Catamarani: ecco perché sempre più armatori vogliono due scafi

Barche usate: cinque gozzi e lobster eleganti e raffinati
2 Gennaio 2020
7 accessori di ultima generazione per avere una barca più funzionale
3 Gennaio 2020

 

Catamarani: Lagoon Seventy 8 © Photo Nicolas Claris

Sempre più diportisti scelgono i catamarani a motore al posto del classico cruiser. E sempre più cantieri propongono nuovi modelli.

I perché sono molti: più stabili, più veloci dei rispettivi monoscafi pari lunghezza dislocanti e più economici nella gestione quotidiana.

Catamarani, doppio scafo, doppio piacere

I vantaggi che i multiscafi a motore hanno rispetto a un monoscafo pari misura sono molti di più dei contro. Poco sicuri, si diceva: posso avere problemi strutturali se le traverse non tengono gli scafi solidali. In più, se scuffiano non si raddrizzano. Inoltre, per anni, c’è stato il vincolo del posto barca: un catamarano è largo circa il doppio di un monoscafo di pari lunghezza, quindi paga un canone di ormeggio circa doppio rispetto al suo cugino con uno scafo solo.

Non sulla scuffia, è vero, ma realmente quanti nella loro carriera diportistica hanno scuffiato con una barca a motore? In più, i catamarani con la loro doppia galleggiabilità sono di fatto inaffondabili. Per cui, è meglio essere tratti in salvo aspettando su una barca che, seppur capovolta, galleggia, piuttosto che affondare con un monoscafo dritto.

Di sicuro, sul posto barca la musica è diversa. Oggi molti marina offrono zone per catamarani a prezzi interessanti e paragonabili a quel li di un monoscafo di pari misura. E, in ogni caso, in molti porti al momento ci sono più posti che barche ormeggiate.

Per quanto riguarda le prestazioni, oggi a parità di dimensioni e di tipologia dislocante i catamarani sono più veloci dei monoscafi. Il “segreto” è nella loro ridotta superficie bagnata rispetto a un equivalente monoscafo. E navigare su una barca veloce, oltre a essere più divertente, garantisce di togliersi dagli impicci in minore tempo…

La stabilità è un plus certo in termini di comfort: i multi sono assai meno soggetti al rollio di un monoscafo, anzi praticamente non esiste. Questo limita anche i disagi di chi poco si trova a suo agio con i movimenti della barca all’ancora: per esempio, chi soffre di mal di mare ne trae un grande vantaggio.

Visto che hanno dei volumi immersi ridotti sono molto più efficienti dal punto di vista del consumo di carburante: a parità di lunghezza al galleggiamento hanno molta meno superficie immersa.

Sul layout interno i punti di vantaggio per i catamarani sono molti

Intanto il quadrato, davvero largo il doppio rispetto a un mono, e tutto sullo stesso livello. Inoltre, le versioni armatoriali dei cat offrono la cabina armatoriale grande quanto un intero scafo: la larghezza si riduce, è vero, ma lo sviluppo in lunghezza della zona notte non dà rimpianti di sorta.

Altro elemento cui prestare attenzione è la… duplicità. Con i catamarani si ha a bordo due di tutto. Questo è sicuramente uno svantaggio in termini di costi d’acquisto e di manutenzione, ma diventa un inequivocabile vantaggio se si parla di affidabilità e ridondanza. Tanto per cominciare si ha sempre un backup. Anche del motore.

 

Fountaine Pajot – MY67

 

NAVIGA INFORMATO!

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *