YTender è il tender che non c’era, ma che tutti vorrebbero

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento a Barche a Motore cartaceo + digitale e a soli 39 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

YTender
YTender

Leggero, estremamente stabile e potenzialmente privo di emissioni: queste sono le caratteristiche del nuovissimo YTender, progettato da YYachts. Un progetto che emerge da un problema forse condiviso, perchè a bordo (in particolare per i velisti), i tender possono rivelarsi un po’ noiosi, soprattutto in termini di peso. YYachts, ovvia al problema progettandosene uno da sé. Una mossa non solo intelligente, ma che ha anche raggiunto il suo buon risultato: un tender leggero (170 kg x 3.65m – 230 kg x 4.35m) stabile, performante sia elettrico che a benzina e, perchè no, anche esteticamente piacevole.

YTender, by YYachts

Insomma, con il nuovo YTender potrebbe aprirsi una nuova generazione di tender. Pensato con in mente le problematiche generate dal peso dei tender sulle proprie barche a vela, YYachts ha invece realizzato un RIB ben adatto a tutti e, sembrerebbe, lo abbia  fatto come si deve. Vediamolo meglio.

YTender
YTender

YTender – Una nuova generazione

Abituati all’utilizzo del carbonio, ideale per mantenere i pesi contenuti, è subito ovvio che questo sia anche stato il materiale di scelta per l’YTender, che infatti presenta una carena in compositi di carbonio, pesando, complessivamente, tra i 170 e 230 chili, in base alle dimensioni. Oltre al materiale, la carena è anche sviluppata per garantire stabilità e maneggevolezza, facilitando anche imbarchi e sbarchi, riducendo il rollio.

YTender

Inoltre, per mantenere ridotti gli ingombri, senza però complicare la vita di bordo, il tender presenta anche un compressore di bordo in grado di gonfiare o sgonfiare i tubolari durante le operazioni di carico. Infine, in termini di propulsione, è ovviamente disponibile sia a propulsione elettrica che convenzionale, con un fuoribordo a combustione interna. Ovviamente, il look è personalizzabile, e si può abbinare a quello della propria barca.

Per maggiori informazioni visita il sito: yyachts.de

YTender
YTender


NON PERDERTI I MIGLIORI ARTICOLI! 

Per rimanere aggiornato su tutte le news sulla nautica, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter di Barche a motore! Basta cliccare il link qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di barche a motore! È gratis e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno! CLICCA QUI



 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sei già abbonato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Entra nel Club del Giornale della Vela

Le barche a motore, le sue storie, dal piccolo open ai motoryacht. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevere ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”.

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Sessa Marine F60

Sessa F60, arriva un nuovo flybridge per la crociera (17.9 m)

Tra le anteprime mondiali previste per l’ormai vicino Cannes Yachting Festival, in programma dal 10 al 15 settembre, per gli appassionati sarà svelato anche un nuovo Flybridge sportivo di 60 piedi, firmato Sessa Marine. Slanciato nelle linee, lungo 17.93 metri

CE Series 65

Offshore CE 65 (21 m), il giramondo moderno che ti porta ovunque

L’eterna classe di un trawler da crociera è ormai profondamente radicata nell’immaginario della cantieristica americana. È forse però la prima volta che, a dar vita ad una simile creatura, sia una strettissima collaborazione tra un cantiere californiano e un design