Yamaha F350 V6. Il test del fuoribordo più leggero della categoria

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Yamaha F350 V6 in configurazione doppia sullo Sterk 31
Yamaha F350 V6 in configurazione doppia sullo Sterk 31

Barche sempre più grandi vuol dire motori sempre più grandi, e così anche in casa Yamaha hanno presentato un motore nella fascia da 350 cavalli, che al momento (con meno di 300 kg) è il più leggero della categoria. Noi l’abbiamo provato in configurazione singola, doppia e tripla. Lo potrete acquistare a partire da agosto, nel frattempo ve lo raccontiamo.

Il fuoribordo da 350 cv secondo Yamaha

A stupire è sicuramente il dato del peso, perché stando sotto ai 300 kg il nuovo V6 4.3 litri (4.256 cc) di casa Yamaha si posiziona come il fuoribordo da 350 cavalli più leggero sul mercato, facendo risparmiare fino a 50 kg rispetto ai motori dei competitor e risultando il migliore – quindi – anche per rapporto peso (293-304 kg) / potenza (257,4 kW a 6.000 giri/min.). Un dato non indifferente che Yamaha è stata capace di ottenere sviluppando il nuovo F350 a partire dai motori V6 4.2 litri (4.169 cc), e riuscendo a mantenere la stessa efficienza – in termini di consumi – dell’F300.

La prova in mare ci ha permesso di testare il nuovo F350 in configurazione singola, doppia e tripla e in tutte le configurazioni il motore ha mostrato i suoi punti forti. Risposta rapidissima ai comandi – non c’è nessun ritardo tra il movimento della manetta e la reazione a poppa – ottima potenza ma soprattutto grande reattività e manovrabilità (anche grazie al joystick del sistema Helm Master) sia in mare che in manovra quando si rientra in porto.

Helm Master EX

Il sistema Helm Master EX è un vero valore aggiunto per chi monta i motori Yamaha. Si integra perfettamente non solo con i motori, ma anche con il bow thruster e l’autopilota, e ha ricevuto tutta una serie di aggiornamenti rispetto alla versione precedente. Prima di tutto il nuovo sistema di controllo elettronico guadagna due pulsanti per lo start/stop e per il power switch e nuovi materiali (simili a quelli utilizzati per il joystick, più morbidi e resistenti).

I comandi Helm Master EX a bordo del Jeanneau Cap Camarat 10,5
I comandi Helm Master EX a bordo del Jeanneau Cap Camarat 10,5

La funzione più interessante, per quanto forse la più semplice, è un sistema di luci e indicatori LED che forniscono un feedback istantaneo sulla marcia inserita. Si possono impostare diversi colori corrispondenti alla marcia inserita (ad esempio Giallo per la folle N, Verde per la marcia avanti F e Rosso per la marcia indietro R) per sapere con un colpo d’occhio se il motore si trova in marcia (e quale marcia nel caso) oppure in folle. È una funzione molto intuitiva che sicuramente può risultare utile, soprattutto per chi è alle prime armi.

Come si comporta – La prova

La configurazione che convince di più è la doppia, ma forse perché l’abbiamo provata su una barca divertente e particolare come lo Sterk 31. La carena a doppio step dell’open tedesco si sposa benissimo con l’incredibile (e istantanea) spinta fornita dai 700 cavalli complessivi a firma Yamaha, tant’è vero che intorno agli 11 nodi (ma anche qualcosina prima) eravamo già ampiamente in planata. Con questa configurazione si raggiungono senza problemi i 60 nodi che la casa tedesca dichiara come velocità massima, e anche a velocità elevate – con il trim giusto (anche automatico) – i motori sono sempre risultati pronti e reattivi anche in virata stretta.

Yamaha F350 V6 in configurazione tripla sull'Invictus 420 TT
Yamaha F350 V6 in configurazione tripla sull’Invictus 420 TT

Discorso a parte merita la configurazione tripla provata a bordo dell’Invictus 420, dove la tipologia di navigazione è ovviamente molto diversa, ma dove si possono apprezzare – soprattutto quando si manovra in porto – i precisissimi comandi del joystick che permettono di ormeggiare con estrema facilità.

L’unico piccolo difetto di questo motore (se ne vogliamo trovare uno) è la rumorosità, che si è notata di più sull’Invictus, forse anche per la particolare forma dell’hard-top, molto aggettante e senza montanti a poppa, a fare da cassa di risonanza. Oltre a quella del motore c’è quella dovuta al sistema di aspirazione per il raffreddamento ad aria, più grande del 40% su questo motore rispetto a quanto non fosse sulla gamma da 4.2 litri. Anche le valvole di aspirazione e di scarico sono più grandi, e sicuramente si tratta di accorgimenti che permettono all’F350 di avere un’ottima efficienza.

Il nuovo F350 di Yamaha sarà in vendita a partire da agosto 2024.

Quanto consuma

A proposito di consumi, questi sono quelli rilevati a bordo dello Yamarine 80DC (peso barca 2.200 kg, peso complessivo circa 2.974 kg con due persone a bordo)

Yamaha F350 V6 in configurazione singola sullo Yamarin 80DC
Yamaha F350 V6 in configurazione singola sullo Yamarin 80DC

RPM Knots Nm/l Consumo (l/h)
700 2.3 1.0 2.3
1.000 4.8 1.1 4.36
1.500 6.4 0.8 8.0
2.000 8.3 0.6 13.83
2.500 10.6 0.5 21.2
3.000 13.8 0.5 27.6
3.500 20.7 0.6 34.5
4.000 27.5 0.6 45.83
4.500 33.3 0.6 55.5
5.000 36.8 0.5 73.6
5.500 40.8 0.4 102.0
6.000 44.0 0.4 110.0

Scheda tecnica e prezzo – Yamaha F350 V6

Motore 4 tempi, DOHC
Cilindrata 4256 cm3
N. di cilindri/Configurazione 60° V6
Alesaggio x corsa 96.0 x 98.0 mm
Potenza all’asse elica a regimi medi 257,4 kW (350 CV) a 6000 giri/min
Range operativo a piena potenza 5.000-6.000 giri/min
Lubrificazione Carter umido
Sistema di iniezione del carburante EFI
Sistema di accensione TCI
Avviamento Elettrico
Rapporto di trasmissione 1.75 (21/12)
Carburatori Iniezione
Peso senza elica 293 – 304 kg
Prezzo da 44.169 €

Potrebbe interessarti anche:

Aquila 50 Yacht è il nuovo catamarano (16 m ) cruiser di Aquila Boats

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

4 commenti su “Yamaha F350 V6. Il test del fuoribordo più leggero della categoria”

  1. Beh dai, interessante…il consumo minore in assoluto si ha dai 40kn a salire. Dato assolutamente affidabile immagino

    1. Caro Cecco,

      grazie per la segnalazione. Era un evidente refuso nella trascrizione della tabella in cui erano stati invertite per errore, nell’intestazione della colonna, litri e miglia nautiche. Per fugare ogni eventuale dubbio rimasto, abbiamo messo anche la versione con i “litri/ora”. Ora non va “meglio”, ma proprio giusto :)!

      Grazie ancora.

      Cordialmente,

      La redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

BARCHE USATE Vendono tre open (7 metri) sotto i 40mila euro

Se cerchi una barca usata per l’estate ad un prezzo interessante, ti consigliamo di dare un’occhiata alla nostra sezione degli annunci. Abbiamo scovato tre modelli entry-level, sotto i 40mila euro, per chi vuole una barca quest’estate. Vuoi vendere la tua barca?