Il re dei superyacht è partito per l’Oceano, da solo e senza strumenti

barche a motore invictus logo
Invictus Yacht, una storia tutta italiana (e apprezzata nel mondo)
21 Gennaio 2019
La presentazione al Salone Nautico di Dusseldorf del nuovo NY24 di Nerea Yacht
Nerea Yacht, c’è un nuovo daycruiser in città
21 Gennaio 2019
dan lenard

La barca di Dan Lenard

dan lenard

La barca di Dan Lenard

Dan Lenard, il designer dei superyacht, è partito ieri da Cadice, in Spagna, alla volta di Miami, USA. Come? Su una barca a vela di 10 metri, senza strumenti. Vela allo stato puro per il designer di barche a vela e a motore del celebre studio Nuvolari Lenard che con questo viaggio vuole promuovere l’andare per mare in barca e la necessità di un’azione immediata per la conservazione dell’ambiente pulito.

In barca senza strumenti, solo in mezzo all’oceano

Navigazione allo stato puro per Dan Lenard che non sarà in grado di comunicare fino a quando non raggiungerà i Caraibi. Intanto la sua squadra pubblicherà notizie quotidiane e il monitoraggio in diretta per quanto riguarda la traversata.

I motivi del viaggio

Dan Lenard navigherà per 1.400 miglia senza tecnologie. Una sfida estrema quella lanciata dal designer che ha un obiettivo:  richiamare l’attenzione sulla necessità di un’azione immediata e concreta per la salvaguardia del mare.

“Ogni step del percorso è attentamente pianificato”, ha svelato a Boat International, “compreso l’imballaggio del cibo appropriato, così quando arriverò dall’altra parte, non porterò con me (né lascerò lungo il percorso) nemmeno un po’ di spazzatura dall’Europa”.

QUI I DETTAGLI DEL VIAGGIO

TEMPO DI AGIRE

Time to Take Action (tempo di agire) è lo slogan di Medplastic, il progetto del Giornale della Vela e di Barche a Motore per la salvaguardia del Mediterraneo. Iscrivetevi al gruppo Facebook MedPlastic Team, lì potete postare notizie, progetti, fotodenunce, video. Partecipate poi al contest Instagram NO Plastic (mandando una foto alla nostra inbox instagram – @giornaledellavela – o sul gruppo Medplastic Team, come hanno fatto tutti gli autori delle foto che vi mostriamo qui): premieremo le migliori testimonianze al VELAFestival 2019. In più, se avete progetti strutturati da proporre che pensate possano essere utili alla “causa”, mandate una mail a savethemed@gmail.comwww.medplastic.org

Cosa ne pensi?