Per il resto l’imbarcazione è 100% autonoma senza consumare benzina. Non male, soprattutto se pensiamo che può raggiungere anche i 20 nodi di velocità massima. Consideriamo anche che si compra uno yacht di questo tipo non lo fa certo per navigare a tutta velocità

Scheda tecnica della barca: Silent 55

  • Length overall: 16,70 m (54.8‘)
  • Beam overall: 8,46 (27.7‘)
  • Draft: 1,20 m (3.9‘)
  • Light displacement: 19 tons
  • Water: 500 – 1.000 L
  • Waste-Water: 2 x 500 L
  • Fuel: 500 – 1.600 L
  • Solar Panels: 10 kWp
  • E-Motors: 2 x 30 kW / 2 x 250 kW
  • Generator: 22 kW / 100 kW
  • Battery Capacity: 120 kWh
  • Cruising Speed: 6 – 8 kt / 12 – 15 kt
  • Top Speed: approx. 12 kt / 20 kt
  • CE Certification: CE-A
  • Range: Trans-Ocean

www.silent-yachts.com

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

L'impianto di produzione di Chiavari - Sanguineti

Sanguineti cresce ancora e punta triplicare i ricavi nel 2026

Da una parte c’è una dimensione artigianale rappresentata da Sanguineti, un’azienda ligure di Chiavari con 65 anni di esperienza nella costruzione di equipaggiamenti ricercati e di alta qualità per superyacht. Specializzata nella produzione di passerelle, scale multifunzione, gru per tender,

Beneteau Swift Trawler 41

Come diventare skipper (in regola) e lavorare sulle barche

Lo aspettavamo da tempo e finalmente è arrivato. Ecco il decreto che spiega come si svolgerà l’esame per diventare “Ufficiale del diporto di II classe“. Questa nuova figura, pensata per l’Italia e le barche battenti bandiera italiana (anche adibite a