Vicem 65, l’eleganza senza tempo dello yacht classico

barche a motore
Registro Telematico per il diporto in funzione dal 14 marzo | Ecco cosa cambia
28 Febbraio 2019
barche usate galeon 290
Barche usate, ecco 5 natanti intramontabili | Galeon 290
1 Marzo 2019
vicem 65

vicem 65

Le linee classiche stanno superando la prova del tempo. E se nell’Europa del nord è Zeelander, produttore olandese di yacht a svelare la sua ammiraglia “lobster”, attesa in acqua per quest’anno, dalla Turchia arriva il Vicem 65 IPS Classic.

Vicem 65 è uno yacht del cantiere turco Vicem ed è il 153° scafo prodotto in 28 anni di storia. Presentato a novembre scorso incarna al meglio quelli che sono i tratti tipici di Vicem, che intreccia le antiche tradizioni del design navale turco e americano. Lusso e la qualità delle finiture sono gli ingredienti base di questo yacht classico che nelle linee si avvicina molto ai lobster delle origini, cioè pescherecci “riadattati” a barche da crociera.

Il layout del Vicem 65

Il pozzetto del 65 IPS Classic ha un grande divano come anche la dinette, dotata in aggiunta di una poltrona lounge. La plancia di comando ha posti a sedere per due. Il Vicem 65 IPS Classic può essere costruito con tre o quattro cabine. Sottocoperta, la cabina armatoriale è a centro barca e a tutto baglio, con un letto walkaround. La cabina VIP è a prua con letto walkaround e bagno privato con doccia; la terza cabina con due letti è a dritta, anch’essa con doccia.

Nella costruzione non ci sono vincoli ed è tutto personalizzabile come spiega Sinan Unal, architetto navale e ingegnere capo di Vicem.

“Il nostro processo di costruzione ci permette di costruire uno yacht che non è ostacolato dai vincoli di uno scafo stampato. Il nostro obiettivo era quello di costruire un 65 piedi con il volume interno di un tipico di un 75/80 piedi. Su questo yacht, l’altezza media sotto coperta del soffitto è di circa 2 metri in ogni parte con la cabina armatoriale che arriva a 2,30m”

Lo spazio e la comodità sono stati al centro dell’attenzione nella progettazione di questo yacht, senza però alterare quelle che sono le linee e le proporzioni classiche di questo yacht a motore.

“E, naturalmente,  –  conclude Sinan Unal – con tutto quel volume aggiuntivo, ci sono più armadi e contenitori ovunque. Abbiamo sfidato i nostri ingegneri per ottenere questo spazio senza alterare le proporzioni classiche del nostro esterno, quindi il look di questo yacht è classico Vicem, elegante, elegante e ordinato”.

La motorizzazione di Vicem 65 IPS

Questo yacht è alimentato da due motori diesel Volvo Penta da 800 CV con motori IPS 1050, con cui il Vicem 65 IPS Classic naviga a 23 nodi in crociera. Con questa motorizzazione di massima supera i 26 nodi. Sono disponibili anche altre due opzioni di motori Volvo Penta: 2xIPS 1200 o 2xIPS 1350.

 

La modalità di costruzione di Vicem produce uno scafo che mescola il meglio dei materiali sintetici e naturali in modo completamente artigianale, garantendo la massima qualità in ogni sua parte. L’utilizzo fibre high tech come l’e-glass e la fibra di carbonio per rinforzare tutti i punti di stress e incapsulare gli strati interni ed esterni dello scafo. All’interno dello scafo stesso, invece della vetroresina o schiuma viene usato un laminato epossidico e mogano. Perché utilizzare il legno come strato interno? Perché in rapporto peso/resistenza, il mogano è molto più resistente della vetroresina, riducendo drasticamente i livelli di suono e temperatura. E siccome questa costruzione usa molta meno resina epossidica, lo scafo è molto più leggero e non rigido.

Cosa ne pensi?